Sassofono soprano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sassofono soprano
Sopransaxophon.jpg
Informazioni generali
Inventore Adolphe Sax
Classificazione Aerofoni ad ancia semplice
Famiglia Sassofoni
Utilizzo
Musica jazz e black music
Estensione scritta del sassofono soprano
Estensione reale del sassofono soprano

Il sassofono soprano è la voce sopranile della famiglia dei sassofoni.

Si tratta di uno strumento traspositore in Sib. La sua estensione reale va dal Lab4 al Mi7 (gli ultimi modelli arrivano al Fa 7), ma, come per tutti i sassofoni, viene scritta dal Sib4 al Fa# 7(per gli ultimi modelli Sol 7).

Normalmente diritto, il soprano esiste anche in versione curva e semicurva (chiamata talvolta saxello)[1]. I problemi di costruzione (i fori portavoce sono molto piccoli) lo hanno reso per molto tempo uno strumento con gravi problemi d'intonazione limitandone l'uso. Oggi, grazie al miglioramento delle tecniche di costruzione, il problema dell'intonazione è stato superato negli strumenti di media e ottima qualità. Nella musica moderna è tornato in auge a partire dagli anni 1940, grazie a Sidney Bechet e John Coltrane. Negli ultimi anni, a parte l'uso molto frequente nell'ambito del jazz, viene molto spesso usato per assoli anche in brani di musica leggera (Dimmi che non vuoi morire, Patty Pravo o Roxanne di Sting, Viaggi e miraggi di Francesco De gregori). Il timbro è tipicamente nasale e sottile. Si tratta del più acuto sassofono di uso comune.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) H.N. White Saxello, hnwhite.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica