Cigliè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cigliè
comune
Cigliè – Stemma
Cigliè – Bandiera
Cigliè – Veduta
Cigliè – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.svg Cuneo
Amministrazione
SindacoAdriano Ferrero (lista civica) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate44°26′N 7°56′E / 44.433333°N 7.933333°E44.433333; 7.933333 (Cigliè)
Altitudine549 m s.l.m.
Superficie6,12 km²
Abitanti188[1] (31-12-2020)
Densità30,72 ab./km²
Comuni confinantiBastia Mondovì, Clavesana, Mondovì, Niella Tanaro, Rocca Cigliè
Altre informazioni
Cod. postale12060
Prefisso0174
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004069
Cod. catastaleC681
TargaCN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 831 GG[3]
Nome abitanticigliesi
PatronoSan Pietro e san Paolo
Giorno festivoultima domenica di giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cigliè
Cigliè
Cigliè – Mappa
Cigliè – Mappa
Posizione di Cigliè nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Cigliè (Sijé in piemontese) è un comune italiano di 188 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte.

Faceva parte della comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del comune sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 22 settembre 2009.[4]

«Inquartato: nel primo e nel quarto, di argento, alla lettera maiuscola C gotica, di azzurro; nel secondo e nel terzo, di porpora pieno. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il gonfalone è un drappo di azzurro.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo è di stile Barocco; fu ampliata in più riprese, lo si può notare dalla costruzione; sicuramente è anteriore alla costruzione della Cappella annessa alla navata sinistra, detta di Sant'Antonio da Padova, fatta erigere da un certo Gio Antonio Coda, che ha sepolcreto in detta Cappella, nel 1664; la costruzione di essa pare sia stata commissionata dal Coda in quanto spinto da pentimento; dopo aver lasciato il paese natio 'CIGLIARO', emigrando oltre oceano, rimpatriò da 'gran signore'; volle lasciare un segno tangibile alla comunità di Cigliè; un importante documento è la donazione, da lui fatta, all'altare della Cappella; vi sono pubblici instrumenti, rogati dal notaio Bocconelli il 15 settembre 1655; un secondo è datato 30 gennaio 1660; vi si afferma che Gio Antonio Coda donava la somma necessaria per costruire la Cappella e ornarla con splendore (ricevette il benestare dell'allora Papa Innocenzo X) Nel 1654, il 6 ottobre, nella casa del donante, alla presenza del parroco reggente della Chiesa di Cigliè, Don Giuseppe Bruno, testimone Francesco Restagno e lo stesso donante, sempre per mano del notaio Bocconelli, Gio Antonio Coda, dopo aver fatto costruire la Cappella, donò all'Altare di quest'ultima la somma necessaria per celebrare una messa quotidiana; al parroco, che si sarebbe occupato di celebrare la messa, lasciò la casa, vicino alla Chiesa, costruita ex novo e ben arredata; inoltre lasciò dei “CENSI' (crediti che vantava sulle comunità di Cigliè e di altre località; £ 1.665 dalla comunità di Roccacigliè, 1.079 da quella di Cigliè, 7.862 dalla Comunità di Piozzo); inoltre lasciò circa una decina di ettari di terreno, sul territorio di Cigliè; tale donazione consentì di celebrare una Messa quotidiana, dal 1.665 fino al 31 maggio 1849, quando si estinse il lascito. L'altare dagli eredi Coda - ora Restagno - con l'istrumento rogato Vassallo fu ceduto, dai beneficiant,i all'amministrazione parrocchiale, mediante pagamento di Franchi 400; la stessa amministrazione prese in carico l'altare ed ebbe la dispensa per fare celebrare una messa al mese, anziché al giorno.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
26 giugno 1985 8 giugno 1990 Giovanni Battista Peisino Democrazia Cristiana Sindaco [6]
8 giugno 1990 24 aprile 1995 Giovanni Battista Peisino lista civica Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Giuseppe Marengo lista civica Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Giuseppe Marengo - Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Giovanni Sciolla lista civica Sindaco [6]
8 giugno 2009 26 maggio 2019 Giovanni Sciolla - Sindaco [6]
26 maggio 2019 in carica Adriano Ferrero lista civica Sindaco [6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat, su demo.istat.it. URL consultato il 28 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 27 luglio 2020).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Cigliè (Cuneo) D.P.R. 22.09.2009 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato il 9 agosto 2022.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246315674 · WorldCat Identities (ENviaf-246315674
  Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo