Montaldo di Mondovì

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montaldo di Mondovì
comune
Montaldo di Mondovì – Stemma
Montaldo di Mondovì – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoGiovanni Balbo (lista civica) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate44°19′N 7°52′E / 44.316667°N 7.866667°E44.316667; 7.866667 (Montaldo di Mondovì)Coordinate: 44°19′N 7°52′E / 44.316667°N 7.866667°E44.316667; 7.866667 (Montaldo di Mondovì)
Altitudine796 m s.l.m.
Superficie23,58 km²
Abitanti563[1] (30-11-2017)
Densità23,88 ab./km²
FrazioniS. Anna Collarea, Corsaglia, Pra, Corsagliola, Villero, Deviglia, Oberti, Roamarenca, Calupo, Roapiana, Uvaglio, Vissi, Borio, Quartiere, Cantone, Piazza.
Comuni confinantiFrabosa Soprana, Monastero di Vasco, Roburent, Torre Mondovì, Vicoforte
Altre informazioni
Cod. postale12080
Prefisso0174
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004134
Cod. catastaleF405
TargaCN
Cl. sismicazona 3A (sismicità bassa)
Cl. climaticazona F, 3 307 GG[2]
Nome abitantimontaldesi
PatronoMaria Vergine Assunta
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montaldo di Mondovì
Montaldo di Mondovì
Sito istituzionale

Montaldo di Mondovì (Montàud dël Mondvì in piemontese) è un comune italiano di 563 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte. Fa parte dell'Unione Montana Valli Monregalesi[3]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del comune è principalmente montuoso, a valle inizia dalla confluenza del torrente Roburentello con il Corsaglia. La prima parte del territorio si incunea praticamente fra queste due vallate. L'unica eccezione "pianeggiante" risulta essere l'altopiano della valle del fiume Corsaglia. Il Capoluogo, (Piazza) ha un'altitudine di circa 800 metri s.l.m.

Notizie storiche[modifica | modifica wikitesto]

Abitato da tribù di Ligures Montani sin dal secolo XI a.C., venne occupato dai Romani, di questo periodo si trovano alcune tracce, soprattutto nella Borgata Roamarenca.

Scavi archeologici nell'aerea dell'antico castello medioevale, del quale oggi permangono scarsi ruderi, ma praticamente quasi scomparso, hanno portato alla luce resti del secolo IV e II a.C., dell'età del ferro.

Scarsissime, per non dire assenti, notizie nell'Alto Medioevo.

Prima documentazione nel 1041 in un diploma imperiale, Enrico III, che segnala la donazione di”Heremitorium Sancti Ambroxii quod dicitur Monsaltus” a favore del Vescovo di Asti Pietro II.

Famiglia signorile, molto probabilmente dello stesso ceppo di quella di Roburent, compare per la prima volta nel 1212, con Rodolfo. L'importanza ed il potere di questa famiglia, i di Montaldo, mano a mano scema. Viene in seguito infeudato ai Fauzone, ai Perlasco ed ai Rangone-Collalto.

Subisce i maggiori danni durante le due cosiddette guerre del sale. Nel 1698 viene smembrato, da parte del ducato sabaudo, il Distretto di Mondovì, del quale il territorio faceva parte.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Assunzione Maria Vergine (Capoluogo) Chiesa Parrocchiale
  • Sant'Anna e San Gioacchino (Sant'Anna Collarea) Chiesa Parrocchiale
  • San Rocco (Roamarenca)
  • San Giovanni (Oberti) Chiesa Parrocchiale
  • Romitorio di Sant'Ambrogio (Camerano)
  • San Giuseppe (Roapiana)
  • San Giorgio (Camerano)
  • San Sebastiano (Roapiana)
  • Spirito Santo (Uvaglio)
  • Santa Lucia (Calupo Soprano)
  • San Bartolomeo (Calupo Sottano)
  • San Lorenzo (Deviglia)
  • Sant'Andrea (Villero)
  • Madonna delle Grazie (Sant'Anna-Gariè)
  • Sant'Antonio Confraternita dei Disciplinanti (Capoluogo)
  • Sant'Antonio da Padova (Cantone)
  • Cappella privata di Sant'Antonio (Torre Sibilla-Corsagliola)
  • San Salvatore (Sant'Anna-San Salvatore)
  • Cappella della Maddalena (Pra-Vernagli)
  • Oratorio privato di San Costanzo (Roadivolpi).

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Ponte Romano, sul Roburentello,(Località Cava di Gneiss-Pradera).
  • Ponte Soprano, sul Corsaglia, (Località Oberti).
  • Resti archeologici e del Castello medioevale (Capoluogo).
  • Casa Cavallo Municipio (Capoluogo).
  • Torre Sibilla (Corsagliola)
  • Borgata di impianto medioevale (Roamarenca).
  • Case Boglio (oggi Lombardi-Restagno già Magnaldi, Biffi-Musso) (Roapiana).
  • Casa Robresti-Magnaldi (oggi Briatore Pagliano) (Roadevolpi).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

=

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Vittorio Vassallino 1946/1958 Giacomo Briatore inizio=1958/ fine= 1963 Giacinto Ricca inizio=1963/ Fine= 1968
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1968 1975 Luigi Ferreri (ff) Democrazia Cristiana Sindaco [5]
1980 1985 Giorgio Maria Lombardi Democrazia Cristiana Sindaco [5]
25 giugno 1985 15 giugno 1990 Giorgio Maria Lombardi Democrazia Cristiana Sindaco [5]
15 giugno 1990 22 luglio 1990 Giorgio Maria Lombardi Democrazia Cristiana Sindaco [5]
22 luglio 1990 24 aprile 1995 Angelo Ricca Democrazia Cristiana Sindaco [5]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Angelo Ricca lista civica Sindaco [5]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Angelo Ricca - Sindaco [5]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Angelo Luigi Maria Dho lista civica Sindaco [5]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Angelo Luigi Maria Dho lista civica Sindaco [5]
26 maggio 2014 in carica Giovanni Balbo lista civica: Montaldo Sindaco [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese, su vallinrete.org. URL consultato l'11 maggio 2011.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d e f g h i j http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN156082010
Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo