Léo Delibes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clément Philibert Léo Delibes

Clément Philibert Léo Delibes (St. Germain-du-Val, 21 febbraio 1836Parigi, 16 gennaio 1891) è stato un compositore francese.

Delibes Signature.png

La vita[modifica | modifica wikitesto]

Delibes nacque nel 1836, figlio di un postino e di una musicista, ma anche nipote di un cantante lirico. Fu cresciuto dalla madre e dallo zio poiché il padre morì molto presto. Nel 1871, all'età di 35 anni, il compositore sposò Léontine Estelle Denain. Delibes morì vent'anni dopo nel 1891 e fu sepolto nel cimitero di Montmartre a Parigi.

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

A cominciare dal 1847, Delibes studiò composizione al Conservatorio di Parigi come allievo di Adolphe Adam, l'autore del celeberrimo balletto Giselle. Un anno dopo iniziò a studiare canto, ma si dimostrò molto più capace come organista che come cantante. Ebbe degli incarichi come accompagnatore per le prove e maestro del coro al Théâtre Lyrique, secondo maestro del coro all'Opéra di Parigi (1864) e organista nella chiesa di Saint-Pierre-de-Chaillot tra il 1865 e il 1871. La prima delle sue tante operette (ne scrisse circa una ogni anno) fu Deux sous le charbon, scritta nel 1856 per le Folies-Nouvelles. Delibes arrivò alla vera fama nel 1870 con il successo del balletto Coppélia per il quale compose la musica. Il titolo si riferisce ad una bambola meccanica e prende spunto dal racconto fantastico L'uomo della sabbia, di E.T.A. Hoffmann. Delibes scrisse la musica per altri balletti quali Sylvia (1876) e La Source (1866), che scrisse con Léon Minkus.

Delibes compose anche varie opere liriche, l'ultima della quale, la sontuosa e orientaleggiante Lakmé (1883), contiene, tra i vari numeri accattivanti, il famoso pezzo forte rappresentato dalla scena della protagonista, nota come Légende du Paria o Aria delle Campanelle, ed il Duetto dei Fiori, una barcarola. A quel tempo le sue opere liriche impressionarono Čajkovskij al punto tale che egli considerava Delibes molto più capace di Brahms.

Nel 1867 Delibes compose Divertissement e Le Jardin Animé per un revival del balletto di Joseph Mazilier/Adolphe Adam dal titolo Le Corsaire. Scrisse una messa, una cantata su Algeri e compose operette e musiche di scena per il teatro, come le danze e arie per la pièce di Victor Hugo Le roi s'amuse (lo stesso dramma utilizzato anche da Verdi per il suo Rigoletto).

Principali composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Léo Delibes
  • Balletti:
La Source (1866)
Coppélia (1870)
Sylvia (1876)
  • Opere:
Le boeuf Apis (1865)
La cour du roi Pétaud (1869)
Le roi l'a dit (1873)
Jean de Nivelle (1880)
Lakmé (1883)
Kassya (1893)
  • Operette:
Deux sous le charbon (1856)
Les deux vieilles gardes (1856) al Théâtre des Bouffes-Parisiens
Six demoiselles а marier (1856) al Théâtre des Bouffes-Parisiens
L'omelette à la Follembuche, libretto di Eugène Labiche e Marc-Michel (1859) al Théâtre des Bouffes-Parisiens
Mon ami Pierrot, libretto di Lockroy (1862) a Bad Ems
L'écossais de Chatou, libretto di Adolphe Jaime e Philippe Gille (1869) al Théâtre des Bouffes-Parisiens

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

È noto che il lavoro di Delibes influenzò notevolmente compositori quali Čajkovskij, Saint-Saëns e Debussy.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29641114 LCCN: n80040391