Melodia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Melodia (disambigua).

Nella teoria musicale la melodia (dal greco μελῳδία = canto, dal verbo μελῳδέω = cantare, a sua volta da μὲλος= canzone e ᾄδω = cantare) è una catena di suoni di differente altezza e di differente durata la cui struttura genera un organismo musicale di senso compiuto. Costituisce, insieme a ritmo, armonia, timbro, agogica e dinamica, una delle componenti fondamentali del linguaggio musicale.

Nella storia della musica il termine melodia ha assunto anche il significato di breve composizione da camera per voce e accompagnamento strumentale, coltivata in Francia soprattutto nell'Ottocento e affine alla romanza italiana.

Teoria musicale[modifica | modifica wikitesto]

La proprietà di una melodia, affidata a una voce o a uno strumento, è quella di essere facilmente individuabile all'interno del tessuto compositivo. Perciò, nel caso di una struttura polifonica, affinché le melodie siano riconoscibili, occorre evitare che le singole parti si confondano. Ciò è possibile giocando sui contrasti tra i timbri (ad esempio, nel caso della voce umana, soprano, contralto, tenore e basso) ed evitando attacchi simultanei di voci diverse.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Zanarini, Il suono, in: Enciclopedia della musica, II, Il sapere musicale, Torino 2002, pag. 17

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica