Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Zecchino d'Oro 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zecchino d'Oro 2010
Edizione 53
Periodo dal 16 al 20 novembre 2010[1]
Sede Antoniano di Bologna
Presentatore Veronica Maya con Pino Insegno
Trasmissione TV Rai 1
Rai Gulp (replica)
Partecipanti 12
Paesi debuttanti Azerbaigian Azerbaigian
Vincitore Il contadino
Un topolino, un gatto e… un grande papà
Cronologia
Zecchino d'Oro 2009 Zecchino d'Oro 2011

Il cinquantatreesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 16 al 20 novembre 2010[1].

È stato condotto da Veronica Maya e Pino Insegno. La sigla era una canzone cantata sulla melodia di Pigiama Party, ma con testo rielaborato.

Una novità di questa edizione è costituita dal fatto che in ogni giornata, tranne che in quella finale, i bambini interpreti delle 12 canzoni in gara vengono divisi, tramite un piccolo gioco sempre diverso, in due squadre: le "Maye" capitanate da Veronica Maya ed i "Pini" capitanati da Pino Insegno, rappresentati rispettivamente dai simboli del sole disegnato in stile Maya e dell'alberello del pino. Il punteggio che ogni canzone ottiene si aggiunge automaticamente a quello della squadra di cui fa parte il suo interprete.

Il Fiore della solidarietà del 2010 è dedicato alla costruzione di un centro d'accoglienza per bambini senza casa ad Haiti.

Brani in gara[modifica | modifica wikitesto]

  • 7 (Testo: Carmine Spera/Musica: Carmine Spera - Lorenzo Natale) - Alice Bonfant
  • Bravissimissima (Testo: Maria Francesca Polli - Lara Polli/Musica: Marco Iardella) - Margherita Rivoire Zecchino verde
  • Forza Gesù (Testo: Rosa Martirano/Musica: Rosa Martirano) - Simone Deiana Zecchino rosso
  • Grazie a te (Salamat) (Filippine Filippine) (Testo: Jerry Arquisola/Testo Italiano: Gian Marco Gualandi/Musica: Jerry Arquisola) - Gianmarco Naraja Mallillin
  • I suoni delle cose (Testo: Leonardo Veronesi - Paolo Valli - Giuseppe Di Marco/Musica: Leonardo Veronesi - Paolo Valli - Giuseppe Di Marco) - Francesco Cavicchioli e Nicole Melis
  • Il ballo del girasole (Testo: Dario Sgrò/Musica: Dario Sgrò) - Giulia Fredianelli
  • Il contadino (Testo: Lodovico Saccol/Musica: Lodovico Saccol) - Giovanni Pellizzari Zecchino rosso Zecchino blu Telezecchino Zecchino d'Oro
  • Io pregherò (Azərbaycan) (Azerbaigian Azerbaigian) (Testo: Idjran Jalilova/Testo Italiano: Giovanni Gotti/Musica: Idjran Jalilova) - Aida Musaeva
  • La scimmia, la volpe e le scarpe (お猿のかごや) (Giappone Giappone) (Testo: Minoru Kainuma - Takeo Yamagami/Testo Italiano: Antonella Boriani/Musica: Minoru Kainuma) - Ryōma Kainuma (海沼 亮午)
  • Libus (Testo: Paolo Frola/Musica: Paolo Frola) - Alessandro De Muro
  • Un sogno nel cielo (Dobry sen) (Polonia Polonia) (Testo: Katarzyna Rokicka/Testo Italiano: Mariella Nava/Musica: Katarzyna Rokicka) - Zuzanna Rosa
  • Un topolino, un gatto e… un grande papà (Testo: Maria Letizia Amoroso/Musica: Maria Letizia Amoroso) - Irene Citarrella Zecchino bianco Zecchino d'Oro

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Lara Polli, autrice con la zia Maria Francesca Polli e Marco Iardella di Bravissimissima, ha partecipato nel 2003 interpretando "Il tip tap del millepiedi".
  • Minoru Kainuma, autore de La scimmia, la volpe e le scarpe, è il bisnonno di Ryōma Kainuma, l'interprete della canzone.
  • Gianmarco Naraja Mallillin è il fratello minore di Reanna Grace interprete di Le note son bambine.
  • In Se per miracolo il Piccolo Coro è accompagnato solo dal pianoforte, suonato, sia nell'esibizione dal vivo che nella registrazione inserita nel cd del 53º Zecchino d'Oro, dalla direttrice stessa del coro, Sabrina Simoni. Il brano è un canto scritto da Chopin nel 1829 col titolo di Życzenie (desiderio). Fa parte dal 1987 del repertorio del Piccolo Coro, che lo cantava durante i concerti in Polonia, con il testo polacco. Successivamente è stato scritto da Fernando Rossi il testo in italiano. La prima esibizione col testo in italiano è avvenuta nel 1993 nel programma La banda dello Zecchino.
  • Irene Citarrella è fra i vincitori della seconda edizione del concorso "Diventa tu il bimbo Kinder" indetto da Kinder nel 2009[2].
  • Zuzanna Rosa, a novembre 2015 ha vinto la prima edizione del talent-show Superkids Poland [3], mentre nel 2010 ha recitato in un film (compresa la sua versione televisiva) Mała matura 1947 [4].
  • Nel CD tra le basi musicali, non è presente quella di Io pregherò.
  • Da questa edizione in poi, le canzoni nella giornata finale vengono presentate come al Festival di Sanremo e vengono presentate con un filmato di presentazione dei bambini solisti.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Durante la puntata della trasmissione Mattina in famiglia andata in onda il 21 novembre 2010, Cino Tortorella si è espresso in maniera molto critica sulle ultime edizioni dello Zecchino d'Oro, in particolare sulla 53ª, conclusasi il giorno precedente. Riferendosi ai vincitori di quell'edizione ha affermato:

« Due belle canzoni, due simpaticissimi bambini, sarebbero stati perfetti allo Zecchino d'Oro[5] »

Ha spiegato poi questa sua affermazione:

« Questo non è lo Zecchino d'Oro, lo Zecchino ha smesso di essere d'oro quando è morta Mariele, è diventato d'argento, è diventato di bronzo quando hanno mandato via padre Berardo, poi quando hanno mandato via Topo Gigio è diventato di stagno, poi quando hanno mandato via quello che lo ha fatto (riferendosi a se stesso n.d.r.) è diventato di latta, questo è lo zecchino di latta.[5] »

Nella stessa trasmissione Gabriele Patriarca, il quale ha partecipato alla 36ª edizione, ha affermato che oggi lo Zecchino d'Oro ha il sapore di "minestra riscaldata", pur apprezzando l'inserimento di Pino Insegno[5].

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Prima TV Italia Telespettatori Share
16 novembre 2010 2.601.000 19,08%
17 novembre 2010 2.364.000 17,86%
18 novembre 2010 2.370.000 17,24%
19 novembre 2010 2.347.000 18,69%
20 novembre 2010 3.657.000 19,91%
Media 2.668.000 18,47%

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 53º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.
  2. ^ Sito ufficiale del concorso
  3. ^ www.eska.pl
  4. ^ www.filmpolski.pl
  5. ^ a b c Mattina in famiglia, puntata del 21/11/2010, andata in onda su Rai 1

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]