Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Zecchino d'Oro 1985

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zecchino d'Oro 1985
Edizione 28
Periodo dal 21 al 23 novembre 1985[1]
Sede Antoniano di Bologna
Presentatore Cino Tortorella
Trasmissione TV Rai Uno
Partecipanti 12
Paesi debuttanti Norvegia Norvegia
Panama Panama
Vincitore Riprendiamoci la fantasia
Cronologia
Zecchino d'Oro 1984 Zecchino d'Oro 1986

Il ventottesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 21 al 23 novembre 1985[1].

È stato presentato da Cino Tortorella.

Brani in gara[modifica | modifica wikitesto]

  • BIT (Testo: Alessandra Valeri Manera/Musica: Giordano Bruno Martelli, Giovanni Bobbio) - Patrizia Ottonello Zecchino d'argento G d'oro
  • Ho preso un granchio (Ο Χορός του Κάβουρα) (Grecia Grecia) (Testo italiano: Luciano Beretta) - Vera Tsangari (Βέρα Τσαγκάρη)
  • Il sole e il girasole (Testo: Carlo Ermanno Trapani/Musica: Sandro Giacobbe) - Giada Mancini
  • Io Tarzan, tu Jane (Testo: Vittorio Sessa Vitali/Musica: Loredana Sabbi, Mario Pagano) - Giuseppe Mascoli e Sefora Esposito
  • La ballata del caballito moro (Tonada del caballito moro) (Panama Panama) - Alejandro Gonzales
  • La mela della vita, la mela dell'amore (La graine et la pomme) (Francia Francia) (Testo italiano: Alberto Testa) - Alexis Dupré De Boulois
  • L'amico albero (Testo: Mara Maretti Soldi/Musica: Nicola Aprile) - Marina Ceruso, Giorgia Ferro e Barbara Riccarelli
  • Non ci gioco più (Manhê) (Brasile Brasile) (Testo italiano: Sandro Tuminelli) - José Giulherme Da Gama Zecchino d'argento
  • Ombretta del Mississipì (Testo: Vittorio Sessa Vitali/Musica: Norina Piras) - Mauro Cingia e Silvia Senatore
  • Riprendiamoci la fantasia (Testo: Francesco Rinaldi/Musica: Francesco Rinaldi) - Alice Claudia Lenaz Zecchino d'Oro
  • Tonino violino (Per Spelmann) (Norvegia Norvegia) (Testo: Giorgio Calabrese/Musica: Giordano Bruno Martelli) - Kaja Kringstad
  • Un due tré - siam trentatré (Vrolijke Vrienden) (Belgio Belgio) (Testo italiano: Carolina Gaspari) - Wouter Bongaerts

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Sigla: We are the world (M. Jackson, L. Richie), cantata dal Piccolo Coro dell'Antoniano.
  • È l'ultima edizione in cui Paolo Poggio fa parte del Piccolo Coro dell'Antoniano di Bologna, dopodiché si dedicherà alla carriera giornalistica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 28º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]