Kelly Clarkson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kelly Brianne Clarkson
Kelly Clarkson durante un concerto nel 2013
Kelly Clarkson durante un concerto nel 2013
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop
Pop rock
Periodo di attività 2002 – in attività
Etichetta RCA, Sony Music
Album pubblicati 5
Studio 5
Sito web

Kelly Brianne Clarkson (Fort Worth, 24 aprile 1982) è una cantautrice statunitense. Billboard l'ha classificata al 14º posto tra gli artisti del decennio 2000-10.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kelly Brianne Clarkson è nata a Fort Worth ed è cresciuta nella cittadina di Burleson. È la terza e ultima figlia di Jeanne Rose e Stephen Michael Clarkson; ha un fratello e una sorella, Jason e Alyssa. Quando aveva sei anni i suoi genitori divorziarono dopo diciassette anni di matrimonio: si trasferirono quindi a Burleson, dove la madre si risposò. La sua famiglia ebbe anche problemi finanziari, e dopo il divorzio dei suoi genitori, Kelly si interessò alla musica.

Ha frequentato la Pauline G. Hughes Middle School e la Burleson High School. Alle medie una sua insegnante la sentì cantare nel corridoio della scuola e le chiese di entrare a far parte del coro. Alle superiori si esibì in vari musical e cantò al talent show della sua scuola. Cominciò anche a prendere lezioni, sperando che la musica le avrebbe procurato una borsa di studio. Finite le superiori le vennero offerte varie borse di studio, ma le rifiutò perché "non si è mai troppo vecchi per andare al college".

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 ottobre 2013 ha sposato il talent manager Brandon Blackston. La coppia ha una figlia, River Rose, nata il 12 giugno 2014.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2002-03: La vittoria ad American Idol[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 settembre 2002, a 20 anni, vinse la prima edizione di American Idol, un talent show che sarebbe presto diventato il programma di maggior successo negli Stati Uniti, sconfiggendo in finale Justin Guarini. Si esibì con la ballata A Moment Like This (scritta per il vincitore del programma e pubblicata poi nel sul primo album,Thankful). Nell'ottobre dello stesso anno la canzone venne pubblicata come singolo e stabilì un record negli Stati Uniti, passando dalla posizione 52 alla 1 in brevissimo tempo.

2003-04 Thankful, il primo album[modifica | modifica wikitesto]

Sotto contratto con la RCA Records, importante casa discografica statunitense, ha pubblicato il suo primo album dal titolo Thankful il 15 aprile 2003, che ha debuttato direttamente alla prima posizione negli Stati Uniti ed è entrato in diverse classifiche europee.[2] I singoli estratti dall'album sono stati il già pubblicato A Moment Like This, Miss Independent, Low e The Trouble With Love Is, che ottennero un buon successo negli Stati Uniti,

2004-06, Il successo mondiale: Breakaway[modifica | modifica wikitesto]

Con l'album Breakaway, la cantante si distanziò dallo stile del precedente album (influenzato da American Idol) e si orientò verso uno stile più rock. L'artista co-scrisse sei delle dodici tracce insieme ad artisti come Ben Moody (membro degli Evanescence), ed Avril Lavigne, con la quale scrisse la canzone che dà il nome all'album, Breakaway. Uscito negli Stati Uniti d'America il 30 novembre del 2004. L'album costituì un successo discografico enorme, raggiungendo vendite esorbitanti: vendette cinque milioni di copie solo negli Stati Uniti d'America, e dodici milioni complessivi nel mondo.[senza fonte] Dall'album vennero estratti numerosi singoli che raggiunsero le vette anche delle classifiche europee e che portarono la cantante ad essere conosciuta in tutto il mondo. I singoli di maggior successo furono Breakaway (Scritta da Avril Lavigne nell'adolescenza e in seguito registrata da Kelly Clarkson, e contenuta nell'album omonimo), Since You Been Gone, Behind This Hazel Eyes e Because of You, successo mondiale che esaltava la grande estensione vocale della cantante.

Kelly Clarkson in un concerto a Canberra nel 2005

Questa canzone è stata la sua prima numero uno nella classifica mondiale e le vendite ammontano a 6.180.000 copie certificate.[3] Il singolo Since You Been Gone ha fruttato alla cantante un prestigioso Grammy Award; nella stessa serata ne guadagna un secondo nella categoria "Miglior Album Pop" per Breakaway. Nel marzo 2010, a 6 anni dall'uscita, l'album torna in classifica nella Billboard 200 alla posizione 169 con più di 4000 copie vendute in pochi giorni negli USA.

2007–08: My December, il terzo disco[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2007 venne pubblicato l'album My December, più cupo e dalle sonorità rock, a differenza degli album precedenti, di forte influenza pop. L'album ottenne un discreto successo commerciale, vendendo circa 2.000.000 copie nel mondo,[senza fonte] e conteneva il singolo di lancio Never Again. Il secondo singolo, Sober, fu pubblicato nell'agosto dello stesso anno nelle radio statunitensi, senza che ne fosse realizzato un video musicale. Don't Waste Your Time venne invece pubblicato nell'autunno del 2007 come terzo singolo, ottenne un minimo successo solo in Germania.

2009–10: All I Ever Wanted, il quarto disco[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2009 è stato diffuso nelle radio il singolo My Life Would Suck Without You ed è stato pubblicato come download digitale il 16 gennaio 2009,[4] che ha raggiunto la prima posizione della classifica statunitense.[5] Divenne inoltre il primo singolo della cantante a raggiungere la prima posizione della classifica britannica. My Life Would Suck Without You ha ottenuto un grande successo in tutto il mondo e, ad oggi, è uno dei pezzi più conosciuti della cantante. Il singolo anticipò il quarto album, All I Ever Wanted, pubblicato il 13 marzo del 2009. Successivamente l'album è stato promosso dalla pubblicazione dei singoli I Do Not Hook Up e Already Gone, canzone prodotta da Ryan Tedder, frontman dei One Republic.

Durante la promozione di questo disco, ha girato il mondo con l'All I Ever Wanted Tour. Gli altri due singoli hanno ottenuto minor successo ma sono comunque abbastanza noti in molti stati. Dopo l'enorme successo di Already Gone nel mondo, la casa discografica ha deciso di lanciare diversi singoli in diverse nazioni: troviamo infatti negli USA e in Canada All I Ever Wanted (12 aprile 2010), in Germania Cry (4 agosto 2009), in Nuova Zelanda Don't Let Me Stop You (13 dicembre 2009) e Ready (22 ottobre 2010); tuttavia la copertina per il singolo digitale è stata creata solo per All I Ever Wanted. Nell'album sono contenenti altri singoli.

Nel 2008 la canzone contenuta nel suo secondo album Breakaway, "Gone", è stata utilizzata per la terza stagione del telefilm di successo della CBS Ghost Whisperer, con protagonista Jennifer Love Hewitt. Nel 2011 registra il duetto con Jason Aldean "Don't you wanna stay" e partecipa come ospite musicale da Ellen Degeneres e al 125º anniversario della Coca-Cola, in cui si esibisce sulle note delle sue canzoni più famose.

2011-12: Stronger & Duets[modifica | modifica wikitesto]

Il quinto album di Kelly Clarkson, Stronger, viene rilasciato il 21 ottobre 2011. Kelly descrive questo album come "influenzato da Prince, Tina Turner, Sheryl Crow, Radiohead e con un po' di country per un paio di canzoni". Kelly ha collaborato con vari produttori tra cui Greg Kurstin, Ester Dean, Darkchild, Toby Gad, Steve Jordan e Howard Benson. Questo album ha ricevuto recensioni abbastanza positive. Stronger diviene un successo commerciale, debuttando alla N° 2 della Billboard 200, ed ha avuto una buona longevità. L'uscita dell'album è stata accompagnata da un cd acustico in edizione limitata chiamato "The Smoakstack Sessions", che contiene per l'appunto versioni alternative tratte dall'album Stronger e All I Ever Wanted.

Kelly per Stronger ha fatto ben due Tour — Stronger Tour e il 2012 Summer Tour con i The Fray. Stronger è stato certificato come disco d'oro da RIAA. Il primo singolo, "Mr. Know It All", è diventato una Hit internazionale, esordiendo alla numero 10 della Billboard Hot 100 ed avendo buoni risultati in classifica anche in Australia e Corea del Sud. È stata anche pubblicata una "Country Version" di questa canzone nel 2012. Il second singolo, "Stronger (What Doesn't Kill You)", è diventato anch'esso una hit internazionale ed è diventato il singolo di maggior successo dell'album. È arrivato 1º in classifica nella Billboard Hot 100 per ben tre settimane non consecutive — ed è diventato sia il suo singolo di maggior successo entrando in ben ventinove classifiche nazionali ed è diventato anche il singolo che ha venduto di più per una concorrente di American Idol.

Fino ad agosto 2012, ha venduto più di 4 milioni di copie tra America e Regno Unito. Il terzo singolo, "Dark Side", nonostante i buoni propositi non ha avuto il successo sperato. Kelly ha pubblicizzato Stronger in vari posti, tra cui il 2011 NRL Grand Final, e la versione Inglese, Americana, Tedesca e Australiana di The X Factor. La canzone "Tell Me A Lie" nell'album di debutto degli One Direction è stata scritta da Kelly inizialmente per Stronger. Il suo secondo cd acustico, in questo caso digitale, "iTunes Session" è stato rilasciato il 23 dicembre 2011 — il singolo promozionale, una cover di "I'll Be Home For Christmas", ha raggiunto la posizione 93 nella Billboard Hot 100. iTunes Session ha debuttato alla posizione numero 85 nella Billboard 200. Nel 2012, Kelly è diventata una guest mentor dei concorrenti di Blake Shelton nella seconda serie del programma americano The Voice — con questa collaborazione, Kelly diventa la prima concorrente uscita da un talent show ad essere apparsa in American Idol, X Factor e The Voice.

Il 5 febbraio 2012, Kelly ha cantato The Star-Spangled Banner (l'inno nazionale statunitense) al Super Bowl XLVI ricevendo critiche molto positive. Kelly ha anche cantato ai 54th Grammy Awards il 12 febbraio dello stesso anno. Lei e Jason Aldean hanno interpretato la loro Hit Country "Don't You Wanna Stay" che ha ricevuto numerosi premi. Da maggio a luglio 2012, Kelly è diventata giudice del Talent Show "Duets". Poco dopo ha rilasciato il singolo promozionale "Get Up (A Cowboys Anthem)" per la campagna pubblicitaria della Pepsi NFL. Nel febbraio 2013 l'album vince un Grammy nella categoria "Best Pop Vocal Album".

2012–13: Greatest Hits: Chapter One e Wrapped in Red [modifica | modifica wikitesto]

Il 4 ottobre 2012, è stato annunciata l'uscita del suo primo Greatest Hits chiamato Greatest Hits – Chapter One per il 19 novembre 2012. Il Greatest Hits ha 3 tracce inedite (Catch My Breath, Don't Rush con Vince Gill) e People Like Us) che si uniscono a tutti i successi di Kelly rilasciati nei primi dieci anni di carriera. Il primo singolo rilasciato per questo album è Catch My Breath, scritto da lei con il suo direttore musicale Jason Halbert e con Eric Olson. Il singolo è stato rilasciato il 15 ottobre 2012. Kelly inoltre vista la nomination ricevuta per i Country Music Awards 2012 come "Female Vocalist of the Year" ha deciso di rilasciare per le radio Country anche il singolo Don't Rush.

Il 25 giugno 2013 è uscito il nuovo singolo country di Kelly Tie It Up disponibile su iTunes. Nel 2013 ha fatto un tour di concerti in tutta l'American con i Maroon 5.

Kelly Clarkson nel gennaio 2013

Nell'aprile 2013 annuncia un album dedicato al Natale e intitolato Wrapped in Red. Il disco esce il 29 ottobre seguente. Inoltre collabora con Robbie Williams nella canzone Little Green Apples, inserita nell'album Swings Both Ways. Nel dicembre 2013 Wrapped in Red viene certificato disco di platino dalla RIAA. Il singolo Don't Rush riceve una nomination ai 56i Grammy Awards nella categoria "Best Country Duo/Group Performances".

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Band[modifica | modifica wikitesto]

La band attuale, che ha accompagnato Kelly nell'All I Ever Wanted Tour è così composta:

  • Jason Halbert - Direttore musicale & tastiera
  • Jill Pickering - Voce di fondo & chitarra classica
  • Kate Rapier - Voce di fondo
  • Aben Eubanks - Chitarra
  • Cory Churko - Chitarra
  • Einar Pedersen - Basso
  • Miles McPherson - Batteria
  • Leif Shires - Tromba
  • Ric Robbins - Dj
  • Chris Gregg - Sax
  • Justin Carpenter - Trombone

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kelly Clarkson è diventata mamma. URL consultato il 16 giugno 2014.
  2. ^ Thankful su acharts.us. URL consultato il 18 gennaio 2010.
  3. ^ Top Track Achievements 1999–2007 in Media Traffic. URL consultato il 22 gennaio 2008.
  4. ^ iTunes Store - Kelly Clarkson "My Life Would Suck Without You"
  5. ^ My Life Would Suck Without You su acharts.us. URL consultato il 18 gennaio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 5188462 LCCN: n2002041300