Scagnello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scagnello
comune
Scagnello – Stemma Scagnello – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoDaniele Garelli (lista civica) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate44°20′N 7°59′E / 44.333333°N 7.983333°E44.333333; 7.983333 (Scagnello)Coordinate: 44°20′N 7°59′E / 44.333333°N 7.983333°E44.333333; 7.983333 (Scagnello)
Altitudine748 m s.l.m.
Superficie9,39 km²
Abitanti185[1] (31-8-2020)
Densità19,7 ab./km²
Comuni confinantiBattifollo, Ceva, Lisio, Mombasiglio, Monasterolo Casotto
Altre informazioni
Cod. postale12070
Prefisso0174
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004216
Cod. catastaleI484
TargaCN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 243 GG[3]
Nome abitantiscagnellesi
Patronosan Giovanni Battista
Giorno festivo24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Scagnello
Scagnello
Scagnello – Mappa
Posizione di Scagnello nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Scagnello (Scagnel in piemontese) è un comune italiano di 185 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima notizia certa riguardo all'esistenza del paesello piemontese risale al 20 aprile 1241, e riguarda una divisione patrimoniale tra i Marchesi di Ceva, in cui venne stabilito che il territorio di Scagnello, già in possesso del Marchese Pagano di Ceva, spettasse ai fratelli Manuele e Giorgio, a condizione che ne richiedessero l'investitura al vescovo di Alba. Passò poi nel 1295 al vescovo di Asti e nel 1381 a Galeazzo Visconti, fino ad entrare a far parte, nel secolo XVI, del Ducato di Savoia. Nel corso dei secoli il feudo di Scagnello fu smembrato e soggetto a molti signori.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del comune di Scagnello è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica del del 1º agosto 1995.[4]

«Troncato: nel primo, di azzurro, ai tre sgabelli di rosso, male ordinati, di fronte, ognuno con due gambe visibili, arcuate, con i piedi aguzzi, forate del campo a foggia di piccola mezzaluna crescente; nel secondo, fasciato d'oro e di nero. Ornamenti esteriori del Comune»

(D.P.R. del 1º agosto 1995)

Gli sgabelli (scagnelli) sono un'arma parlante; le fasce d'oro e di nero sono riprese dall'emblema del Marchesato di Ceva.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • La parrocchiale di san Giovanni Battista: la chiesa appare di recente costruzione, nonostante la notizia più vecchia risalga al 1637; dal 1878 al 1880 la parrocchiale fu ampliata e fu innalzata l'attuale facciata su disegno di Bartolomeo Unia, ancora grezza ed incompiuta. Un portale ad arco di laterizia, di forme barocche, antistante la chiesa, reca la data del 1714.

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • La torre di Scagnello: posta all'altitudine di 838 metri, la torre altro non è che ciò che resta dell'antico castello di Scagnello, costruito nel XII secolo, che si estendeva su circa 8.000 metri quadrati e fu tenuto da signorie legate in vario modo a Ceva.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • I Magnin - Carnevale in festa (venerdì grasso)
  • Festa del TARTUFO NERO e dei prodotti tipici della Val Mongia (secondo fine settimana di marzo)
  • Mostra cinofila (1º maggio)
  • Festa degli Scagnellesi (prima domenica di agosto)

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
7 giugno 1985 19 maggio 1990 Aldo Garitta lista civica Sindaco [6]
19 maggio 1990 24 aprile 1995 Aldo Garitta Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Aldo Garitta centro Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Aldo Garitta centro Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Ivo Borgna lista civica Sindaco [6]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Ivo Borgna - Sindaco [6]
26 maggio 2014 in carica Ivo Borgna lista civica: il campanile Sindaco [6]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Scagnello fece parte della comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Scagnello, decreto 1995-08-01 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su dati.acs.beniculturali.it. URL consultato il 28 settembre 2021.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/
  7. ^ Comunità montana Alto Tanaro Cebano Monregalese, su vallinrete.org. URL consultato il 12 maggio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo