Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Zecchino d'Oro 1974

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zecchino d'Oro 1974
EdizioneXVI
Periododal 17 al 19 marzo 1974[1]
SedeAntoniano di Bologna
PresentatoreCino Tortorella
Trasmissione TVProgramma Nazionale (serata finale)
Trasmissione radioPrimo Programma
Partecipanti12
VincitoreCocco e Drilli
Cronologia
Zecchino d'Oro 1973Zecchino d'Oro 1975

Il sedicesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 17 al 19 marzo 1974[1].

È stato presentato da Cino Tortorella.

Brani in gara[modifica | modifica wikitesto]

  • Cocco e Drilli (Testo: Walter Valdi/Musica: Walter Valdi) - Maria Federica Gabucci, Sabrina Mantovani, Claudia Pignatti e Alessandro Strano Zecchino d'Oro
  • Concerto della città (Testo: Laura Zanin/Musica: Giordano Bruno Martelli) - Gelmina Alessi e Giuseppe Giorgio
  • Il buio (Testo: Tony Martucci, Paolo Limiti/Musica: Alberto Anelli) - Maria Laura Pirisi e Daniela Delfino
  • Il gioco della rima (Testo: Alberto Testa/Musica: Gualtiero Malgoni) - Assunta Paravani e Rossella Colombin
  • Il mago matto (Testo: Maurizio D'Adda, Franco Spadavecchia/Musica: Positano, Barberia) - Morena Cecere e Patrizia Orsi
  • La Ciribiricoccola (Testo: Virginio Capitini/Musica: Gualtiero Malgoni) - Fabrizio Forte e Stefania Cornazzani
  • La cometa ha perso la coda (Testo: Vittorio Sessa Vitali/Musica: Claudio Valle) - Claudia Graziani e Mihoko Shimoura (しもうら みほこ)
  • L'orso Giovanni (Testo: Umberto Napolitano/Musica: Barberia) - Alessia Franchini, Tiziana Taveri e Massimo Ferluga
  • Nonna-ni-nonnina (Testo: Franca Evangelisti/Musica: Mario Pagano) - Michela Rudello e Maria Paola Martinelli
  • Tutto questo per un chiodo (Testo: Giuliano Taddei/Musica: Lorenzo Pilat) - Enrico Sani, Maurizio Romano e Giovanni Marcianò
  • Umpa-pà (Testo: Franco Maresca/Musica: Mario Pagano, Fiorenzo Fiorentini) - Marco Giovanetti e Roberta Girotti
  • Un gigante (Testo: Corrado Comolli/Musica: Claudio Valle) - Isabella Faggin e Alessandra Rosciano

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 16º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]