Trinità (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trinità
comune
Trinità – Stemma Trinità – Bandiera
Trinità – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoErnesta Zucco (lista civica) dal 26-5-2014 (2º mandato dal 27-5-2019)
Territorio
Coordinate44°30′29.8″N 7°45′28.43″E / 44.508277°N 7.757897°E44.508277; 7.757897 (Trinità)Coordinate: 44°30′29.8″N 7°45′28.43″E / 44.508277°N 7.757897°E44.508277; 7.757897 (Trinità)
Altitudine383 m s.l.m.
Superficie28,34 km²
Abitanti2 230[1] (31-8-2020)
Densità78,69 ab./km²
FrazioniMolini, San Giovanni Perucca, Savella, Isola
Comuni confinantiBene Vagienna, Fossano, Magliano Alpi, Sant'Albano Stura
Altre informazioni
Cod. postale12049
Prefisso0172
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004232
Cod. catastaleL427
TargaCN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 647 GG[3]
Nome abitantitrinitesi
Patronosan Giorgio
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Trinità
Trinità
Trinità – Mappa
Posizione di Trinità nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Trinità (Trinità in piemontese) è un comune italiano di 2 230 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte.

Il paese si trova nella campagna cuneese, a 30 km da Cuneo e 15 da Mondovì. Il patrono di Trinità è san Giorgio, in autunno si svolge la Fera dij puciu e dij bigat[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante la Seconda guerra mondiale il paese fu bruciato dai tedeschi quando gli americani stavano arrivando al fronte della Repubblica di Salò.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento al merito civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al merito civile
«Piccolo centro del cuneese, durante l'ultimo conflitto mondiale, subì un violento eccidio da parte delle truppe tedesche che spararono sulla popolazione radunata in piazza uccidendo cittadini inermi e procurarono gravi danni incendiando numerosi edifici. L'intera comunità affrontò con coraggio gli orrori della guerra, avviando subito la difficile opera di ricostruzione morale e materiale. Nobile esempio di spirito di sacrificio ed elette virtù civiche.»
— 1944/1945 - Trinità (CN)[5]

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

È presente la chiesa della Santissima Trinità, opera dell'architetto doglianese Giovanni Battista Borra (1750).

La città ha anche un edificio storico: il castello dei conti Costa, situato nella parte alta della città sulla collina dei conti. Oggi è presente un passaggio per il sottostante parco Allea, un antico giardino oggi trasformato in parco pubblico.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è suddiviso tradizionalmente in 4 quartieri:

  • La Madonnina: nella zona di via Roma, è il quartiere commerciale del paese, essendoci la maggior parte delle attività commerciali di Trinità.
  • San Sebastiano: nella zona del Parco Allea è il principale quartiere di ritrovo dei giovani e della vita notturna trinitese, comprende la Bocciofila, un ristorante e il parco Allea.
  • San Giorgio: è il quartiere sulla rocca di Trinità, in questo quartiere non vi sono molte attività commerciali ma è un quartiere principalmente residenziale. Vi si trova il Castello dei Conti Costa.
  • San Giuseppe: è il quartiere più rurale del borgo, dove in passato vivevano gli allevatori e gli agricoltori.

Oltre al capoluogo il comune ingloba anche le frazioni di San Giovanni Perucca, Isola, Molini e Savella.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2017, i cittadini stranieri residenti a Trinità sono 121[7], così suddivisi per nazionalità, elencando per le presenze più significative[8]:

  1. Romania, 52
  2. Marocco, 24

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Trinità è servita dalla fermata Trinità-Bene Vagienna, posta lungo la ferrovia Torino-Fossano-Savona e servita da treni regionali svolti da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Piemonte.

Il paese è posto lungo la Strada statale 28 del Colle di Nava; fra il 1884 e il 1939 tale arteria era percorsa dal binario della tranvia Fossano-Mondovì-Villanova che proprio a Trinità aveva una delle proprie stazioni.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
26 giugno 1985 6 giugno 1990 Pier Franco Giordana Democrazia Cristiana Sindaco [9]
6 giugno 1990 24 aprile 1995 Pier Franco Giordana Democrazia Cristiana Sindaco [9]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Pier Franco Giordana - Sindaco [9]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Ernesta Zucco Brondin lista civica Sindaco [9]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Ernesta Zucco In Brondino lista civica Sindaco [9]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Giuseppe Germanetti lista civica Sindaco [9]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Ernesta Zucco lista civica Per Trinità Sindaco [9]
27 maggio 2019 in carica Ernesta Zucco lista civica Per Trinità Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte dell'Unione Del Fossanese ed è gemellata con Petralia Sottana, in Sicilia.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ La “Fera dij pocio e dij bigat” nel sito "comune.trinita.cn.it"
  5. ^ http://www.quirinale.it/elementi/DettaglioOnorificenze.aspx?decorato=300966
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Dato Istat al 31/12/2017, su demo.istat.it. URL consultato il 25 agosto 2018.
  8. ^ Dati superiori alle 20 unità
  9. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN245846488 · BNF (FRcb144603025 (data)
Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo