Scarnafigi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scarnafigi
comune
Scarnafigi – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
Sindaco Riccardo Ghigo (lista civica) dal 26/05/2014
Data di istituzione 1947[1]
(Ricostituzione)
Territorio
Coordinate 44°41′N 7°34′E / 44.683333°N 7.566667°E44.683333; 7.566667 (Scarnafigi)Coordinate: 44°41′N 7°34′E / 44.683333°N 7.566667°E44.683333; 7.566667 (Scarnafigi)
Altitudine 296 m s.l.m.
Superficie 30,5 km²
Abitanti 2 176[2] (31-12-2014)
Densità 71,34 ab./km²
Frazioni Fornaca,Grangia
Comuni confinanti Lagnasco, Monasterolo di Savigliano, Ruffia, Saluzzo, Savigliano, Torre San Giorgio, Villanova Solaro
Altre informazioni
Cod. postale 12030
Prefisso 0175
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004217
Cod. catastale I512
Targa CN
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti scarnafigesi
Patrono Corpi santissimi
Giorno festivo ultima domenica di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Scarnafigi
Scarnafigi
Sito istituzionale

Scarnafigi (Scarnafis in piemontese) è un comune italiano di 2.176 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
20 giugno 1985 19 maggio 1990 Giovanni Bergesio Democrazia Cristiana Sindaco [4]
19 maggio 1990 24 aprile 1995 Fernando Arnolfo Democrazia Cristiana Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Pierino Battisti - Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Pierino Battisti lista civica Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Mario Lovera lista civica Sindaco [4]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Mario Lovera centro-destra Sindaco [4]
26 maggio 2014 in carica Riccardo Ghigo lista civica: impegno per Scarnafigi Sindaco [4]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1882 e il 1950 il comune fu servito dalla tranvia Torino-Saluzzo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ LEGGE 4 agosto 1951, n. 1123 : 29 marzo 1947, n. 345: Ricostituzione dei comuni di Lequio Tanaro, Bergolo, Scarnafigi, Ruffia, Torre Bormida e Camo (Cuneo).
  2. ^ Fonte:Corriere di Savigliano
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/
Controllo di autorità VIAF: (EN243838769
Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo