Torresina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima zona di Roma, vedi Torresina (Roma).
Torresina
comune
Torresina – Stemma
Torresina – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
Sindaco Renata Dalmazzone (lista civica) dall'08/06/2009, riconfermata 26/05/2014
Data di istituzione 1829
Territorio
Coordinate 44°26′00″N 8°02′00″E / 44.433333°N 8.033333°E44.433333; 8.033333 (Torresina)Coordinate: 44°26′00″N 8°02′00″E / 44.433333°N 8.033333°E44.433333; 8.033333 (Torresina)
Altitudine 704 m s.l.m.
Superficie 3 km²
Abitanti 62[1] (31 dicembre 2010)
Densità 20,67 ab./km²
Comuni confinanti Igliano, Murazzano, Paroldo, Roascio
Altre informazioni
Cod. postale 12070
Prefisso 0174
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004229
Cod. catastale L281
Targa CN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona F, 3 188 GG[2]
Nome abitanti torresinesi
Patrono san Giorgio
Giorno festivo 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torresina
Sito istituzionale

Torresina (Torzela in piemontese[3]) è un comune di 62 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Torresina si trova sulla sommità di una collina, ad un'altezza di 704 m s.l.m.[4]

È classificato nella zona sismica 4[5][6] (zona non a rischio sisma).

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il comune è stato inserito nella zona climatica F ed ha un fabbisogno termico di 3188 gradi giorno. La normativa attuale non pone limiti all'accensione degli impianti di riscaldamento[4].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La zona di Torresina è stata abitata in epoca preromana dagli Stazielli, seguiti da altre popolazioni ascritte alla tribù Publilia. La presenza di Roma in queste terre è confermata inoltre dal ritrovamento nel 1999 di una stele databile attorno il I secolo[7].

Attorno il 950, nel periodo delle incursioni saracene, venne costruita la torre attorno cuii si svilupperà l'abitato, e che ne darà il nome.

Il 31 marzo 1381 il territorio di Torresina venne investito da Galeazzo Visconti, signore di Asti e Milano, a Cristoforo e Giacomo figli di Guglielmo II di Ceva. Da allora il paese restò ai Ceva fino al 1635, anno in cui ne vennero investiti i Del Carretto, con l'insolita particolarità dell'ereditarietà sia maschile che femminile[7].

Nel 1684, per lascito testamentario, il feudo passò al barone di Nus: Giovanni Francesco Renato[7].

Il 16 aprile 1797 Torresina fu teatro di scontri fra le truppe napoleoniche che tentavano la presa del colle della Pedaggera ed i difensori piemontesi. I francesi, afflitti da gravi problemi di rifornimento, occuparono il paese e lo sottoposero a requisizioni e tasse di guerra[7].

Torricella divenne comune nel 1829, per poi cambiare il suo nome nell'attuale nel 1892[7].

Le origini del nome[modifica | modifica sorgente]

Torresina, adottato nel 1892, deriva dall'originale Torricella, nome legato alla presenza della torre medievale nei pressi dell'abitato[7].

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Lo stemma di Torresina è descritto come D'azzurro alla torre destra fondata sulla pianura al castello diroccato sinistro (al naturale) alla pezza di bardatura di nero nascente dalla punta. ornamenti esteriori da comune[7].

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Chiesa di San Giorgio: dalla bella facciata in pietra di Langa, è caratterizzata da un recente mosaico raffigurante il santo patrono. L'interno, a singola navata con quattro cappelle laterali, ospita un crocifisso ligneo da processione del XVIII secolo ed una acquasantiera poggiata su capitello del XV secolo.
  • Cappella di Santa Croce: edificata nel 1844 in ringraziamento per la fine della lunga carestia, ha la particolarità di essere stata edificata da tutte la popolazione, che vi lavorò nei giorni festivi.

Persone legate a Torresina[modifica | modifica sorgente]

  • Mario Raimondi (1899 - 1953): scultore, fu allievo di Arturo Martini. Venne insignito a genova del Premio Mussolini nel 1937 alla Mostra sindacale di Genova e venne prescelto alla XXI biennale di Venezia con due bassorilievi.
  • Pietro Melloni: poeta, scrittore e narratore, premiato più volte per le sue opere.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[8]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
22 luglio 1985 9 giugno 1990 Mario Cipollini Lista civica Sindaco
9 giugno 1990 24 aprile 1995 Guido Mollo Indipendente Sindaco
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Adolfo Mollo Centro Sindaco
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Celestino Ricca Lista civica Sindaco
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Celestino Ricca Lista civica Sindaco
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Renata Dalmazzone Lista civica Sindaco
26 maggio 2014 in carica Renata Dalmazzone Lista civica Sindaco

Dati del Ministero dell'Interno[9].

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Fa parte della comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese[10].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ gioventurapiemonteisa.net (PDF). URL consultato il 16 giugno 2013.
  4. ^ a b Torresina: Clima e Dati Geografici. URL consultato l'11 agosto 2013.
  5. ^ Rischio sismico: nuova classificazione. URL consultato l'11 agosto 2013.
  6. ^ Rischio sismico: elenco finale. URL consultato l'11 agosto 2013.
  7. ^ a b c d e f g Consiglio regionale del Piemonte, Comuni della provincia di Cuneo, Cuneo, Nerosubianco, 2008, pp. 494-495.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Anagrafe degli amministratori Locali e Regionali. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  10. ^ Comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese. URL consultato il 12 maggio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo