Vince Gill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vince Gill
Vince Gill nel 2012
Vince Gill nel 2012
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Country
Bluegrass
Periodo di attività 1979 – in attività
Strumento Chitarra
Chitarra resofonica
Basso acustico
Mandolino
Banjo
Etichetta RCA
MCA
Sito web

Vincent Grant Gill, meglio noto come Vince Gill (Norman, 12 aprile 1957), è un cantautore e polistrumentista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Oklahoma, ha formato diversi gruppi da giovane come i Bluegrass Revues negli anni '70 e poi i Mountain Smoke. In seguito è diventato un membro dei The Cherry Bombs, band di supporto a Rodney Crowell. Ha debuttato nella scena country rock con i Pure Prairie League nel 1979, cantando Let Me Love You Tonight.

I suoi primi album sono stati pubblicati dalla RCA Nashville. Si è consacrato con l'album When I Call Your Name, datato 1989 e certificato poi doppio disco di platino.[1] Anche nei primi anni '90 ha pubblicato diversi album che hanno venduto milioni di copie negli Stati Uniti e centinaia di migliaia di copie in Canada. When Love Finds You ha raggiunto la posizione #6 della Billboard 200.[2] Nel 1998 ha pubblicato un album natalizio collaborativo con Patrick Williams e la sua band.

Collabora con i Daughtry per il loro secondo album Leave This Town. Dal 1991 è membro del gruppo del Grand Ole Opry.[3]

Nel 2012 è stato inserito nella Hollywood Walk of Fame.[4] Nel 2012 inoltre appare nel Greatest Hits: Chapter One di Kelly Clarkson. Nel 2013 pubblica un album collaborativo con Paul Franklin: Bakersfield.

Ha vinto 20 Grammy Awards nelle categoria dedicate al country.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio
Raccolte
  • 1989: The Best of Vince Gill
  • 1992: I Never Knew Lonely
  • 1994: Songs from the Heart
  • 1995: Vince Gill and Friends
  • 1995: The Essential Vince Gill
  • 1995: Souvenirs
  • 1996: Super Hits
  • 2003: Platinum & Gold Collection
  • 2007: 20th Century Masters – The Millennium Collection: The Best of Vince Gill
  • 2010: Love Songs
  • 2010: Icon
  • 2013: Ballads
Album natalizi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ riaa.com
  2. ^ billboard
  3. ^ opry
  4. ^ wdez

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]