Angels from the Realms of Glory

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angels From The Realms Of Glory
Artista
Autore/i James Montgomery
Genere Musica cristiana
Canto natalizio
Esecuzioni notevoli Julie Andrews
Percy Faith
Annie Lennox
Data 1816 (come poesia)
Data seconda pubblicazione 1819 (come brano musicale)
Note
Pubblicato per la prima volta in: Sheffield Iris
Altri titoli: Nativity (titolo originale); Good tidings of great joy to all people
Melodie: Regent Square; Gloria o Iris; Lewes; St. Osmund
Aiuto
Henry Thomas Smart (info file)
Angels from the Realms of Glory — per pianoforte

Angels from the realms of glory è un famoso canto natalizio tradizionale, il cui testo è stato scritto nel 1816 dal giornalista e autore di inni di origine irlandese James Montgomery (1771-1854).[1][2][3][4]
Il brano può essere accompagnato da varie melodie[1][2][3]: le più comuni sono quella di Regent Square, composta da Henry Thomas Smart (melodia più popolare nella maggior parte dei Paesi[1]) e Gloria o Iris di Edward Shippen Barnes, utilizzata anche per il canto natalizio Les anges dans nos campagnes (melodia con cui è popolare nel Regno Unito[1][2]); altre melodie sono quella di Lewes (1774 ca.) di John Randall, e St. Osmund (1870) di Herbert S. Irons[3].

Alcuni studiosi (come William Studwell) ritengono che il brano sia una traduzione o quantomeno una parafrasi del canto natalizio francese Les anges dans nos campagnes [1][2]; altri considerano invece il brano di Montgomery un canto natalizio a sé stante.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

James Montgomery, giornalista dello Sheffield Iris, pubblicò per la prima volta il testo con il titolo di Nativity e sotto forma di poesia nell'edizione del 24 dicembre 1816 del giornale presso cui lavorava.[2][3]
Tre anni dopo, il testo fu pubblicato anche come brano musicale nella raccolta, curata da Thomas Cotterill, Selection of Psalms.[2]

Successivamente, il brano fu pubblicato nel 1825 in The Christmas Box e, dopo varie revisioni da parte dell'autore, con il titolo di Good tidings of great joy to all people nelle raccolte, curate dallo stesso Montgomery, Christian Psalmist (1825) e Original Hymns (1853).[2][3]

Inizialmente, il brano fu musicato utilizzando la stessa melodia che accompagna anche il canto natalizio Les anges dans nos campagnes [1], ovvero Gloria o Iris di Edward Shippen Barnes.
In seguito, a partire dal 1867, si iniziò ad utilizzare la melodia di "Regent Square" di Henry Thomas Smart (1813-1879).[1][2]

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Il brano si compone di 8 strofe (le prime sei scritte da Montgomery, le ultime due aggiunte successivamente[2]) di 4 versi ciascuna.[2].
Il testo parla dell'episodio dell'annunciazione della Nascita di Gesù ai pastori (Vangelo di Luca, 2, 13) episodio che ispirato moltri altri canti natalizi, come Les anges dans nos campagnes , While Shepherds Watched Their Flocks by Night , Rise Up, Shepherd, and Follow , Berger, secoue ton sommeil profond , Çà, bergers, assemblons-nous , ecc.[5]).

Del ritornello esistono tre varianti[2]: Come and worship, come and worship. Worship Christ, the newborn King oppure Hallelujah! Hallelujah! Lord of Heaven, Three in One oppure ancora Gloria in excelsis Deo. Gloria in excelsis Deo (quest'ultima variante utilizzata con la melodia di Gloria o Iris):

Angels from the realms of glory,
Wing your flight over all the earth;
Ye who sang creation's story
Now proclaim the Messiah's birth.

Ritornello (variante 1):
Come and worship, come and worship
Worship Christ, the newborn King.
Ritornello (variante 2):
Hallelujah! Hallelujah!
Lord of Heaven, Three in One
Ritornello (variante 3):
Gloria in excelsis Deo.
Gloria in excelsis Deo.

Shepherds, in the field abiding,
Watching over your flocks by night,
God with us is now residing;
Yonder shines the infant light.
Ritornello

Sages, leave your contemplations,
Brighter visions beam afar;
Seek the great Desire of nations;
Ye have seen His natal star.
Ritornello

Saints, before the altar bending,
Watching long in hope and fear;
Suddenly the Lord, descending,
In His temple shall appear.
Ritornello

Sinners, wrung with true repentance,
Doomed for guilt to endless pains,
Justice now revokes the sentence,
Mercy calls you, break your chains.
Ritornello

Though an infant now we view Him,
He shall fill His Father's throne,
Gather all nations to Him;
Every knee shall then bow down.
Ritornello

Lord of Heaven, we adore Thee,
God the Father, God the Son,
God the Spirit, One in glory,
On the same eternal throne.
Ritornello

All creation, join in praising
God, the Father, Spirit, Son,
Evermore your voices raising
To the eternal Three in One.
Ritornello

Versioni discografiche[modifica | modifica wikitesto]

Tra i numerosi cantanti, gruppi musicali e/o strumentisti che hanno inciso il brano, figurano, tra gli altri[6]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Bowler, Gerry, Dizionario universale del Natale [The World Encyclopedia of Christmas], ed. italiana a cura di E. Corvino e C. Petoia, Newton & Compton, Roma, 2003, p. 53
  2. ^ a b c d e f g h i j k l A Treasure of Christmas Carols - The Hymns and Carols of Christmas: Angels From The Realms Of Glory
  3. ^ a b c d e Cyberhymnal: Angels From The Realms Of Glory
  4. ^ Carols.org.uk: Angels from the Realms of Glory
  5. ^ Bowler, Gerry, op. cit.
  6. ^ All Music Guide: Track Search for "Angels From The Realms of Glory

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]