Karl-Heinz Riedle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Karlheinz Riedle)
Karl-Heinz Riedle
6121Karl-Heinz Riedle.JPG
Riedle nel 2012
Nazionalità bandiera Germania Ovest
Germania Germania (dal 1990)
Altezza 177 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2001 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? non conosciuta TSV Ellhofen
19??-19?? non conosciuta SV Weiler
Squadre di club1
1983-1986 Augusta 70 (31)
1986-1987 Blau-Weiß Berlin 34 (10)
1987-1990 Werder Brema 86 (38)
1990-1993 Lazio 84 (30)
1993-1997 Borussia Dortmund 87 (24)
1997-1999 Liverpool 60 (11)
1999-2001 Fulham 35 (6)
Nazionale
1986-1987 Germania Ovest Germania Ovest U-21 4 (1)
1988-1994 Germania Germania 42 (16)
Carriera da allenatore
2000 Fulham
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Seul 1988
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Italia 1990
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Svezia 1992
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 dicembre 2008

Karl-Heinz Riedle (Weiler-Simmerberg, 16 settembre 1965) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore tedesco, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Disputa le prime partite nel settore giovanile con le squadre del TSV Ellhofen e del SV Weiler, per passare poi al FC Augusta e al Blau-Weiss 90 Berlin, squadre tedesche provinciali.

A partire dal 1987 Riedle approda al Werder Brema, che lo paga l'equivalente di 900 milioni di lire,[1] ed è allenato da Otto Rehhagel, il quale lo impiega come ala sinistra. Nella sua prima stagione al Brema segna 18 gol in 33 partite e risulta decisivo per la conquista della Bundesliga. Nel 1989 e nel 1990 perde la Coppa di Germania in finale.

Riedle alla Lazio nel 1990

Nel 1990, dopo aver vinto la classifica dei cannonieri della Coppa UEFA 1989-1990 (a pari merito con Falko Götz) viene acquistato dalla Lazio per 10,5 miliardi di lire.[1] Gioca tre stagioni con la maglia biancoceleste, realizzando 30 goal in 84 partite di campionato.

Successivamente ritorna in Germania, accasandosi coi giallo-neri del Borussia Dortmund, squadra con la quale vince due volte la Bundesliga (nel 1995 e nel 1996) e una Champions League nel 1997, quando segna due gol decisivi nella finale di Monaco contro la Juventus.

Nello stesso anno Riedle approda al Liverpool, ma non riuscendo a mantenere la maglia da titolare passa al Fulham, sua ultima esperienza prima di ritirarsi nel 2001.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale debutta nel 1987, quando alla sua prima partita internazionale contro la Finlandia va a segno.

In seguito vince i Mondiali del 1990 e partecipa al Campionato europeo del 1992, dove ottiene l'argento ed è capocannoniere con 3 reti. Memorabile è la doppietta che segna nella semifinale contro la Svezia che permette alla Germania di approdare in finale contro la Danimarca.

Viene convocato anche per i Mondiali di USA '94, dove segna il goal del 2-0 alla Corea del Sud nella partita vinta dai tedeschi 3-2.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 allena il Fulham, squadra della Premier League inglese. Qui, insieme al suo vecchio allenatore nel Liverpool Roy Evans, viene designato, nel 2000, "allenatore d'emergenza", dopo il licenziamento del suo predecessore nel pieno della stagione.

Dirigente sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Una volta appesi gli scarpini al chiodo, oltre ad intraprendere la carriera di allenatore, Kalle è diventato un dirigente sportivo, vivendo la prima esperienza nel club svizzero del Grasshopper per poi fondare un'agenzia professionale, la Trustar AG.

Oltre a tali attività, l'ex centravanti tedesco apre una scuola calcio ad Oberstufen chiamata "Kalle Riedle Soccer Academy".

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Werder Brema: 1987-1988
Borussia Dortmund: 1994-1995, 1995-1996
Werder Brema: 1988
Borussia Dortmund: 1995, 1996
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Borussia Dortmund: 1996-1997

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1989-1990 (6 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 7 (1990-1991), Panini, 18 giugno 2012, p. xx.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]