Zecchino d'Oro 2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zecchino d'Oro 2005
EdizioneXLVIII
Periododal 22 al 26 novembre 2005[1]
SedeAntoniano di Bologna
PresentatoreCino Tortorella con Tosca D'Aquino, Francesco Salvi, Anna Munafò e Pippo Baudo (martedì), Mara Venier (mercoledì), Luisa Corna (giovedì) e Massimo Giletti (venerdì)
Trasmissione TVRai Uno
Partecipanti14
Paesi debuttantiBielorussia Bielorussia
Marocco Marocco
Nicaragua Nicaragua
VincitoreIl pistolero
Cronologia
Zecchino d'Oro 2004Zecchino d'Oro 2006

Il quarantottesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 22 al 26 novembre 2005[1].

È stato presentato da Cino Tortorella, Tosca D'Aquino, Francesco Salvi e Anna Munafò e con la partecipazione di Pippo Baudo (martedì), Mara Venier (mercoledì), Luisa Corna (giovedì) e Massimo Giletti (venerdì)[2]. La sigla è stata una canzone sulla melodia di Il gatto puzzolone, ma con testo rielaborato.

In questa edizione viene assegnata per l'ultima volta la targa G d'oro.

Il Fiore della solidarietà del 2005 è dedicato alla costruzione di un centro per l'infanzia abbandonata in Costa d'Avorio.

Brani in gara[modifica | modifica wikitesto]

  • Dino l'Imbianchino (Testo: Sergio Menegale, Vincenzo Bortone/Musica: Sergio Menegale) - Vincenzo Civita
  • Hip Hop Ippopotamo (Testo: Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti/Musica: Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti) - Filippo Piluso
  • Il cammello con tre gobbe (لجمال بثلاث حدبات) (Testo italiano: Francesco Freyrie) (Marocco Marocco) - Khaoula El Ouafi (خولة العوافي)
  • Il casalingo (Testo: Maria Francesca Polli/Musica: Franco Fasano) - Viola Cristina
  • Il drago raffreddato (Testo: Paolo Vallerga/Musica: Marco Bigi) - Elisa Ferri e Chiara Sapienza G d'oro
  • Il mio amico samurai (武士道) (Testo italiano: Roberto Piumini) (Giappone Giappone) - Shiori Kitada (北田 栞)
  • Il mio cuore è un gran pallone (Fjäriln) (Testo italiano: Biagio Antonacci) (Svezia Svezia) - Emilia Eklund
  • Il pistolero (Testo: Silvestro Russo/Musica: Silvestro Russo) - Davide Caci Zecchino d'Oro
  • Io sono un aquilotto (Unë jam një zog shqiponje) (Testo italiano: Vittorio Sessa Vitali) (Albania Albania) - Juana Shtrepi
  • In bici in città (Mein fahrrad) (Testo italiano: Cheope) (Austria Austria) - David Samuel Stingl
  • Inventa una poesia (Testo: Fagit, Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti/Musica: Fagit, Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti, Francesco Cambareri) - Maria Vincenza Carenza Zecchino d'argento
  • L'amico mio fantasma (Testo: Mario Gardini/Musica: Giovanni Paolo Fontana, Roberto De Luca) - Erika Terragni
  • Lo zio Bé (Дзе каза рогам) (Testo italiano: Francesco Salvi) (Bielorussia Bielorussia) - Aleksej Žigalkovič (Аляксей Жыгалковіч) Zecchino d'argento
  • Un mondo di gelato (Un mundo de helado) (Testo: Giovanni Gotti/Musica: Dodi Battaglia) (Nicaragua Nicaragua) - Byron José Luna Sommariba
  • (fuori concorso) Mariele chi è? (Testo: Antonella Boriani/Musica: Gian Marco Gualandi) - Piccolo Coro "Mariele Ventre" dell'Antoniano

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La canzone vincitrice Il pistolero ha battuto per un punto solo, con 163 punti, i tre brani successivi.
  • Aleksej Žigalkovič, il rappresentante bielorusso, ha partecipato e vinto il Junior Eurovision Song Contest 2007.
  • Vincenzo Civita e Viola Cristina hanno partecipato al programma Ti lascio una canzone.
  • Davide Caci e Chiara Sapienza hanno partecipato al programma Io canto.
  • In questa edizione viene presentato "Mariele chi è?" in onore e memoria della Maestra del Coro in occasione dei 10 anni della sua morte.
  • Maria Vincenza Carenza è la sorella di Antonio Carenza, interprete di Una forchetta di nome Giulietta.
  • Da questa edizione in poi il pubblico viene composto tutto da bambini e pochi adulti.
  • Da questa edizione e fino al 2008 e nel 2015, vengono i sottotitoli delle canzoni in versione karaoke.
  • Dopo un anno di assenza ritorna Topo Gigio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 48º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.
  2. ^ archivio, su Antoniano. URL consultato il 5 novembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]