Nightmare Before Christmas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nightmare Before Christmas
Nightmare Before Christmas.png
Titolo originale Tim Burton's The Nightmare Before Christmas
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1993
Durata 73 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,66:1
Genere animazione, musical, fantastico
Regia Henry Selick
Soggetto Tim Burton
Sceneggiatura Michael McDowell, Caroline Thompson
Produttore Tim Burton, Denise Di Novi, Danny Elfman, Kathleen Gavin, Don Hahn, Jill Jacobs, Diane Minter Lewis, Philip Lofaro
Casa di produzione Skellington Productions Inc., Touchstone Pictures
Distribuzione (Italia) Buena Vista International Italia
Fotografia Pete Kozachik
Montaggio Stan Webb
Musiche Danny Elfman
Scenografia Deane Taylor
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Nightmare Before Christmas (Tim Burton's The Nightmare Before Christmas) è un film d'animazione del 1993 diretto da Henry Selick e ideato e prodotto da Tim Burton.

Il film è realizzato in stop-motion, cioè usando dei pupazzi mossi a mano dagli animatori di fotogramma in fotogramma, tecnica che è stata una passione di Burton sin dagli inizi della sua carriera.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film inizia con una panoramica attorno agli Alberi delle Feste più Liete: un circolo di alberi con la peculiarità di avere ognuno di loro una porta che permette, varcato il suo uscio, di accedere ad un mondo parallelo dedicato completamente alla feste indicata dalla forma della porta. Questa scena è commentata in maniera poetica da una voce fuori campo (che nelle versione italiana è quella di Renato Zero) che annuncia che la storia che verrà raccontata si svolgerà nel Mondo delle feste più liete. La panoramica attorno al circolo degli Alberi delle Feste si ferma mostrando in primo piano la Porta di uno di questi alberi: la porta in questione ha la forma di una Zucca di Halloween, pertanto varcando questa porta si può accedere ad un mondo immaginario dedicato completamente alla Festa di Halloween.

La scena si conclude con una carrellata che varca l'uscio della porta in questione che si è magicamente aperta: dopo questo parte il momento musicale Questo è Halloween che introduce il Paese di Halloween: un mondo immaginario dedicato completamente alla Festa di Halloween, dove vivono tutti i mostri della festività e tutto ruota intorno alla Festa del 31 ottobre i cui preparativi durano l'intero anno nel mondo in questione.

A capo di questa città c'è il re di Halloween, un certo Jack Skeletron. Jack è amato e rispettato da tutti, ma lui si sente annoiato dalla ripetitività dei festeggiamenti e sente che c'è qualcosa che manca nella sua vita.

Mentre vagabonda nel bosco accompagnato dal suo cane Zero, Jack scopre un circolo di alberi che non ha mai visto prima. Ogni tronco ha una porta con una forma diversa: un uovo (la Pasqua), un tacchino (il ringraziamento), un cuore (San Valentino), un trifoglio (San Patrizio), una Jack 'o Lantern (Halloween) ma lui è subito attratto da quello con su disegnato un albero di Natale. Appena lo apre viene risucchiato in una città piena di neve, luci e felicità, viene attratto da tutti quei colori, dai regali e dalla gioia che si respira in questo posto rendendosi subito conto che è questo ciò che stava cercando.

Appena rientra nella città di Halloween, Jack chiama gli abitanti per un incontro. Mostra loro tutti i vari oggetti che caratterizzano il Natale, però gli altri cittadini non riescono ad afferrare il messaggio del Natale e vedono quei manufatti sempre con gli occhi di un abitante di Halloween. A Jack, frustrato da ciò, non resta altro che spiegare loro il Natale nell'unico modo in cui possono capirlo: così racconta che lì il capo ha una voce profonda, delle chele al posto delle mani, vola in cielo con una slitta trainata da animali mostruosi e si fa chiamare Babbo Nachele.

Dispiaciuto dall'incapacità dei suoi amici di capire il Natale, Jack si chiude in casa e inizia a fare varie prove ed esperimenti per capirlo fino in fondo. Giunge alla conclusione che basta realizzarlo per farlo funzionare, allora informa tutti che quest'anno penserà lui ai festeggiamenti del Natale.

Assegna precisi compiti ad ogni abitante per far sì che la festa diventi anche loro. A Sally spetta il compito del costume, mentre al trio Vado, Vedo e Prendo quello di rapire Babbo Nachele, cioè Babbo Natale, che una volta catturato viene consegnato a oggie boogie man il più malvagio di tutti gli abitanti, anche se Jack si era espressamente raccomandato di non farlo.

Nonostante gli sforzi di Jack di creare un gioioso Natale, gli abitanti finiscono comunque per confondere le idee di Halloween con quelle del Natale creando giocattoli, doni e decorazioni in apparenza innocui, ma che invece si rivelano pericolosi e spaventosi.

Sally, segretamente innamorata di Jack, ha una visione catastrofica dell'evento che sta organizzando e cerca di avvertirlo, ma lui è troppo preso dalle sue fantasie e dalla novità per ascoltarla, così lei tenta di fermarlo creando una fittissima nebbia, però Jack usa il naso luminoso di Zero, che fa strada alla slitta nel cielo.

La notte di Natale Jack consegna ai bambini del mondo reale i regali preparati dai suoi concittadini, ma questi si rivelano meno grati di quanto lui pensasse, infatti iniziano a telefonare alla Polizia. I TG danno la notizia che un furfante si sta spacciando per Babbo Natale e invitano tutti a barricarsi in casa. Poco dopo con dei cannoni contraerei i militari abbattono la slitta di Jack lasciando gli abitanti di Halloween spaventati e convinti che il loro re sia morto.

Nel mondo reale si annuncia che se non si troverà il vero Babbo Natale, che al momento risulta scomparso, la festa verrà cancellata.

Jack riprende i sensi e sentendo questa notizia realizza la sua insensatezza e il fallimento del suo Natale. Capisce che il suo vero ruolo nella vita è essere il re delle zucche e si ripromette di realizzare i prossimi festeggiamenti di Halloween come i migliori di tutti i tempi.

Nello sforzo di salvare la festa e rimediare ai suoi errori, Jack corre alla città di Halloween a liberare Babbo Natale. Trova nella tana del Bau Bau anche Sally, lotta con il nemico e alla fine questi viene sconfitto.

Babbo Natale ora può tranquillamente salvare la sua festa e magicamente vola fuori dal camino e ristabilisce pace nel mondo reale sostituendo i giocattoli distribuiti da Jack con i suoi. Volando con la sua slitta sopra la città di Halloween augura a tutti Buon Halloween e porta loro la neve. Gli abitanti di Halloween ora finalmente capiscono cosa è il vero spirito del Natale.

Sally rivela a Jack i suoi sentimenti e la storia si conclude con loro due abbracciati che si baciano felicemente sulla Collina del Terrore innevata.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nightmare Before Christmas non nacque subito come film. L'idea iniziale proviene da un ricordo di Burton quando ha visto, con l'avvicinarsi delle festività natalizie, un negoziante rimuovere le decorazioni di Halloween per far spazio a quelle di Natale: da ciò è nata una sua poesia illustrata, realizzata quando lavorava per la Disney, e da cui prende ispirazione il film. La Disney tuttavia non approvò l'idea a causa dei temi dai toni decisamente dark.

Fra il 1990 e il 1993, Burton si occupò delle pellicole Edward mani di forbice e Batman - Il ritorno, e dopo aver ottenuto un enorme successo riprese Nightmare Before Christmas affidando la regia all'amico e socio Henry Selick, che girò il film con l'esplicito intento di realizzare un classico natalizio, come Rudolph la renna dal naso rosso o Il Grinch, e collaborò con altri tre sceneggiatori per la stesura definitiva. La Disney, non ancora convinta del progetto, decise di produrre il film insieme alla Touchstone Pictures.

Il titolo del film è una parodia del titolo di un celebre poema natalizio, attribuito a Clement Clarke Moore[1], The Night Before Christmas.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Jack Skeletron - Il protagonista. Leader del Paese di Halloween e re delle Zucche. Organizza l'annuale festa di Halloween.
  • Sally - La protagonista femminile della storia. Assistente del Dott. Finklestein da lui stesso creata. È fatta di pezza, ha un animo ribelle ed è segretamente innamorata di Jack.
  • Dottor Finklestein - Creatore di Sally, abita paese di Halloween e costruisce la slitta volante di Jack.
  • Vado, Vedo e Prendo - Tre bambini agli ordini del malvagio Bau Bau che rapiscono Babbo Natale e lo consegnano al loro capo.
  • Bau Bau - Antagonista di Jack e "reietto" del Paese di Halloween. Fa rapire Sally e Babbo Natale ma viene sconfitto da Jack.
  • Sindaco - Il Sindaco del Paese di Halloween ha il corpo a forma triangolare e possiede una doppia personalità simboleggiata dalla sua testa che può ruotare di 360° e con due facce: una rosea e felice, l'altra bianca e triste.
  • Babbo Natale - Leader del paese di Natale che viene rapito da Vado, Vedo e Prendo e quasi ucciso dal Bau Bau.
  • Zero - Cane fantasma di Jack Skeletron con un naso luminoso a forma di zucca che guida la slitta in mezzo alla nebbia causata dalla pozione di Sally.
  • Abitanti della Città di Halloween - Hanno un aspetto spaventoso o, in alcuni casi, repellente; tra molti di questi figurano personaggi tipici del mondo dell'horror come il Clown, i Vampiri, il Lupo mannaro, il Ciclope, le Streghe e Mr. Hyde, tratto dal celebre romanzo Lo strano caso del dr. Jekyll e mr. Hyde. A parte il Bau Bau, nessun abitante della città è propriamente malvagio, semplicemente è nella loro natura spaventare: per questo quando tentano di creare regali di Natale per i bambini riescono a fare solo cose paurose e pericolose.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora è stata creata da Danny Elfman e nell'edizione italiana è stata curata da Renato Zero con le parole delle canzoni di Jack scritte da Carla Vistarini ed è uscita nei negozi nel 1993 sotto Sony Records. Nel 2006 è uscita una versione speciale con due cd uno dei quali conteneva la colonna sonora originale, l'altro conteneva cover delle canzoni del film interpretate da Fall Out Boy, Panic! at the Disco, Marilyn Manson, Fiona Apple e She Wants Revenge, e sei tracce demo prodotte da Danny Elfman.

Nel 2008 è uscito un altro album titolato Nightmare Revisited dove molti artisti rivisitano le canzoni del film.

Successo[modifica | modifica sorgente]

Alla sua prima uscita del 1993, Nightmare Before Christmas ottenne un buon successo. Il boom arrivò però nel 2003, quando in occasione del 10º anniversario, Touchstone pubblicò il DVD in edizione speciale. Da allora, Nightmare Before Christmas divenne un vero e proprio fenomeno commerciale, che vide la luce di numerosi gadget, capi d'abbigliamento e videogiochi ad esso dedicati. È stato disegnato un manga realizzato da Jun Asuka in cui vengono ripercorsi gli eventi del film dal punto di vista di Sally e anche pubblicata una serie di libri, ambientati nel mondo del film.

Il fenomeno divenne presto anche una moda giovanile (con accessori o vestiti raffiguranti i personaggi del film), nella fattispecie tra i gotici, affascinati probabilmente dal look lugubre e oscuro dei personaggi. In quest'ultimo campo, il successo fu talmente grande da far assumere ai capi d'abbigliamento un'identità propria nel mercato, distaccata da quella del film: molti ragazzi ad esempio, che indossano capi d'abbigliamento di "Nightmare Before Christmas", non conoscono il relativo film o l'hanno solo sentito nominare.

Si è posizionato al 242º posto nella Top 250 di IMDb.

Una delle canzoni del film, This is Hallowen ha ancora adesso successo su YouTube in quanto sono nati diversi video che la usano come colonna sonora e come immagini prendono quelle più spaventose della serie a cui viene dedicato il video.

Riedizione in 3D[modifica | modifica sorgente]

Il 20 ottobre 2006, negli Stati Uniti d'America, è uscita nelle sale la riedizione Nightmare Before Christmas 3D. Il film era visualizzabile stereoscopicamente grazie all'utilizzo di appositi occhialini. In occasione di questa riedizione, è uscito anche un cd musicale contenenti alcune delle canzoni del film riarrangiate da famosi cantanti e famose band (come ad esempio la canzone "This Is Halloween" cantata da Marilyn Manson), nella versione 3D in lingua originale la prima versione iniziale della canzone This is Halloween è stata sostituita con quella rifatta in stile punk rock da Manson. In Italia la nuova versione 3D è stata presentata il 5 settembre 2007 alla 64ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia in occasione del Leone d'Oro alla Carriera per Tim Burton. In Italia la riedizione in 3D del film d'animazione è uscita il 30 novembre 2007[2] solo nelle sale cinematografiche che possiedono la tecnologia 3D.

Scene tagliate[modifica | modifica sorgente]

Durante la realizzazione del film, i produttori hanno dovuto cancellare o modificare 3 storyboard e 4 scene.

Storyboard

  • Behemoth canta in una parte di "Far Natale", ma non avrebbe senso far cantare un monco come la Callas.
  • Tra la prima strofa e la seconda della canzone di Bau Bau c'è un ritornello rimosso per difficoltà:<<Se ho un formicolio e non ho molto da fare, faccio un'infornata di serpente e un ragno da stufare (Babbo Natale disgustato). E sapete cosa lo renderà davvero gustoso, un involtino di Babbo Nachele davvero succoso. Oh, oh! uho, uho!(x 3 volte) Sono Mr Bau Bau, gente!>>.
  • Invece che un sacco d'insetti i produttori avevano deciso di mettere il dottor Finkelstein dietro il sacco per dare una lezione a Sally.

Scene animate

  • La scena degli esperimenti di Jack sarebbe dovuta essere più lunga di quanto risultò nel montaggio finale.
  • Al posto della zucca, i vampiri giocavano a hockey con la testa di Tim Burton.
  • Quando Jack scende alla tana di Baubau, ci arriva grazie alla gabbia delle tre pesti le quali si stavano godendo, come al cinema, il supplizio di Sally e Nachele.
  • Dopo che Baubau dice: "Intendo fare del mio meglio" dovrebbe partire una parte strumentale ballata dalla sua ombra, ma è stata tagliata per motivi di tempo (17 secondi).
  • Quando Babbo Natale e Sally stanno per cadere nella lava ci sarebbe dovuto essere una scena in cui Vado, Vedo e Prendo si godevano la scena nella gabbia mentre consumavano pop-corn e bibite.

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Oltre al film, vi sono un prequel e un sequel videoludici di Nightmare Before Christmas, rispettivamente Nightmare Before Christmas: Il Re di Halloween per Gameboy Advance (in originale: Nightmare Before Christmas: The Pumpkin King), e Nightmare Before Christmas: Attenti al Baubau! per Xbox e PlayStation 2 (in originale: Nightmare Before Christmas: Oogie's Revenge). Questi videogiochi vennero prodotti seguendo la scia del successo che Nightmare Before Christmas ottenne nei primi anni del 2000, dovuti all'uscita in DVD del suddetto film. Oltre ai giochi direttamente dedicatigli, il mondo di Nightmare Before Christmas appare anche in piccole parti nei giochi Kingdom Hearts 1 e 2, però con la storia leggermente modificata.

Kingdom Hearts[modifica | modifica sorgente]

Nel gioco Kingdom Hearts per PlayStation 2 il mondo di Halloween Town è ispirato alla storia di Nightmare Before Christmas. È possibile utilizzare come personaggio Jack, e bisogna combattere contro il BauBau. Hallowen Town appare anche nel seguito, Kingdom Hearts II, e in due episodi della saga per Game Boy Advance e Nintendo DS, intitolati rispettivamente Kingdom Hearts: Chain of Memories e Kingdom Hearts 358/2 Days; quest'ultimo però si serve solo dell'ambientazione, senza ritagliare particolare importanza ai personaggi del film. In questi videogiochi è presente la storyline del film, anche se, come per tutte le avventure in questa saga, è leggermente modificata.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Burton ha reso omaggio al film di Selick in diverse occasioni. In una scena del film Beetlejuice - Spiritello porcello sulla punta del cappello di Beetlgeuse (quando alla fine prende la forma di un carosello) si può notare la testa di Jack Skeletron. Nel film Alice in Wonderland sul nastro legato al collo del Cappellaio Matto interpretato da Johnny Depp si possono notare delle teste variopinte di Jack Skeletron.[3]
  • Questo film ha avuto critiche molto favorevoli, grazie alle grafiche al computer realizzate dopo il grande successo ottenuto dai classici Biancaneve e i sette nani, La carica dei 101, Chi ha incastrato Roger Rabbit, La bella e la bestia, Aladdin e Il re leone.
  • Al contempo, il film di Selick omaggia Burton. Il serpente mangiatutto del film è simile al Verme delle Sabbie di Saturno del film Beetlejuice - Spiritello porcello. Nella prima versione della scena finale sotto la neve, i vampiri giocavano a hockey usando come puck non una zucca, ma la testa di Tim Burton. Inoltre, Selick ha citato il suo stesso film in due occasioni: nel film James e la pesca gigante, Jack Skeletron appare in un cameo nella parte di un pirata fantasma, mentre in Coraline e la porta magica, nella scena in cui l'altra madre sta preparando un'omelette, si nota nel tuorlo d'uovo il volto di Jack Skeletron.
  • Nel gioco Ragnarok Online la testa di Jack si trova sulla carta dell'Hunter Fly, sulla sua bandana.
  • Nella canzone I Miss You dei blink-182 si fa riferimento al film nella prima strofa «We can live like Jack and Sally if you want / where you can always find me / we'll have Halloween on Christmas / and in the night we'll wish this never ends».[4]
  • Nell'originale in lingua inglese c'è un gioco di parole per quanto riguarda il nome di Babbo Natale. Quando Jack sente il nome Santa Claus capisce Sandy Claws: quest'ultima parola vuol dire artigli, chele, ed ecco perché BauBau lo chiama "aragosta" e quando Jack vede Babbo Natale dice «Ma tu hai le mani... non hai per niente le chele!». Il gioco di parole è stato coerentemente reso in italiano come Babbo Nachele.
  • L'assistente del Dottor Finklestein si chiama Igor (pronunciato in italiano "Aigor", ma in inglese "Igor") riferimento al film Frankenstein Junior di Mel Brooks.
  • Quando Jack dà ai due fratellini l'orso vampiro (vampire teddy) e la papera che hanno costruito i vampiri si può notare che i pigiami dei due fratellini hanno la faccia di Topolino e di Paperino.
  • Negli Stati Uniti sono nati due giochi ispirati al film e realizzati dalla NECA: il primo, un gioco da tavolo classico e il secondo un gioco di carte collezionabili. Questi giochi non sono mai ufficialmente arrivati in Italia perché la Disney non ne ha ceduto i diritti.
  • Nella colonna sonora, la canzone Far Natale riprende la melodia gregoriana del Dies Irae.
  • All'inizio del film, mentre Jack canta nel cimitero si può vedere una statua raffigurante L'urlo, di Edvard Munch.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The Night Before Christmas - A Descriptive Bibliography of Clement Clarke Moore's Immortal Poem
  2. ^ Nightmare Before Christmas | Scheda del Film - Yahoo! Cinema
  3. ^ Il cappellaio matto
  4. ^ I miss you - Blink 182

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]