Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Zecchino d'Oro 1991

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zecchino d'Oro 1991
EdizioneXXXIV
Periododal 21 al 24 novembre 1991[1]
SedeAntoniano di Bologna
PresentatoreCino Tortorella con Maria Teresa Ruta
Trasmissione TVRai Uno
Partecipanti12
Paesi debuttantiZaire Zaire
VincitoreMonta in mountain bike
Cronologia
Zecchino d'Oro 1990Zecchino d'Oro 1992

Il trentaquattresimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 21 al 24 novembre 1991[1].

È stato presentato da Cino Tortorella e Maria Teresa Ruta.

In questa edizione nasce l'iniziativa chiamata il Fiore della solidarietà, grazie alla quale ogni anno vengono realizzate opere di solidarietà a favore dei bambini poveri di tutto il mondo. Il primo Fiore della solidarietà è destinato alla costruzione di tre scuole e ad una campagna di vaccinazione per 50.000 bambini in Bangladesh.

Brani in gara[modifica | modifica wikitesto]

  • Al luna park (Tivolissa) (Finlandia Finlandia) - Katariina Lantto
  • Bambinissimi papà (Testo: Lino Banfi/Musica: Augusto Martelli) - Carlotta Scintu
  • Bolle di sapone (Testo: Mara Maretti Soldi/Musica: Nicola Aprile) - Federica Maresca
  • Fründ, amico, ami (Svizzera Svizzera) (Testo italiano: Salvatore De Pasquale) - Desirée Debrit (Ticino), Diana Losa (Deutschweiz) ed Aurelie Jordan (Romandie)
  • Il corsaro nero è andato in pensione (Testo: Andrea Bertocchi/Musica: Andrea Bertocchi) - Ruben Voci e Francesco Icaro Cannito
  • Il mio dentino dondola (Testo: Vittorio Sessa Vitali/Musica: Adriano Della Giustina) - Diana Barbera, Matteo Maestri, Manuela Micoli e Alessandra Mossali
  • Il più grande motore (Testo: Cheope/Musica: Gualtiero Malgoni) - Claudia Natale
  • La Rosella (Rosella parrot) (Australia Australia) (Testo italiano: Alberto Testa) - Rebecca Marie La Manna Fin
  • Monta in mountain bike (Testo: Vittorio Sessa Vitali/Musica: Renato Pareti) - Filippo Gasparre Zecchino d'Oro
  • Padre Celeste (Père céleste) (Testo: Luciano Beretta/Musica: Augusto Martelli) (Zaire Zaire) - Cedric Lungwa G d'oro
  • Pesci, bimbi e draghi (The flying fish) (Giappone Giappone) (Testo italiano: Fernando Rossi) - Mimako Soga (曽我 実磨子)
  • Sette matitine (A minha caixinha de lapis de cor) (Portogallo Portogallo) (Testo italiano: Sandro Tuminelli) - Vanessa Martins Zecchino d'argento

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Sigla: La nostra festa (F. Rossi, P. Zavallone)
  • Monta in mountain bike, brano vincitore dell'edizione, durante la puntata finale ottenne un punteggio pari a 160, il massimo risultato realizzabile.
  • Bambinissimi papà, il cui testo è stato scritto da Lino Banfi, e la sigla della 31ª edizione dello Zecchino d'oro, Il coro del creato, sono contenuti nella colonna sonora del film "Parenti serpenti" diretto da Mario Monicelli nel 1992.
  • Il più grande motore è stato interpretato anche da Bud Spencer, ospite dell'Antoniano di Bologna in occasione della Festa della Mamma 1992.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 34º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]