Ruffia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ruffia
comune
Ruffia – Stemma Ruffia – Bandiera
Ruffia – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoCristian Ruffino (lista civica) dal 27-5-2019
Data di istituzione1947[1]
(ricostituzione)
Territorio
Coordinate44°42′N 7°36′E / 44.7°N 7.6°E44.7; 7.6 (Ruffia)
Altitudine282 m s.l.m.
Superficie7,51 km²
Abitanti357[2] (31-8-2020)
Densità47,54 ab./km²
Comuni confinantiCavallerleone, Cavallermaggiore, Monasterolo di Savigliano, Murello, Scarnafigi, Villanova Solaro
Altre informazioni
Cod. postale12030
Prefisso0172
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004198
Cod. catastaleH633
TargaCN
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[3]
Cl. climaticazona E, 2 665 GG[4]
Nome abitantiruffiesi
PatronoCorpi santissimi
Giorno festivo25 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ruffia
Ruffia
Ruffia – Mappa
Territorio comunale di Ruffia nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Ruffìa (Rufìa[5] in piemontese, pronuncia [ry'fia]) è un comune italiano di 357 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte.

Castello di Ruffia[modifica | modifica wikitesto]

Il castello di Ruffia fu prima possedimento dei Falletti, poi dei Del Carretto e infine passò ai Cambiano (o Cambiani) di Ruffia che lo controllarono fino alla fine del Settecento.

Nel XVI secolo nel castello fu attivo il pittore e scultore Lorenzo Pascale, figlio di Oddone. Lorenzo Pascale dipinse la cappella dell'Annunziata e un padiglione del giardino del castello.

Il castello oggi si presenta con forme più sei-settecentesche, ma si possono ancora riconoscere gli elementi più puramente medioevali e rinascimentali.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Giampiero Boaglio lista civica sindaco 1º mandato
2009 2014 Giampiero Boaglio lista civica sindaco 2º mandato
2014 2019 Giampiero Boaglio lista civica sindaco 3º mandato
2019 in carica Cristian Ruffino lista civica sindaco 1º mandato

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2017, i cittadini stranieri residenti a Ruffia sono 43[7], così suddivisi per nazionalità, elencando per le presenze più significative[8]:

  1. Romania, 20

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ LEGGE 4 agosto 1951, n. 1123 : 29 marzo 1947, n. 345: Ricostituzione dei comuni di Lequio Tanaro, Bergolo, Scarnafigi, Ruffia, Torre Bormida e Camo (Cuneo).
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  5. ^ Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani (DETI), di Teresa Cappello e Carlo Tagliavini, Bologna, ed. Pàtron, 1981
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Dato Istat al 31/12/2017, su demo.istat.it. URL consultato il 25 agosto 2018.
  8. ^ Dati superiori alle 20 unità

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN240583554
Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo