Cristina D'Avena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cristina D'Avena
Crist NF MM.jpg
Cristina D'Avena in concerto
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Musica per bambini
Periodo di attività musicale1968 – in attività
Etichetta
Album pubblicati313
Sito ufficiale

Cristina D'Avena (Bologna, 6 luglio 1964) è una cantante, attrice e conduttrice televisiva italiana, nota interprete di sigle di cartoni animati.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Alfredo, medico pugliese originario di Apricena (FG) e di Ornella, casalinga marchigiana originaria di Jesi (AN)[1][2], esordisce all'età di 3 anni e mezzo cantando Il valzer del moscerino allo Zecchino d'Oro 1968, dove si aggiudica il terzo posto[2][3]; tre anni dopo partecipa nuovamente con È fuggito l'agnellino in coppia con Marlena D'Ambrosio. Dopo queste esperienze rimane all'Antoniano come componente del Piccolo Coro fino al 1976[2][4], ma continuerà a frequentarlo per altri cinque anni accompagnando la sorella Clarissa[5], nata 10 anni dopo di lei[1], anche lei diventata nel frattempo componente del coro[5], che partecipa come concorrente nel 1978 con E l'arca navigava.

Nel 1981 incide la sua prima sigla per un cartone animato: Bambino Pinocchio, scritta da Luciano Beretta e Augusto Martelli per la serie animata giapponese Pinocchio[6], trasmessa a partire dall'anno dopo su Canale 5; in seguito ha dichiarato di essere stata chiamata a eseguirla da Giordano Bruno Martelli[7], mentre invece secondo Mariele Ventre, direttrice del Piccolo Coro dell'Antoniano, sarebbero stati i frati a segnalarla a Canale 5[8].

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò a pubblicare numerosi singoli e album che complessivamente hanno venduto, al 2018, un totale di oltre 7 milioni di copie, in particolare grazie alle due serie Fivelandia (raccolta annuale di tutte le sigle di cartoni animati trasmessi dalle reti Fininvest a partire dal 1983) e Cristina D'Avena con i tuoi amici in TV (best of aperiodici della cantante dal 1987 al 2008) dalla casa discografica Five Record. Fra le canzoni dei primi anni, la Canzone dei Puffi del 1982 (suo primo Disco d'oro per le oltre 500.000 copie vendute) e Kiss Me Licia del 1985 (Disco di platino per le oltre 200.000 copie vendute del relativo album). Nel frattempo studia Medicina e Chirurgia all'Università di Bologna.

Dal 1983 fino al 2000 ha preso parte ripetutamente alla trasmissione Bim bum bam come guest star[9]. A partire dal settembre 1986 inizia inoltre la carriera di attrice, interpretando Licia nella serie di telefilm per ragazzi Love Me Licia, basata sulla protagonista e sui personaggi dell'anime Kiss Me Licia; seguirono Licia dolce Licia nella primavera 1987, Teneramente Licia nell'autunno 1987 e Balliamo e cantiamo con Licia nella primavera 1988. Durante l'ultima puntata di Balliamo e cantiamo con Licia, Cristina D'Avena compare nel ruolo di sé stessa annunciando la sua intenzione di metter su una band musicale: pochi mesi dopo viene trasmessa Arriva Cristina, cui seguiranno Cristina nell'autunno 1989, Cri Cri nella stagione 1990-91 e Cristina, l'Europa siamo noi nell'autunno 1991. La terza serie Cri Cri si compone di due stagioni da 36 episodi l'una, mentre la quarta Cristina, l'Europa siamo noi viene trasmessa da Rete 4, anziché da Italia 1, alle ore 19:00. Come già avvenuto per le quattro serie di Licia, per ognuno di questi telefilm Five Record pubblica un disco contenente la sigla e tutti i brani cantati all'interno degli episodi: i primi tre album diventano Dischi di Platino per aver venduto oltre 200.000 copie ciascuno.

Nel 1987 la D'Avena registra la versione in lingua francese della sigla italiana Lovely Sara (da lei interpretata pochi mesi prima), destinata ad accompagnare la messa in onda di Princesse Sarah, il primo cartone animato a essere trasmesso su La Cinq.

Dalla fine degli anni '80 la D'Avena inizia un'ultradecennale e praticamente ininterrotta serie di esibizioni dal vivo in numerosi luoghi, dalle grandi arene ai centri commerciali alle feste in piazza fino ai piccoli locali. Nel novembre 1989 e 1990 tiene due concerti al PalaTrussardi di Milano a cui assistettero un totale di circa 20.000 spettatori, mentre quello del 1992 al FilaForum di Assago radunò 13.000 persone in sala e 3.000 all'esterno.

Nel 1989 inizia inoltre l'attività di conduttrice televisiva e radiofonica col varietà del sabato sera di Canale 5 Sabato al circo, che vinse il Telegatto nella categoria Programmi per ragazzi. La trasmissione proseguirà per quattro anni, fino al 1992, quando cambia titolo, rete e giorno di programmazione e diventa Il grande circo di Rete 4. Assieme a Gerry Scotti, Cristina D'Avena presenta lo speciale di Capodanno 1989 di Canale 5, L'allegria fa 90, e quello del 1990, Evviva l'allegria.

Anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Grazie al successo delle prime prove come conduttrice, nei primi anni 1990 Cristina D'Avena viene scelta per numerosi programmi. Dall'8 novembre 1992 conduce su Italia 1 Cantiamo con Cristina, la versione per bambini del Karaoke di Fiorello in onda alle ore 20:00 della domenica: in ogni puntata si affrontano due squadre che si sfidano sulle note delle sue sigle. Nella stagione 1993/1994 partecipa alla sesta edizione di Buona Domenica al fianco di Gerry Scotti e Gabriella Carlucci, conducendo Radio Cristina, la rubrica di commento a lettere e fax inviati dai bambini, ed esibendosi in alcuni numeri musicali e di danza (in questi spazi ha anche modo di eseguire le canzoni dell'album Cristina canta Disney fresco di pubblicazione). Nella quinta edizione di La sai l'ultima?, in onda su Canale 5 nella stagione televisiva 1995/1996 condotta da Gerry Scotti e Paola Barale, ottiene il ruolo di inviata speciale in giro per l'Italia. A partire dal 15 settembre 1996 conduce per due anni di seguito, alternandosi settimanalmente con Pietro Ubaldi, il contenitore di cartoni animati e giochi telefonici Game Boat in onda tutti i giorni nel preserale di Rete 4; in questo periodo viene inoltre pubblicato il quattordicesimo capitolo di Fivelandia, uno dei maggiori successi della cantante premiato con il disco di platino per le oltre 100.000 copie vendute.

Pur continuando la sua attività di cantante per le reti Mediaset, dal 1998 Cristina D'Avena lavora come conduttrice in Rai, prima allo Zecchino d'Oro per tre anni fino al 2000 in qualità di co-conduttrice al fianco di Cino Tortorella e Milly Carlucci, e poi dall'autunno 1998 con Andrea Pezzi conduce il varietà del venerdì sera di Rai 2 Serenate, ideato da Fabio Fazio che inizialmente doveva esserne il conduttore. Nel 1999 e 2000 conduce su Rai 1 due edizioni di Concerto di Primavera ad aprile e Buon Natale a tutto il mondo a dicembre.

In questo decennio, inoltre, la fama della D'Avena esce dai confini televisivi. Nel 1994 Mina inserisce nel suo album Canarino mannaro una cover di una canzone scritta da suo figlio Massimiliano Pani e originariamente cantata da Cristina D'Avena nel 1988 con il titolo Sempre attento al regolamento; per l'occasione, titolo e testo furono modificati e la canzone divenne Tu dimmi che città. Nel 1998 la D'Avena appare in un cameo del film Cucciolo di Neri Parenti in cui interpreta sé stessa.

Anni duemila[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2002 la cantante festeggia 20 anni di carriera con la pubblicazione del doppio album Greatest Hits, che raccoglie i suoi più grandi successi e include una nuova versione, riarrangiata e reinterpretata per l'occasione, della sua prima sigla Bambino Pinocchio. Nel giorno d'uscita del disco, il 6 dicembre, la rete televisiva satellitare Video Italia le dedica, in prima serata e in diretta contemporanea su Radio Italia, una puntata di oltre due ore della sua trasmissione Serata con... dall'Auditorium di Cologno Monzese, durante la quale esegue dal vivo numerosi brani dell'album.

Il nome e la carriera della D'Avena sono stati professionalmente e umanamente legati per oltre 20 anni in modo indissolubile a quello di Alessandra Valeri Manera, responsabile dei programmi per ragazzi del Gruppo Mediaset dal 1980 al 2001 e de facto talent scout e creatrice del personaggio "Cristina D'Avena". La Valeri Manera è stata anche ideatrice, autrice, direttrice artistica e produttrice di tutti i lavori della cantante, sebbene dal 2004 la sua attività si sia ridotta a una composizione saltuaria dei testi di sigle. Dal 2001 la produzione discografica della D'Avena viene affidata a Paolo Paltrinieri, manager della Divisione Musicale R.T.I., che da lì in avanti riuscirà a vendere quasi un milione di copie di dischi nuovi e vecchi (riedizioni) della D'Avena. In coppia con la Valeri Manera, nel 2002, la D'Avena scrive per la prima volta le parole di una sua canzone dal titolo I colori del cuore, mentre nel 2007 firma il suo primo testo come autrice unica per la sigla del cartone animato Dolce piccola Remi, a cui ne seguiranno varie altre.

Il 14 aprile 2007, al Roxy Bar di Bologna, Cristina D'Avena celebra 25 anni di carriera con un concerto-evento accompagnata dal gruppo rock Gem Boy, con il quale inaugura una collaborazione duratura e mai interrotta[10]. In questa occasione riceve da Red Ronnie il Premio Gandhi 9.11, un totem luminoso creato dall'artista Marco Lodola e destinato a quei personaggi che si sono maggiormente distinti come portatori di pace.

In questa fase della sua carriera, nonostante da tempo non abbia più un programma condotto da lei, la cantante continua ad apparire in televisione accettando gli inviti di numerose trasmissioni Rai e Mediaset che la chiamano per interviste o esibizioni. Nella puntata del 16 febbraio 2008 del programma di prima serata di Rai 1 I migliori anni si registra un picco di ascolti pari a 7.618.000 telespettatori proprio nel momento della sua partecipazione allo show, in cui canta dal vivo la sigla di Kiss Me Licia[11].

Nel 2008 Cristina D'Avena debutta come scrittrice pubblicando libri per bambini nella collana Le fiabe di Fata Cri di cui la cantante è autrice e narratrice; i primi due volumi sono intitolati Fata Cri e i draghetti pasticcioni e Fata Cri e il ballo degli scoiattoli; quest'ultimo venderà circa 37.500 copie.

Cristina D'Avena in concerto all'Atlantico Live di Roma nel dicembre 2011.

Dopo aver scritto e interpretato la sigla della serie animata Twin Princess - Principesse gemelle, il suo primo singolo a essere commercializzato come download digitale, e dopo aver pubblicato altri due libri per bambini della serie di Fata Cri dal titolo Il mistero della principessa e Il mostro birbone, nel 2009 pubblica per la prima volta un disco non di sigle TV e rivolto al pubblico generalista: Magia di Natale, in cui reinterpreta 12 brani della tradizione natalizia arrangiati dal maestro Valeriano Chiaravalle, fra cui per la prima volta anche brani in lingua inglese come Childhood di Michael Jackson e The Prayer di Céline Dion[12].

Anni duemiladieci[modifica | modifica wikitesto]

Anche durante tutti gli anni 2010 la cantante continua a tenere concerti in tutta Italia da solista, con i Gem Boy o con varie cover band.

Il 21 gennaio 2010 torna a lavorare in TV: è nel cast della seconda edizione del programma di prima serata di Italia 1 Matricole & Meteore, con il doppio ruolo di ospite fissa e inviata speciale[13][14][15][16]. Dal 28 febbraio dello stesso anno è testimonial di Intervita ONLUS, organizzazione umanitaria internazionale impegnata in progetti di sviluppo nel sud del mondo attraverso il sostegno a distanza.

In autunno, la casa discografica della cantante decide di ristampare su CD le colonne sonore delle otto serie di telefilm registrati negli anni ottanta, raccogliendole in due box multidisco intitolati Licia e i Bee Hive Story e Arriva Cristina Story.

A gennaio 2011 incide una sigla insieme ad Alessia Volpicelli, piccola paziente del C.R.O. (Centro di Riferimento Oncologico) di Aviano; il pezzo, di cui la D'Avena è anche autrice, è la sigla per la serie TV Emily della Luna Nuova. Nello stesso periodo firma anche il testo di una canzone per uno dei concorrenti del programma televisivo Io canto: si tratta del brano Tutto quello che ho, incluso nell'album d'esordio di Simone Frulio dal titolo Tredici.

