Soprano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Soprano (disambigua).
Estensione delle voci
e relative ottave
Soprano





In musica, il termine soprano (maschile) designa sia la più acuta delle voci femminili, sia la cantante che la possiede, sia il suo registro peculiare. L'estensione tipica della voce di soprano è di due ottave, dal do centrale al do sovracuto (do3 – do5), ma può variare ampiamente a seconda della tipologia.

Il termine è riferito anche alle voci bianche, ossia alle voci dei bambini dalla nascita alla pre-adolescenza, quando ancora non è subentrato lo sviluppo fisico e il conseguente mutamento della voce; tutti i bambini, indipendentemente dal sesso, sono dunque dei soprani. Fino al XVIII secolo fu utilizzato anche per le voci maschili di castrato.

Infine, il termine è talvolta utilizzato per designare il più acuto tra più strumenti dallo stesso nome (ad esempio saxofono soprano) o una delle chiavi musicali.

Tipologie principali di soprano[modifica | modifica sorgente]

Oggi si distinguono le seguenti tipologie fondamentali:

  • Soprano leggero, di coloratura o d'agilità (dal re centrale al sol sovracuto, re3 - sol5): voce dolce, chiara, di volume limitato ma molto duttile e agile; spazia nella zona acuta e sovracuta ed è dotato di capacità virtuosistiche.
  • Soprano lirico (dal do centrale al re bemolle sovracuto, do3 - re♭5): voce calda, piena, ricca e graziosa; spazia dalla zona centrale a quella acuta ed è adatto a una vocalità legata e cantabile.
  • Soprano drammatico (dal la grave al do sovracuto, la2 - do5): voce ricca, piena, di timbro scuro e intenso volume; spazia nella zona centrale ed è portato agli accenti forti e drammatici.
  • Sopranista: Il termine indicava i cantanti castrati che cantavano nel registro del soprano. Oggigiorno indica invece un uomo integro dall'estensione molto più ampia rispetto a un comune controtenore. I caratteri generali di questa voce molto rara sono la peculiarità del timbro, il volume, la sonorità e la grande agilità; spazia dalla zona centrale a quella sovracuta (solitamente fino al do sovracuto) anche se le incursioni verso la zona grave non mancano. L'estensione tipica e più diffusa nel repertorio per voce di sopranista è comunque riscontrabile in linea di massima nel tratto la grave fino al do sovracuto, la2 - do5.

Varianti di soprano[modifica | modifica sorgente]

Nel corso dell'evoluzione del melodramma, la mescolanza di queste tipologie e l'affermarsi di nuove tendenze hanno dato luogo ad ulteriori sottocategorie:

Esempi di ruoli per soprano[modifica | modifica sorgente]

Alla voce di soprano, come a quella di tenore, sono tradizionalmente affidati i ruoli da protagonista.

Di seguito sono riportati alcuni tra i ruoli più celebri per ogni tipologia di soprano. Per un elenco dettagliato e per ruoli delle sottotipologie, consultare gli articoli principali.

Soprano leggero[modifica | modifica sorgente]

Soprano lirico[modifica | modifica sorgente]

Soprano drammatico[modifica | modifica sorgente]

Sopranista[modifica | modifica sorgente]

Chiave musicale[modifica | modifica sorgente]

La chiave di soprano è la chiave di do collocata sulla prima linea inferiore del pentagramma, usata esclusivamente in sede scolastica.

Strumenti musicali[modifica | modifica sorgente]

In una famiglia strumentale, il termine distingue il tipo la cui estensione è simile a quella del registro di soprano (ad es. sassofono soprano), approssimativamente dal la grave al re sovracuto.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica