Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Zecchino d'Oro 1998

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zecchino d'Oro 1998
Edizione 41
Periodo 22 novembre[1], dal 26 al 29 novembre 1998[2]
Sede Antoniano di Bologna
Presentatore Cino Tortorella con Cristina D'Avena, Giorgio Comaschi e Milly Carlucci
Trasmissione TV Rai Uno
Partecipanti 14
Paesi debuttanti Bolivia Bolivia
Georgia Georgia
Ghana Ghana
Siria Siria
Vincitore La Terraluna
Cronologia
Zecchino d'Oro 1997 Zecchino d'Oro 1999

Il quarantunesimo Zecchino d'Oro si è svolto a Bologna dal 26 al 29 novembre 1998[2]. L'anteprima si è svolta il 22 novembre[1].

È stato presentato da Cino Tortorella, Giorgio Comaschi, Cristina D'Avena, ai quali si aggiunge Milly Carlucci per la serata finale trasmessa in prime time. La sigla è Il trenino dello Zecchino.

Il Fiore della solidarietà del 1998 è dedicato alla costruzione del centro d'accoglienza "Mariele Ventre" in Perù e della "Mariele Ventre primary school" in Papua Nuova Guinea.

Ospiti delle varie giornate: Anna Scalfati, Max Pezzali, Antonella Clerici, Loris Capirossi, Tiziana Ferrario, Mauro Serio, Rossella Izzo, Marco Mattolini, Cloris Brosca, Dado Coletti, Nino D'Angelo, Fiamma Izzo, Andrea Lucchetta, Melba Ruffo, Beppe Severgnini[3][4].

Brani in gara[modifica | modifica wikitesto]

  • Batti cinque (4/4 di silenzio) (Testo: Emilio Di Stefano/Musica: Franco Fasano) - Federica D'Andrea e Stefano Maiuolo
  • Coccole! (Testo: Monica Pipino/Musica: Monica Pipino) - Giulia Maineri
  • Il bar di Dario il dromedario (Testo: Gian Marco Gualandi/Musica: Gian Marco Gualandi) - Giordano Orchi
  • Il mio amico Mosè (Testo: Idalberto Fei/Musica: Pino Massara) - Marica Ricci e Pierfrancesco Rossi G d'oro
  • Il tappeto volante (Num tapete voador) (Portogallo Portogallo) (Testo italiano: Alessandra Valeri Manera) - Ana Ribeiro da Maia
  • Il tesoro del re (The treasure of Algajara) (Regno Unito Regno Unito) (Testo italiano: Francesco Freyrie) Fabio Lendrum, Alessia Lendrum
  • La mamma della mamma (Testo: Franco Fasano, Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti/Musica: Franco Fasano, Gianfranco Grottoli, Andrea Vaschetti) - Liliana Neglia Zecchino d'argento
  • La terraluna (غناء معنا) (Siria Siria) (Testo italiano: Alberto Testa, Fabio Testa) - Hala al Sabbagh (هالة هاني الصباغ) Zecchino d'Oro
  • Piove con il sole (წვიმა) (Georgia Georgia) (Testo italiano: Giorgio Calabrese) - Tinatin Jamburia (თინათინ ჯამბურია)
  • Preghiera (Abodee yeye nwanwa) (Ghana Ghana) (Testo italiano: Sandro Tuminelli) - Yefa Nana Obeng Kujo
  • Quando la tigre non ci sarà più (Testo: Oscar Avogadro/Musica: Oscar Avogadro, Bruno Marro) - Valeria Bollino, Laura Lombardi e Anna Marsonetto
  • Signor Metèo (Testo: Vito Pallavicini/Musica: Toto Cutugno) - Sebastiano Di Maria
  • Terra (Cancion por la naturaleza)[5] (Bolivia Bolivia) (Testo italiano: Sergio Menegale) - Neiza Carola Salas Alipa Zecchino d'argento
  • Un cuoricino in più (Ein Schwesterlein) (Germania Germania) (Testo italiano: Francesco Rinaldi) - Fabio Herbert Kaufmann

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La terraluna è finora l'ultimo brano non italiano ad aver vinto lo Zecchino d'Oro e la sua interprete, Hala Al Sabbagh, è oggi una celebrità nota nel suo paese.
  • Liliana Neglia è sorella di Miriam Neglia interprete di Ho visto un re.
  • Tinatin Jamburia è oggi una cantante molto nota in Georgia.
  • Stefano Maiuolo partecipa alla 9ª edizione di Amici di Maria De Filippi.
  • Giordano Orchi nel 2008, parteciperà come concorrente al talent show Italian Academy 2 come ballerino di danza moderna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il Giornalino n.47 del 29-11-98 - 41° Zecchino d'Oro, su www.stpauls.it. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  2. ^ a b 41º Zecchino d'Oro, su zecchinodoro.org.
  3. ^ youtube.com, https://www.youtube.com/watch?v=6j5urydxG0c.
  4. ^ youtube.com, https://www.youtube.com/watch?v=MzdcCAnKS1k.
  5. ^ TERRA (Cancion por la naturaleza), su zecchinodoro.org. URL consultato il 18 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]