L'anno successivo la cantante torna in TV su Super! (canale televisivo per ragazzi edito da De Agostini), dove conduce per tutta l'estate Karaoke Super Show!, prima produzione originale del canale. Il 2012 è anche l'anno del trentesimo anniversario del debutto artistico di Cristina D'Avena: per la ricorrenza, nel dicembre 2011 viene aperto il fanclub ufficiale[17], ad aprile 2012 il negozio online[18][19][20][21], e viene avviato il progetto 30 e poi… che include vari eventi e prodotti, fra cui il triplo best of 30 e poi... - Parte prima e il box 30 e poi... - Parte seconda (DVD + CD + libro fotografico).

Nel 2013 su Super! la D'Avena ottiene il programma del mattino Radio Crock'n'Dolls. Durante il Lucca Comics & Games di quell'anno tiene un concerto pubblico a cui partecipano oltre 15'000 spettatori[22].

A marzo 2014 debutta nel mondo della moda lanciando il marchio di calzature My Heart Shoes[23]. Nell'estate dello stesso anno è madrina e presentatrice del concorso canoro per bambini dai 6 ai 16 anni FestivalMar, per il quale scrive e interpreta la sigla omonima[24]. Il 18 novembre pubblica l'edizione deluxe di Magia di Natale con nuove tracce, fra cui Dio fa' qualcosa (dalla colonna sonora del film Il gobbo di Notre Dame)[25][26][27][28][29].

Durante il 2015 vengono pubblicate tre raccolte. Il 24 marzo, in digitale, Cristina D'Avena e i tuoi amici in TV Collection contenente 100 brani, di cui 32 precedentemente disponibili solo su supporto fisico, estratti dalla collana discografica Cristina D'Avena con i tuoi amici in TV[30]; il 30 giugno Fivelandia Story con altri 100 brani, questa volta estratti dalla collana Fivelandia[31] Ad aprile dello stesso anno presta la propria voce all'uccellino Beatrice nella miniserie animata Over the Garden Wall - Avventura nella foresta dei misteri[32][33][34]; infine a novembre 2015 il vinile picture disc Cristina D'Avena. Sempre a novembre l'artista apre il suo profilo Twitter ufficiale, attirando in pochissimo tempo migliaia di followers[35][36][37][38][39][40].

In occasione del ventesimo anniversario della scomparsa di Mariele Ventre, il 13 novembre 2015 esce il singolo Il segreto (per Mariele), cantato assieme al coro Le Verdi Note dell'Antoniano e al Piccolo Coro "Mariele Ventre" dell'Antoniano e accompagnato da un videoclip, il primo per un brano della D'Avena[41].

Il 13 febbraio 2016 Cristina D'Avena partecipa come super-ospite alla serata finale del Festival di Sanremo cantando un medley di successi[2][42][43]. Il 22 luglio esce il doppio CD #le sigle più belle che debutta al terzo posto nella classifica degli album più venduti in Italia[44] Dal 22 settembre la cantante è nel cast del programma TV Colorado su Italia 1[45][46]. L'8 ottobre esce nei cinema il film d'animazione Il trenino Thomas: La grande corsa in cui la D'Avena doppia la voce narrante[47][48].

Il 16 marzo 2017 pubblica sul suo profilo Facebook la canzone Noi Puffi siam così che accompagnerà il film I Puffi - Viaggio nella foresta segreta, nel quale doppia anche il personaggio di Mirtilla. Nel maggio successivo pubblica il singolo L'estate migliore che c'è utilizzato come sigla in occasione del decimo anniversario del Padova Pride Village[49] e cantata il 22 giugno alla serata d'apertura del Summer Festival insieme a un medley di successi[50]. Nel 2017, inoltre, dopo 35 anni di carriera con l'etichetta Five Record/RTI Music, Cristina D'Avena passa alla casa discografica Warner Music Italy prendendo una direzione artistica più generalista: il 10 novembre 2017 esce il disco Duets - Tutti cantano Cristina con alcuni suoi brani riarrangiati e incisi in duetto con 16 big della musica italiana; l'operazione ha grande successo commerciale e raggiunge la vetta alla classifica degli album più venduti, ottenendo il disco d'oro (25.000+ copie) dopo tre settimane e il platino (50.000+ copie) il 2 gennaio 2018[51]; Duets ha reso Cristina D'Avena l'unica donna nella top 20 degli album più venduti in Italia nel 2017[52].

Il 16 febbraio 2018 la D'Avena torna in TV come giurata nella prima edizione di Sanremo Young, teen talent condotto da Antonella Clerici in prima serata su Rai 1. Il 23 novembre esce Duets Forever - Tutti cantano Cristina, seguito di Duets contenente altri 16 duetti con altrettanti big della musica italiana, che viene certificato disco d'oro l'11 febbraio 2019[53].

L'8 febbraio 2019 la cantante è ospite della quarta serata della Festival di Sanremo come duettante con Shade e Federica Carta in Senza farlo apposta, mentre l'8 marzo viene pubblicata Centouno Dalmation Street, prima sigla dell'artista per una serie animata Disney. In estate esce un videoclip animato per My Life Is Going On, sigla del telefilm La casa di carta, in cui la cantante fa un breve cameo abbigliata come i personaggi della serie[54][55].

Anni duemilaventi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2020 la D'Avena collabora con il progetto Italian Stars 4 Life a sostegno della Croce Rossa Italiana cantando con oltre 50 artisti nel brano Ma il cielo è sempre blu, pubblicato l'8 maggio. Il mese seguente annuncia una collaborazione con DJ Matrix e Amedeo Preziosi e il 5 giugno viene pubblicato Faccio la brava, singolo estratto dall'album Musica da giostra - Volume 7 dello stesso DJ. A luglio è tra gli ospiti dell’evento musicale Radio Bruno Estate. Il 3 novembre è sulla copertina della rivista Vanity Fair, mentre il 14 dicembre esce su Audible La bussola magica, un racconto audio composto da dieci podcast narrati dalla D’Avena. Il 24 e il 25 dicembre conduce su Rai 1 assieme a Paolo Belli gli speciali natalizi dello Zecchino d’Oro L'attesa e Lo Zecchino di Natale. Il 28 dicembre si esibisce con un concerto acustico in diretta radiovisiva per RTL 102.5: a seguito del successo riscosso dalla serata viene scelta dall'emittente come conduttrice del programma Chi c'è c'è, chi non c'è non parla a partire dal 9 gennaio successivo. Terminata questa esperienza, passa a R101 e dal 14 aprile fa parte del cast del programma Procediamo di Fernando Proce.

Il 9 giugno 2021 la D'Avena pubblica l'EP digitale Nel cuore solo il calcio, in occasione del Campionato europeo di calcio 2020, rimandato di un anno a causa della pandemia di COVID-19, che in poche ore raggiunge la vetta delle classifiche iTunes e Amazon.

A febbraio 2022 partecipa alla terza edizione de Il cantante mascherato, condotto da Milly Carlucci su Rai 1 prima come concorrente e poi, dopo l'eliminazione, come ospite. Il 10 marzo pubblica il libro Il giardino delle fiabe.

Dall'8 aprile 2022 è inviata della terza edizione del varietà Big Show condotto da Enrico Papi e Scintilla.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Cristina D'Avena.

Dal suo debutto allo Zecchino d'Oro nel 1968, Cristina D'Avena ha raggiunto al 2022 un totale di 313 pubblicazioni e 743 brani, di cui 392 sigle (di cui 12 ancora inedite su supporto fisico o digitale), suddivise a loro volta tra 371 sigle di cartoni animati, 12 sigle di telefilm e nove sigle TV, più 41 remix.

Le sue pubblicazioni sono suddivise in 86 album ufficiali su etichetta Five Record, poi RTI Music, di cui 22 della collana Fivelandia; 21 dal titolo Cristina D'Avena e i tuoi amici in TV; 12 album monografici dedicati alle serie animate, dei quali otto su 33 giri e quattro su CD; otto album monografici dedicati ai telefilm della serie Licia e Cristina; altri 13 album e 28 ristampe e due con Warner Music.

Sono stati pubblicati 12 best of, di cui sei solo in musicassetta e cinque promossi direttamente dall'artista; 84 singoli, di cui 74 in vinile, suddivisi a loro volta in 70 ufficiali, tre promozionali e uno per il mercato francese, e dieci singoli digitali. La cantante è comparsa in 123 compilation, di cui 16 per altre etichette e sei per il mercato francese.[56][57]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fivelandia TV (VHS) (1987)
  • Fivelandia TV 2 (VHS) (1988)
  • Fivelandia TV (VHS + MC) (1991)
  • Cristina per noi (VHS + MC) (1991)
  • Cantiamo con Cristina: Che avventura! (VHS + MC + libretto) (1992)
  • Cantiamo con Cristina: Cuccioli in erba (VHS + MC + libretto) (1992)
  • Cantiamo con Cristina: Che avventura! (VHS promozionale) (1992)
  • Cantiamo con Cristina: Cuccioli in erba (VHS promozionale) (1992)
  • Cantiamo con Cristina: Un mondo di amici (VHS) (1993)
  • Cantiamo con Cristina: Per crescere insieme (VHS) (1993)
  • Cucciolo (VHS) (1998)
  • Roxy Bar nº 24 (DVD promozionale) (2007)
  • Cristina D'Avena Fanclub: 10.11.12 (DVD promozionale) (2013)
  • 30 e poi... Parte seconda (DVD + CD + libro fotografico) (2013)
  • Cristina D'Avena Fanclub: 16.11.13 (DVD promozionale) (2014)
  • Cristina D'Avena Fanclub: 08.11.14 (DVD promozionale) (2015)
  • Love Me Licia (4 DVD) (2015)
  • Cristina D'Avena Fanclub: 14.11.15 (DVD promozionale) (2016)
  • Arriva Cristina (4 DVD) (2016)
  • Licia Dolce Licia (4 DVD) (2017)
  • Cristina D'Avena Fanclub: 12.11.16 (DVD promozionale) (2017)
  • Cristina (4 DVD) (2017)
  • Cristina D'Avena Fanclub: 20.01.18 (DVD promozionale) (2018)
  • Cristina D'Avena Fanclub: 19.01.19 (DVD promozionale) (2019)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Domenica con Cristina (Radio LatteMiele, 1997-1999)
  • Buongiorno Cristina (Radio LatteMiele, 1997-1999)
  • Tutti pazzi per Cristina (con Pietro Ubaldi) (LeoRadio - trasmessa in esclusiva all'interno del parco divertimenti Leolandia, 2015-2017)
  • Chi c’è c’è, chi non c’è non parla (con Barbara Foria e Armando Piccolillo) (RTL 102.5, 2021)
  • Procediamo (con Fernando Proce, Sabrina Bambi e Regina) (R101, dal 2021)

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Editoria[modifica | modifica wikitesto]

  • Love Me Licia (1986) Ed.AMZ
  • Licia Dolce Licia (1987) ED.AMZ
  • Gioca e suona con Cristina (1988), corso di musica
  • Cristina D'Avena presenta "Le Mille e una Fiaba" (1989), introduzione agli episodi della serie Le fiabe son fantasia
  • Gioca e suona con Cristina (valigetta con 1 fascicolo, quattro musicassette e una tastierina) (1991), corso di musica
  • I Tenerissimi (1991)
  • Le Mille e una Fiaba… di Cristina (1993)
  • Cristina racconta "Le più belle storie del mondo" (1994)
  • Fiabissime (1994)
  • Mariele (di Berardo Rossi) (1999)
  • Cristina D'Avena ti guida… (2002)
  • Le fiabe di Fata Cri: Fata Cri e i draghetti pasticcioni (con Mariagrazia Bertarini) (2008)
  • Le fiabe di Fata Cri: Fata Cri e il ballo degli scoiattoli (con Mariagrazia Bertarini) (2008)
  • Le fiabe di Fata Cri: Il mistero della principessa (con Mariagrazia Bertarini) (2009)
  • Le fiabe di Fata Cri: Il mostro birbone (con Mariagrazia Bertarini) (2009)
  • Cartoonlandia: 70 Sigle dei Cartoni di Italia Uno (2009)
  • Mi scrivi la ricetta? (I grandi della musica italiana in cucina) (2010)
  • Cristina D'Avena, 50 anni di sogni (2014)
  • E. Ventura, Walter Benjamin vs Cristina D'Avena. Filosofia dell'intrattenimento per l'infanzia, Arduino Sacco Editore, Roma, 2017.
  • Olivier Fallax, Rui Pascoal, La belle histoire des Génériques Télé - de Goldorak à Pokémon, Ynnis éditions, Paris, 2019.
  • J. Garofalo, F. Ponciroli, Voci animate - I doppiatori dei cartoni animati anni '70, '80 e '90, Edizioni Teaser LAB (2020).
  • Condè Nast, Vanity Fair - Storie del 2020 (2020)
  • La bussola magica (serie audio per Audible (2020)
  • D. Pavesi, G. Maestri C'erano una volta le sigle TV - Siglandia (2021)
  • Il giardino delle fiabe (2022)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Adele Gallotti, Cristina D'Avena: «Da grande voglio fare il medico», in La Stampa, n. 356, 31 dicembre 1993, p. 36.
  2. ^ a b c d Stefania Zizzari, Dal palco dell'Ariston vi farò tornare bambini, in TV Sorrisi e Canzoni, n. 7, 9 febbraio 2016 - I programmi di tutte le reti dal 13 al 19 febbraio 2016, pp. 34-5.
  3. ^ Un'allegra storia di gatti ha vinto lo «Zecchino d'Oro», in La Stampa, n. 68, 20 marzo 1968, p. 7.
  4. ^ Chiara Maffioletti, Il ritorno di Cristina D'Avena: la TV dei bambini che mancava, in Corriere della Sera, 1º agosto 2013, p. 34.
  5. ^ a b Alessandro Aresu, Generazione Bim Bum Bam, Milano, Mondadori, 2012, ISBN 978-88-04-61584-2.
  6. ^ [ Cristina D'Avena – Bambino Pinocchio, su Discogs. URL consultato il 16 marzo 2022.
  7. ^ Intervista Quattro chiacchiere con... Cristina D'Avena di Gianni Soru sul sito Tana delle Tigri.
  8. ^ Marco Marozzi, Mamma Bologna: Profili di cittadini Petroniani tra XX e XXI secolo, in Amo Bologna Tascabili, vol. 62, Bologna, Edizioni Pendragon, 2015, ISBN 8865984538.
  9. ^ Marco Saporiti, La storia di Canale 5. I personaggi, le trasmissioni, la storia che hanno fatto della televisione commerciale un'ammiraglia, Milano, Cerebro Editore, 2011, ISBN 8896782139.
  10. ^ Andrea Conti, I miei primi 25 anni di carriera, su tgcom24.mediaset.it, TGCOM, 12 aprile 2007. URL consultato il 28 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2014).
  11. ^ Analisi Auditel: I Migliori Anni, su tvblog.it, 17 febbraio 2008.
  12. ^ Cristina D’Avena canta Celine per Natale, su Celine Dion Italia. URL consultato il 18 marzo 2022.
  13. ^ Cristina D'Avena torna a lavorare in TV come inviata per Matricole & Meteore, su davidemaggio.it, 19 dicembre 2009.
  14. ^ Da domani sera saranno «Matricole & Meteore» su Italia 1, su davidemaggio.it, 20 gennaio 2010.
  15. ^ Matricole & Meteore - Cristina D'Avena: sarò l'inviata in cerca del Principe Azzurro. E sui bambini in TV vi dico che..., su ilsussidiario.net, 21 gennaio 2010.
  16. ^ Matricole & Meteore - Savino & Moreira: come fare il boom di ascolti a budget ridotto, su ilsussidiario.net, 28 gennaio 2010.
  17. ^ Cristina D'Avena festeggia trent'anni di carriera, su tgcom24.mediaset.it, 30 dicembre 2011. URL consultato il 4 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2012).
  18. ^ Musica: Cristina D'Avena diventa un brand, nasce lo Store ufficiale, su ilsussidiario.net, 20 aprile 2012. URL consultato il 31 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  19. ^ Musica: Cristina D'Avena diventa un brand, nasce lo Store ufficiale, su it.notizie.yahoo.com, 20 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  20. ^ Cristina D'Avena, su internet il negozio per i fan, su qn.quotidiano.net, 23 aprile 2012.
  21. ^ Cristina D'Avena torna a Milano e diventa un brand: apre lo Store ufficiale, su ilgiorno.it, 11 maggio 2012.
  22. ^ In 15mila a cantare con Cristina D'Avena (PDF), su luccacomicsandgames.com, 3 novembre 2013.
  23. ^ Cristina D'Avena è tornata per farci le scarpe, su lookdavip.tgcom24.it, 28 maggio 2014.
  24. ^ Cristina D'Avena lancia «FestivalMar», su ansa.it, 18 luglio 2014.
  25. ^ Cristina D'Avena, Natale festa preferita, su ansa.it, 17 novembre 2014.
  26. ^ Cristina D'Avena, esce «Magia di Natale (Deluxe Edition)», su rockol.it, 21 novembre 2014.
  27. ^ Cristina D'Avena, un Natale pieno di magia, su tgcom24.mediaset.it, 28 novembre 2014. URL consultato il 30 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 novembre 2015).
  28. ^ Magia di Natale (Deluxe Edition), su rockol.it, 22 dicembre 2014.
  29. ^ Cristina D'Avena, Natale pieno di magia: nuovo album con le melodie delle feste, su quotidiano.net, 22 dicembre 2014.
  30. ^ Cristina D'Avena, ritornano oltre 100 sigle della regina dei cartoni animati, su tgcom24.mediaset.it, 22 marzo 2015.
  31. ^ «Fivelandia Story», il meglio delle sigle di Cristina D'Avena, su tgcom24.mediaset.it, 30 giugno 2015. URL consultato il 30 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2015).
  32. ^ L'avventura nella foresta dei misteri arriva in Italia, su ansa.it, 27 marzo 2015.
  33. ^ Cristina D'Avena e la foresta dei misteri, su mag.sky.it, 27 marzo 2015.
  34. ^ Cristina D'Avena: «Adesso presto la mia voce ai cartoni per il doppiaggio», su tgcom24.mediaset.it, 1º aprile 2015.
  35. ^ Cristina D'Avena cinguetta: l'esercito di fan gioisce su Twitter, su repubblica.it, 4 agosto 2015.
  36. ^ Cristina D'Avena, le più belle sigle dei cartoni animati in una raccolta, su tgcom24.mediaset.it, 5 agosto 2015.
  37. ^ Cristina D'Avena: lo sbarco su Twitter, un'antologia in vinile da collezione per Natale e una petizione per mandarla a Sanremo, su rockol.it, 5 agosto 2015.
  38. ^ Cristina D'Avena: un nuovo album e una petizione per Sanremo, su sorrisi.com, 5 agosto 2015. URL consultato il 30 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  39. ^ Cristina D'Avena star di Twitter: le domande per lei diventano trend topic, su tgcom24.mediaset.it, 10 agosto 2015.
  40. ^ Cristina D'Avena su Twitter: le domande dei fan diventano trend topic, su panorama.it, 11 agosto 2015.
  41. ^ Cristina D'Avena omaggia Mariele Ventre, su ansa.it, 10 novembre 2015.
  42. ^ Francesco Chignola, Questo Festival sarà fantastico!, in TV Sorrisi e Canzoni, n. 6, 2 febbraio 2016 - I programmi di tutte le reti dal 6 al 12 febbraio 2016, pp. 30-3.
  43. ^ Riccardo Cassini, Martino Clericetti, Carlo Conti, Mario D'Amico, Emanuele Giovannini, Giona Peduzzi, Ivana Sabatini, Leopoldo Siano, 66º Festival della Canzone Italiana di Sanremo: episodio 66x5, Copia archiviata, Rai 1, 13 febbraio 2016, a 1 h 14 min 20 s. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2016).
  44. ^ Classifica settimanale WK 30 (dal 2016-07-22 al 2016-07-28), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 7 giugno 2018.
  45. ^ Simona De Gregorio, La fuoriclasse Cristina D'Avena canterà le hit riscritte da Rocco Tanica, in TV Sorrisi e Canzoni, n. 39, 20 settembre 2016 - I programmi di tutte le reti dal 24 al 30 settembre 2016, pp. 28-9.
  46. ^ Simona De Gregorio, Che spasso tornare in TV, in Telepiù, n. 39, 20 settembre 2016 - Programmi dal 24 al 30 settembre 2016, p. 17.
  47. ^ Marianna Ninni, Il trenino Thomas arriva al cinema con «La grande corsa», su sorrisi.com, 29 settembre 2016. URL consultato il 15 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2016).
  48. ^ Valerio Brandi, La grande corsa: Cristina D'Avena narratrice per il trenino Thomas, su talkymovie.it, 29 settembre 2016. URL consultato il 15 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2016).
  49. ^ "L'estate migliore che c'è": Cristina D'Avena firma la sigla del Pride di Padova
  50. ^ Cristina D’Avena al Wind Summer Festival 2017 con un brano pop
  51. ^ Cristina D'Avena prima donna in testa alla classifica nel 2017
  52. ^ il Resto del Carlino, Cristina D’Avena regina del 2017, è la donna che ha venduto più dischi / FOTO - il Resto del Carlino, in il Resto del Carlino, 8 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  53. ^ Duets Forever - Tutti cantano Cristina (certificazione), su FIMI.
  54. ^ Cristina D'Avena canta la sigla de La Casa di Carta, su supereva.it.
  55. ^ Cristina D’Avena canta la sigla de "La Casa di Carta", su tgcom24.mediaset.it, 12 agosto 2019.
  56. ^ https://www.discogs.com/it/artist/1260543-Cristina-DAvena
  57. ^ http://www.hitparadeitalia.it/
  58. ^ L'incantevole Creamy, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 17 settembre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90108076 · SBN CAGV310403 · Europeana agent/base/79918 · WorldCat Identities (ENviaf-90108076