Demonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Demonte
comune
Demonte – Stemma
Demonte – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
Sindaco Mario Claudio Bertoldi (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 44°19′00″N 7°18′00″E / 44.316667°N 7.3°E44.316667; 7.3 (Demonte)Coordinate: 44°19′00″N 7°18′00″E / 44.316667°N 7.3°E44.316667; 7.3 (Demonte)
Altitudine 780 m s.l.m.
Superficie 127,3 km²
Abitanti 2 057[2] (31-12-2010)
Densità 16,16 ab./km²
Frazioni Fedio, Festiona, Perdioni, Trinità.

Località: Bagnolin, Cornaletto, Ghivio, Oltrestura, Perosa, Rialpo, San Lorenzo, San Marco, San Maurizio[1]

Comuni confinanti Aisone, Castelmagno, Marmora, Moiola, Monterosso Grana, Pradleves, Sambuco, Valdieri, Valloriate, Vinadio
Altre informazioni
Cod. postale 12014
Prefisso 0171
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004079
Cod. catastale D271
Targa CN
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti demontesi
Patrono san Donato
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Demonte
Sito istituzionale

Demonte (Demont in piemontese, Demount in occitano) è un comune di 2.043 abitanti della provincia di Cuneo.

Fa parte della Comunità montana Valle Stura[3].

Geografia[modifica | modifica sorgente]

È situato in Valle Stura di Demonte ed è uno dei comuni occitani del Piemonte.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Demonte - Palazzo comunale

Durante la seconda guerra mondiale, nel periodo dell'occupazione tedesca e della Repubblica Sociale Italiana, a Demonte trovarono rifugio i cinque componenti della famiglia ebrea ferrarese dei Tedeschi, fino al loro espatrio in Svizzera. Protagonista della loro salvezza, fu il partigiano Lorenzo Spada, che oltre a trovare loro ricovero in zona provvide all'organizzazione e alla copertura delle spese per la loro fuga, conclusasi felicemente la notte dell'8 febbraio 1944. Ferito in un conflitto a fuoco Spada sarà arrestato e impiccato nella piazza di Demonte che oggi porta il suo nome. Per il suo impegno di solidarietà nei confronti degli ebrei perseguitati, il 4 novembre 1974, l'Istituto Yad Vashem di Gerusalemme ha conferito a Lorenzo Spada l'alta onorificenza dei giusti tra le nazioni.[4]

Il 20 luglio 2000, il Parlamento Italiano ha istituito il 27 gennaio come Giorno della Memoria a ricordo delle vittime dell’Olocausto e in onore di coloro che (come Lorenzo Spada) a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

Persone legate a Demonte[modifica | modifica sorgente]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Tranvie[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1914 e il 1948 Gaiola fu capolinea della tranvia Cuneo-Borgo San Dalmazzo-Demonte.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Comune di Demonte - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Statuto della comunità montana Valle Stura. URL consultato il 1º luglio 2011.
  4. ^ a b Israel Gutman, Bracha Rivlin e Liliana Picciotto, I giusti d'Italia: i non ebrei che salvarono gli ebrei, 1943-45 (Mondadori: Milano 2006), pp.221-22.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo