Adeste fideles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adeste Fideles
Artista
Autore/i Trascritto da John Francis Wade
Genere Canto natalizio
Data 1743
Incipit
Aiuto
Anonimo (info file)
Adeste fideles — versione strumentale

Adeste fideles è un canto natalizio di cui non esistono prove sufficienti per attribuirne la paternità ad un nome preciso. L'unica certezza che emerge dalla documentazione esistente è il nome del copista, cioè di colui che trascrisse materialmente il testo e la melodia: sir John Francis Wade, che lo avrebbe trascritto da un tema popolare irlandese[1] nel 1743-1744 per l'uso di un coro cattolico, a Douai, cittadina nel nord della Francia, a quel tempo importante centro cattolico di riferimento e di rifugio per i cattolici perseguitati dai protestanti nelle Isole britanniche.

Il testo del canto è costituito da otto strofe di cui solo la I, V, VI e VII furono trascritte da Wade. Le strofe II, III e IV vennero composte da Étienne-Jean-François Borderies nel 1794 e una VIII da un anonimo. Qui di seguito sono riportate le prime quattro strofe più conosciute.[2]

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Versione originale in latino[modifica | modifica wikitesto]

« Adeste fideles læti triumphantes,
venite, venite in Bethlehem.
Natum videte Regem angelorum.
Venite adoremus (ter)
Dominum.

En grege relicto humiles ad cunas,
vocati pastores adproperant,
et nos ovanti gradu festinemus.
Venite adoremus (ter)
Dominum.

Æterni Parentis splendorem æternum,
velatum sub carne videbimus,
Deum infantem pannis involutum.
Venite adoremus (ter)
Dominum.

Pro nobis egenum et fœno cubantem
piis foveamus amplexibus;
sic nos amantem quis non redamaret?
Venite adoremus (ter)
Dominum. »

Versione in italiano[3][modifica | modifica wikitesto]

« Venite Fedeli, l'angelo ci invita,
venite, venite a Betlemme.

Nasce per noi Cristo Salvatore.
Venite adoriamo (tre)
il Signore Gesù.

La luce del mondo brilla in una grotta:
la fede ci guida a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Venite adoriamo (tre)
il Signore Gesù.

La notte risplende, tutto il mondo attende:
seguiamo i pastori a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Venite adoriamo (tre)
il Signore Gesù.

Il Figlio di Dio, Re dell’universo,
si è fatto bambino a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Venite adoriamo (tre)
il Signore Gesù.

Sia gloria nei cieli, pace sulla terra
un angelo annuncia a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Venite adoriamo (tre)
il Signore Gesù. »

Versione inglese (O Come All Ye Faithful)[modifica | modifica wikitesto]

Molto famosa è anche la versione in lingua inglese, intitolata O Come All Ye Faithful: questa versione fu scritta - limitatamente alle prime 4 strofe[4] - nel 1841[5] o 1852[4] dal pastore della Chiesa d'Inghilterra Frederick Oakeley (1802-1880), inizialmente con il titolo di Ye Faithful, Approach Ye[5], titolo poi cambiato in quello attuale dopo la conversione dell'autore al Cattolicesimo.[5] Le strofe 5, 7 e 8 furono poi tradotte da William Thomas Brooke (1848-1917) e la sesta strofa da Owen West e da Michael W. Martin.[4]

La prima strofa di questa versione recita[4][5]:

O come, all ye faithful
Joyful and triumphant,
O come ye, O come ye to Bethlehem.
Come and behold Him,
Born the King of Angels!
Ritornello:
O come, let us adore Him,
O come, let us adore Him,
O come, let us adore Him,
Christ the Lord

[...]

Elaborazioni del canto[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuni Russo l'ha interpretato, in alcuni suoi tour, in una maniera del tutto personale.
  • Bradley Joseph ha composto un assolo di pianoforte versione di questo brano per il suo album 2008, Classic Christmas.
  • Fairouz, cantante libanese, ne ha registrata una versione in latino nell'album del 1992 Christmas Carols.
  • Celtic Woman, gruppo irlandese, ne ha registrata una versione in inglese nell'album A Christmas Celebration.
  • I Twisted Sister, band statunitense, ne hanno registrato una versione in chiave Heavy metal.
  • I Blackmore's Night, gruppo di rock medievale, l'hanno mixato con Hark the Herald Angels Sing, altro canto natalizio, nell'album del 2006 Winter Carols.
  • Enya nel 2006 ha pubblicato una versione natalizia dell'album Amarantine contenente un secondo disco di quattro brani natalizi tra cui una versione del brano nel tipico stile dell'artista.
  • I Take 6, gruppo vocale, ne hanno pubblicato un versione nell'album di canzoni di Natale He Is Christmas nel 1991.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adeste Fideles A Study On Its Origin And Development BY Dom John Stephan, O.S.B. “Publications,” Buckfast Abbey, South Devon 1947, http://www.hymnsandcarolsofchristmas.com/Hymns_and_Carols/Images/Stephan/adeste_fideles_a_study_on_its_or.htm
  2. ^ Per maggiori notizie consultare la bibliografia.
  3. ^ Per la versione in italiano ci sono 5 strofe
  4. ^ a b c d O Come All Ye Faithful, in: Anderson, A Treasure of Christmas Carols - The Hymns and Carols of Christmas
  5. ^ a b c d Bowler, Gerry, Dizionario universale del Natale [The World Encyclopedia of Christmas], ed. italiana a cura di E. Corvino e C. Petoia, Newton & Compton, Roma, 2003, p. 249

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Zingale - Emozioni di Natale , S. Francisco, CA, USA, Blurb Inc., 2008, p. 15-22 ISBN 978-88-903484-1-9

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]