Bosia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bosia (disambigua).
Bosia
comune
Bosia – Stemma Bosia – Bandiera
Bosia – Veduta
Panorama di Bosia in una cartolina d'epoca.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
SindacoEttore Secco (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate44°36′N 8°09′E / 44.6°N 8.15°E44.6; 8.15 (Bosia)
Altitudine484 m s.l.m.
Superficie5,54 km²
Abitanti183[1] (31-8-2020)
Densità33,03 ab./km²
FrazioniRutte
Comuni confinantiBorgomale, Castino, Cortemilia, Cravanzana, Lequio Berria, Torre Bormida.
Altre informazioni
Cod. postale12050
Prefisso0173
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004026
Cod. catastaleB079
TargaCN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 915 GG[3]
Nome abitantibosiesi
Patronosan Nazario
Giorno festivo31 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bosia
Bosia
Bosia – Mappa
Posizione di Bosia nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

Bosia (Beusia in piemontese) è un comune italiano di 181 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte.

Il comune faceva parte della comunità montana Alta Langa e Langa delle Valli Bormida e Uzzone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Giorgio Mario Dolcetti Indipendente Sindaco [5]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Flavio Vola lista civica Sindaco [5]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Domenico Chiola lista civica Sindaco [5]
26 maggio 2014 in carica Ettore Secco lista civica: per il bene di Bosia Sindaco [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN138231930
Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo