Guarene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Guarene
comune
Guarene – Stemma Guarene – Bandiera
Guarene – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoSimone Manzone (lista civica) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate44°44′22.15″N 8°02′05.41″E / 44.739486°N 8.034836°E44.739486; 8.034836 (Guarene)Coordinate: 44°44′22.15″N 8°02′05.41″E / 44.739486°N 8.034836°E44.739486; 8.034836 (Guarene)
Altitudine360 m s.l.m.
Superficie13,45 km²
Abitanti3 525[1] (31-8-2020)
Densità262,08 ab./km²
Frazionie località: Bassi, Biano, Castelrotto, Curato, Montebello, Montebello Pometto, Osteria, Piove, Pometto, Sotteri, Vaccheria
Comuni confinantiAlba, Barbaresco, Castagnito, Corneliano d'Alba, Piobesi d'Alba, Vezza d'Alba
Altre informazioni
Cod. postale12050
Prefisso0173
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004101
Cod. catastaleE251
TargaCN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 615 GG[3]
Nome abitantiguarenesi
Patronosan Giacomo
Giorno festivo25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Guarene
Guarene
Guarene – Mappa
Posizione di Guarene nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Guarene (Guaren-e in piemontese) è un comune italiano di 3 525 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte. Fa parte della delimitazione geografica del Roero.

Confina con la vicina città di Alba, capitale del territorio delle Langhe e del Tartufo Bianco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del Comune di Guarene sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 5 luglio 1952.[4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa della SS Annunziata.
Chiesa di San Michele

Castello[modifica | modifica wikitesto]

Strategicamente importante, il maniero fu oggetto di contese nel corso dei secoli. All'inizio del XVIII secolo venne distrutto e sulle rovine fu innalzata l'attuale costruzione, improntata al classicismo dello Juvarra su disegno del conte Giacinto Roero.

Palazzo Re Rebaudengo[modifica | modifica wikitesto]

Edificio settecentesco restaurato e trasformato in spazio espositivo, è una delle sedi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Ospita mostre, convegni, seminari, laboratori didattici.

Sia il castello che il palazzo Re Rebaudengo fanno parte del circuito dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte.

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa della Santissima Annunziata
  • Chiesa di San Michele
  • Chiesa di San Rocco

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2017, i cittadini stranieri residenti a Guarene sono 329[6], così suddivisi per nazionalità, elencando per le presenze più significative[7]:

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni più recenti che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
12 giugno 1985 21 giugno 1990 Adriano Bongiovanni Democrazia Cristiana Sindaco [8]
21 giugno 1990 24 aprile 1995 Adriano Bongiovanni Democrazia Cristiana Sindaco [8]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Emilio Cravanzola - Sindaco [8]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Emilio Cravanzola - Sindaco [8]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Carla Boffa lista civica Sindaco [8]
8 giugno 2009 27 maggio 2014 Franco Artusio lista civica Sindaco [8]
27 maggio 2014 26 maggio 2019 Franco Artusio lista civica: uniti per Guarene Sindaco [8]
27 maggio 2019 "in carica" Simone Manzone lista civica: SiAmo Guarene Sindaco [8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Guarene, decreto 1952-07-05 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su dati.acs.beniculturali.it, Archivio centrale dello Stato, Ufficio araldico - Fascicoli comunali, busta 255, fascicolo 3773.6. URL consultato il 5 settembre 2021.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Dato Istat al 31/12/2017, su demo.istat.it. URL consultato il 22 agosto 2018.
  7. ^ Dati superiori alle 20 unità
  8. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN129190566
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte