Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Zecchino d'Oro 1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zecchino d'Oro 1999
Edizione 42
Periodo 23 novembre[1], dal 25 al 28 novembre 1999[2]
Sede Antoniano di Bologna
Presentatore Cino Tortorella con Cristina D'Avena, Giorgio Comaschi e Milly Carlucci
Trasmissione TV Rai Uno
Partecipanti 14
Paesi debuttanti Cuba Cuba
Lussemburgo Lussemburgo
Malaysia Malaysia
Vincitore La mia bidella Candida
Cronologia
Zecchino d'Oro 1998 Zecchino d'Oro 2000

Il quarantaduesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 25 al 28 novembre 1999[2]. L'anteprima si è svolta il 23 novembre[1].

È stato presentato da Cino Tortorella, Giorgio Comaschi, Cristina D'Avena, ai quali si aggiunge Milly Carlucci per la serata finale trasmessa in prime time. La sigla è "Il trenino dello Zecchino".

Il Fiore della solidarietà del 1999 è dedicato alla costruzione della "Casa del sorriso di Mariele" in Zimbabwe.

Ospiti della serata finale: Mago Silvan, Orietta Berti, Carlton Myers, Nancy Brilli, Mino Reitano, Malandrino e Veronica, Paola Pezzo, Carlo Conti, Ettore Bassi e Annalisa Mandolini[3].

Brani in gara[modifica | modifica wikitesto]

  • Basta un sorriso (Mari berjoget) (Malaysia Malaysia) (Testo italiano: Vittorio Sessa Vitali) - Soleil Mahani Ahmad Kamil Zecchino d'argento
  • Gira il girasole (Балкански ритми) (Bulgaria Bulgaria) (Testo italiano: Alessandra Valeri Manera) - Filip Filipov (Филип Филипов)
  • Gira! che è un girotondo (Testo: Emilio Di Stefano/Musica: Franco Fasano, Italo Ianne) - Monica Ricceri
  • In un mare caldo (Tuba ala tuba) (Egitto Egitto) (Testo italiano: Alberto Testa) - Peter Shehata Maximos e Rita Tarek Gamil
  • Io, col 2000 (Testo: Emilio Di Stefano/Musica: Franco Fasano) - Alessandra Melis
  • La canzone dei chicchi di riso (Ang pista ng pagtatanim ng palay) (Filippine Filippine) (Testo italiano: Giorgio Calabrese) - Mark Angelo Magmanlac
  • La mia bidella Candida (Testo: Gian Pietro Pendini/Musica: Gian Pietro Pendini) - Giulia Sbaraglia Zecchino d'Oro G d'oro
  • La mia orchestra (Quiero ser músico) (Cuba Cuba) (Testo italiano: Maria Cristina Misciano) - Limarys Martin Pages
  • La Niña, la Pinta e la Santa Maria (Testo: Tony Martucci, Giuliano Taddei/Musica: Alberto Anelli) - Alessandro Contino, Giuseppe Spera e Alessandro Tonelli
  • L'albero (L'arbre de la musique avec les quatre elements) (Testo italiano: Sandro Tuminelli) (Lussemburgo Lussemburgo) - Ted Koob e Joe Polfer
  • Lumacher (Testo: Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti/Musica: Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti) - Danilo Napolitano Zecchino d'argento
  • Madre bambina (Testo: Federico Padovano/Musica: Morris Albert) - Marina Calivi e Claudia Mangini
  • Mitico angioletto (Testo: Maria Francesca Polli, Franco Fasano/Musica: Franco Fasano) - Annibale Marchesini e Gisella Viaro
  • Salta balla batti sveglia (Tesanitsonkwak) (Testo: Francesco Freyrie/Musica: Augusto Martelli) (Canada Canada) - Peter e Kailey Deer

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il titolo di Salta balla batti sveglia è stato deciso solamente pochi giorni prima del 25 novembre 1999.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il Giornalino n.46 del 21 novembre 1999 - 42° Zecchino d'Oro - Ci saranno anche gli indiani, su www.stpauls.it. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  2. ^ a b 42º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.
  3. ^ youtube.com, https://www.youtube.com/watch?v=79zsibnkWMQ.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]