Pentatonix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pentatonix
I Pentatonix durante un'esibizione: da sinistra a destra, Avi Kaplan, Kirstie Maldonado, Scott Hoying, Mitch Grassi e Kevin Olusola.
I Pentatonix durante un'esibizione: da sinistra a destra, Avi Kaplan, Kirstie Maldonado, Scott Hoying, Mitch Grassi e Kevin Olusola.
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere A cappella
Periodo di attività 2011 – in attività
Album pubblicati 3 Extended play
Ptxlogo.jpg

I Pentatonix sono un gruppo vocale "a cappella" originario di Arlington, nel Texas.

Affermatosi sulla scena musicale internazionale in seguito alla vittoria della terza stagione del talent show americano The Sing-Off, il gruppo ha avuto modo di perpetuare il proprio successo grazie ad un'intensa produzione musicale che comprende le pubblicazioni diffuse online tramite il canale Youtube del gruppo e i tre extended play fino ad ora rilasciati.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo affonda le proprie radici in una prima formazione limitata ai tre amici d'infanzia Scott Hoying, Kirstie Maldonado e Mitch Grassi: il trio, dopo aver calcato più volte i palcoscenici della propria città, riesce, in un secondo momento, a mettersi in luce anche su YouTube grazie ad una cover, eseguita "a cappella", del brano "Telephone"[1].

I tre amici, pur separatisi in occasione dell'iscrizione all'università, tornano a riunirsi quando lo stesso Scott Hoying avanza la proposta di prendere parte al talent show per gruppi "a cappella" The Sing-Off, il cui regolamento, tuttavia, prevede che ogni gruppo iscrittosi conti almeno cinque membri[2]: è per questo motivo che, appena il giorno prima dell'audizione, i membri dell'originale trio (come raccontano gli stessi)[3] si incontrano con Avi Kaplan e con Kevin Olusola, precedentemente reclutati grazie alla mediazione, nel primo caso, di un amico, nel secondo, di Youtube[4][5]. La formazione appena definita (e destinata a rimanere pressoché invariata) vedrà le voci dei tre membri fondatori alternarsi tra le linee melodiche e i cori, sul sostrato ad un tempo armonico e ritmico offerto dai due nuovi componenti, rispettivamente basso e beatboxer[1]; e il connubio tra l'originale trio e la neonata "sezione ritmica" sarà tale da valere a Kaplan e ad Olusola i soprannomi di "meat and potatoes" (appunto "carne e patate")[6].

I Pentatonix (questo il nome che Kevin Olusola suggerisce di dare al gruppo)[7], giunti al termine della competizione, riescono ad ottenere il primo posto, la corrispondente somma di denaro di $200,000 ed un contratto con la Sony[8].

Sulla scia della notorietà acquisita, nel gennaio del 2012 cominciano a diffondere video tramite il proprio canale di Youtube, elaborando cover delle canzoni più popolari del momento, anch'esse riarrangiate a cappella. Tra le cover di maggior notorietà ricordiamo quella di "Somebody That I Used to Know" di Gotye, quella arrangiata su "Gangnam Style" di Psy o quella ricavata da "We Are Young" dei Fun. Degna di nota è anche la collaborazione con la violinista Lindsey Stirling, nella cover di "Radioactive", dall'originale degli Imagine Dragons.

Il 26 giugno 2012 pubblicano il loro primo EP, intitolato "PTX, Vol. 1", che raggiunge, già nella prima settimana di pubblicazione, un numero di circa 20,000 copie vendute[9]. Nell'autunno dello stesso anno, partono per il loro primo tour, esibendosi in circa 30 città. Sempre nel 2012, il 13 novembre, pubblicano il loro secondo EP, dal titolo "PTXmas" contenente canzoni natalizie. L'uscita del disco è seguita dalla pubblicazione su You Tube del singolo "Carol of the Bells".

Ancora il mese di novembre, ma dell'anno 2013, vede l'uscita del terzo disco del gruppo, sempre un extended play, dal titolo "PTX, Vol. 2". La pubblicazione del suddetto album è concomitante al rilascio, tramite Youtube, di un medley arrangiato sui maggiori successi del duo dei Daft Punk; quello in questione è, tuttora, il video del gruppo che ha registrato il maggior numero di visualizzazioni[10] con circa 91 milioni di visualizzazioni ad oggi.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Extended Play[modifica | modifica sorgente]

  • PTX, Vol. 1 (26 giugno 2012)
  • PTXmas (13 novembre 2012)
  • PTX, Vol. 2 (5 novembre 2013)
  • PTX, Vol. III (23 settembre 2014)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

YouTube Music Awards

  • 2013 - risposta dell'anno, Lindsey Stirling and Pentatonix - "Radioactive (Imagine Dragons song)"

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Amy Malkoff, An Exclusive Interview With Pentatonix's Scott Hoying in casa.org, 27 novembre 2011. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  2. ^ Amy Malkoff, A Brief Interview with Scott Hoying of Pentatonix in casa.org, 27 novembre 2011. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  3. ^ Jean Bentley, 'The Sing Off' winners Pentatonix on YouTube, Nick Lachey and recording an album in zap2it.com, 29 novembre 2011. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  4. ^ Stephen Russ, Faith, Innovation, and Cello Beat Boxing - An Interview with Kevin Olusola of Pentatonix in Beliefnet.com. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  5. ^ 1st Performance - Pentatonix - "ET" by Katy Perry Ft Kanye West - Sing Off - Series 3 - YouTube
  6. ^ 11th Performance - Pentatonix - "Since U Been Gone" and "Forget You" Remix - Sing Off - Series 3 - YouTube
  7. ^ Cathy O'Neal, Pentatonix on The Sing-Off in TheaterJones.com, 11 ottobre 2011. URL consultato il 24 August 2012.
  8. ^ Vicki Hyman, Pentatonix scores 'The Sing-Off' title in NJ.com, 29 novembre 2011. URL consultato il 24 Agosto 2012.
  9. ^ Grady Smith, Winners of 'The Sing-Off' outsell 'The Voice' winner Javier Colon in music-mix.ew.com, 3 luglio 2012. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  10. ^ [Official Video] Daft Punk - Pentatonix - YouTube

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica