Martiniana Po

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martiniana Po
comune
Martiniana Po – Stemma Martiniana Po – Bandiera
Martiniana Po – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoBruno Allasia (lista civica) dal 17-5-2011
Territorio
Coordinate44°37′36″N 7°21′59″E / 44.626667°N 7.366389°E44.626667; 7.366389 (Martiniana Po)Coordinate: 44°37′36″N 7°21′59″E / 44.626667°N 7.366389°E44.626667; 7.366389 (Martiniana Po)
Altitudine478 m s.l.m.
Superficie13,28 km²
Abitanti720[1] (31-8-2020)
Densità54,22 ab./km²
Comuni confinantiBrondello, Brossasco, Gambasca, Isasca, Rifreddo, Revello
Altre informazioni
Cod. postale12030
Prefisso0175
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004121
Cod. catastaleE988
TargaCN
Cl. sismicazona 3s (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 885 GG[3]
Nome abitantimartinianesi
PatronoMadonna delle Grazie
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Martiniana Po
Martiniana Po
Martiniana Po – Mappa
Posizione di Martiniana Po nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Martiniana Po (Martinian-a in piemontese, Martinhana in occitano) è un comune italiano di 720 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte.

Si trova in bassa Valle Po.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'epoca longobarda vi operarono i monaci della potente abbazia di San Colombano di Bobbio ed al suo ricco feudo reale ed imperiale monastico[4][5][6], cui dipese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona, mentre in seguito dall'VIII secolo la gestione delle valli Po, Bronda, Infernotto e Varaita sarà poi organizzata dall'abbazia di Pagno.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune di Martiniana Po è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica del 27 ottobre 1994.[7]

«Troncato: il primo, ritroncato di rosso e di argento, alla lettera maiuscola M, attraversante, di azzurro; il secondo, scaccato d'oro e di nero, di tre tiri e di diciotto pezzi. Ornamenti esteriori da Comune.»

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Museo del Piropo e sito geologico di ritrovamento dei Piropi (formazione geologica ovoidale tipica di Martiniana Po).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2004 vi si svolge la Sagra dei piccoli frutti intesa a far conoscere la produzione locale di mirtillo gigante, ribes bianco e rosso, lampone e fragoline.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
10 luglio 1988 7 giugno 1993 Giacomo Barra Democrazia Cristiana Sindaco [9]
7 giugno 1993 28 aprile 1997 Enzo Desco Democrazia Cristiana Sindaco [9]
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Enzo Desco lista civica Sindaco [9]
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Giovanna Carolina Zetti[10] lista civica Sindaco [9]
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Giovanna Carolina Zetti[10] lista civica Sindaco [9]
16 maggio 2011 in carica Bruno Allasia lista civica: insieme per continuare a costruire e crescere Sindaco [9]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune faceva parte della Comunità montana Valli Po, Bronda, Infernotto e Varaita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia
  5. ^ Eleonora Destefanis, Il monastero di Bobbio in età altomedievale.
  6. ^ C. Cipolla e G. Buzzi, Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII, volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma, 1918.
  7. ^ Martiniana Po, decreto 1994-10-27 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su dati.acs.beniculturali.it. URL consultato il 5 settembre 2021.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ a b c d e f http://amministratori.interno.it/
  10. ^ a b Deceduta il 5 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte