La Source

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Source è un balletto in tre atti/quattro scene su musica di Léo Delibes e Ludwig Minkus. Minkus ha scritto il primo atto e la seconda scena del terzo atto mentre Delibes ha scritto il secondo atto e la prima scena del terzo atto.

La coreografia è di Arthur Saint-Léon, che collaborò con Charles Nuitter per il libretto.

I scenografia originale era di Edouard Desplechin, Jean-Baptiste Lavastre, Auguste Rubé, Chaperon (scenario), Paul Lormier (costumi).

La prima produzione ebbe luogo al Teatro Imperiale dell'Opéra a Parigi il 12 novembre 1866 con Guglielmina Salvioni (Naïla), Eugénie Fiocre (Nouredda) e Louis Mérante (Djémil), L. Marquet (Morgab).

Trama[modifica | modifica sorgente]

Primo atto[modifica | modifica sorgente]

Siamo in Persia. Naila, uno spirito della sorgente gode della protezione del cacciotore Djemil. Egli deve impedire che la zingara Morgab inquini le acque della sorgente. Djemil si innamora di Nouredda ma commette il terribile errore di alzarle il velo per vederne il volto. Viene punito al fratello di lei e condannato a morire di sete a fianco della sorgente. Naila però lo salverà bagnando con le acque della sorgente.

Secondo atto[modifica | modifica sorgente]

Nouredda si reca con Morgab al palazzo di Khan, il suo promesso sposo. Arriva Djemil che con l'aiuto di un fiore fatato fa nascere una sorgente dalla quale esce Nail. Appena Khan la vede se ne innamora e ripudia Nouredda che gli giura vendetta.

Terzo atto[modifica | modifica sorgente]

Nail aiuta Djemil a fuggire con Nouredda dicendogli però che lei non lo ama. Naila in realtà è innamorata di Djamil ma egli non lo sa e le chiede un aiuto per conquistare Nouredda. Naila ricorre allora al fiore fatato ben sapendo che usandolo morirà. Lo pone sul cuore di Nouredda che arde immediatamente per Djamil mentre la sorgente lentamente smette di sgorgare.

Il balletto n origine era stato creato per la ballerina austriaca Adèle Grantzowa che però si ruppe un piede e fu trattenuta a San Pietroburgo. Venne scelta quindi la Salvioni anche se era una ballerina limitata. Difatti non ottenne un gran successo, a differenza della Fiocre nel ruolo di Nouredda. Saint-Léon fu molto contento quando la parte di Naila poté essere ballata dalla Grantzowa.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]