Le avventure di Ichabod e Mr. Toad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le avventure di Ichabod e Mr. Toad
Ichaboad.JPG
Taddeo Rospo in una scena del film
Titolo originale The Adventures of Ichabod and Mr. Toad
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1949
Durata 68 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.37:1
Genere animazione, fantastico
Regia Jack Kinney, Clyde Geronimi, James Algar
Soggetto Kenneth Grahame, Washington Irving
Sceneggiatura Erdman Penner, Winston Hibler, Joe Rinaldi, Ted Sears, Homer Brightman, Harry Reeves
Produttore Walt Disney
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) RKO Radio Pictures
Animatori Frank Thomas, Ollie Johnston, Wolfgang Reitherman, Milt Kahl, John Lounsbery, Ward Kimball, Fred Moore, Harvey Toombs, John Sibley, Hal King, Marc Davis, Hugh Fraser, Hal Ambro, Don Lusk
Montaggio John O. Young
Effetti speciali Ub Iwerks, George Rowley, Jack Boyd
Musiche Oliver Wallace
Tema musicale "Ichabod and Mr. Toad", di Oliver Wallace (musica), Gene de Paul e Don Raye (parole)
Scenografia Charles Philippi, Al Zinnen, Tom Codrick, Hugh Hennesy, Thor Putnam, Lance Nolley
Sfondi Ray Huffine, Art Riley, Merle Cox, Brice Mack, Dick Anthony
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Episodi
  • Il vento tra i salici
  • La leggenda della valle addormentata
Premi

Golden Globe 1950: migliore fotografia a colori ai Walt Disney Studios

Le avventure di Ichabod e Mr. Toad (The Adventures of Ichabod and Mr. Toad) è un film del 1949 diretto da Jack Kinney, Clyde Geronimi e James Algar. È un film d'animazione prodotto dalla Walt Disney Productions e composto da due segmenti, basati rispettivamente sulle storie Il vento tra i salici e La leggenda di Sleepy Hollow. Il film venne distribuito dalla RKO Radio Pictures nelle sale americane il 5 ottobre 1949, ed è l'11º Classico Disney. È anche l'ultimo dei sei film collettivi prodotti dalla Disney fino a Le avventure di Winnie the Pooh del 1977, dopo Saludos Amigos, I tre caballeros, Musica, maestro!, Bongo e i tre avventurieri e Lo scrigno delle 7 perle.

Le avventure di Ichabod e Mr. Toad è uno dei due Classici Disney (l'altro è il suddetto Le avventure di Winnie the Pooh) a non essere stati distribuiti nei cinema in Italia, ma solo in home video. Il film è uscito infatti direttamente in VHS e DVD il 1º marzo 2004.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film è composto da due segmenti, entrambi basati su popolari opere letterarie.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Il vento tra i salici[modifica | modifica sorgente]

La storia di Taddeo Rospo, basata su Il vento tra i salici di Kenneth Grahame (narrata da Basil Rathbone nell'edizione originale e da Luigi La Monica in quella italiana). In questa storia, il carismatico Taddeo Rospo è lo spensierato e ricco proprietario di Villa Rospo. Taddeo crede nel divertimento, nell'avventura e nei viaggi senza meta; egli ha costruito una grande quantità di debiti ignorando le responsabilità finanziarie a causa suo amore insaziabile per le mode e le "manie", come correre incautamente a cavallo attraverso la campagna su un carro giallo canarino con il suo fedele cavallo Lancashire, Cirillo Belsedere, che continua a scontrarsi contro tutti gli ostacoli. Tasso McTass chiama i suoi amici, Topus e Talpino, per cercare di farlo ragionare, ma Taddeo scopre presto le moderne auto a motore, ed è determinato a ottenerne una con ogni mezzo necessario. Taddeo viene accusato di furto d'auto dopo aver scambiato Villa Rospo con una vettura appartenente all'oste Strizzalocchio e la sua banda di donnole, e viene condannato a vent'anni di permanenza in cella di isolamento quando Strizzalocchio testimonia che Taddeo ha tentato di vendergli una macchina rubata (che in realtà era stata rubata dai suoi compari). La vigilia di Natale Cirillo visita Taddeo sotto mentite spoglie e lo aiuta a fuggire. Taddeo riesce a trovare Topus e Talpino, e i tre vengono informati da McTass che il malvagio Strizzalocchio e le sue donnole hanno preso il controllo di Villa Rospo. Con l'aiuto dei suoi amici, Taddeo riscatta il suo buon nome, recuperando il contratto dalle mani dei malviventi. Taddeo, toccato dalla lealtà e la gentilezza dei suoi amici, promette di mettere la testa a posto. Topus, Talpino e McTass fanno un brindisi al nuovo Taddeo alla loro festa di Capodanno, ma sono scioccati nel trovare Taddeo alla guida di un biplano del 1908 insieme a Cirillo.

La leggenda della valle addormentata[modifica | modifica sorgente]

La storia di Ichabod Crane e del cavaliere senza testa, basata su La leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving (narrata da Bing Crosby nell'edizione originale e da Sergio Tedesco in quella italiana). L'alto e dinoccolato Ichabod Crane è il nuovo maestro di scuola nella valle addormentata. Il suo comportamento un po' 'strano lo rende il bersaglio degli scherzi del chiassoso e robusto bullo della città, Brom Bones. Un giorno Ichabod scopre la bella del paese, Katrina Van Tassel. Katrina è la figlia giovane e bella di Baltus Van Tassel, il più ricco agricoltore della zona, e la fidanzata di Brom. Katrina è una civetta per natura, ma vede Ichabod come un'opportunità per rompere la monotonia di Brom, che spaventa ogni altro potenziale pretendente. Ichabod ha messo gli occhi sulla ricchezza dei Van Tassel, ed è anche infatuato dalla bellezza e la grazia di Katrina. Dopo una serie di tentativi comicamente falliti da parte di Brom di far cedere Ichabod, la situazione cambia quando Brom scopre di poter approfittare della forte credenza di Ichabod nelle superstizioni. Brom racconta musicalmente la storia del cavaliere senza testa per spaventare l'insegnante. Quella notte di Halloween, il solitario ritorno a casa di Crane diventa estremamente spaventoso quando appare il cavaliere senza testa, ridendo maniacalmente, su un grande cavallo nero. Il cavaliere insegue Ichabod cercando di decapitarlo, ma si ferma quando Ichabod attraversa un ponte vicino al locale cimitero olandese (il ponte è il punto oltre il quale il cavaliere non può andare, secondo il racconto). Il cavaliere senza testa lancia poi a Ichabod la sua testa mozzata (che si rivela essere in realtà un Jack-o'-lantern infuocato). La mattina dopo, le uniche cose che si trovano vicino al ponte sono una zucca in frantumi e il cappello di Ichabod. Brom poco dopo sposa Katrina. Si dice che in seguito Ichabod abbia sposato una ricca vedova paffuta in una regione lontana, e abbia avuto molti figli (tutti recanti una somiglianza con Ichabod). Ma la gente della valle addormentata lo nega fermamente; tutti credono che Ichabod sia stato fatto sparire nella notte di Halloween dal macabro cavaliere senza testa.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Taddeo Rospo: protagonista de Il vento tra i salici, è un rospo carismatico e spensierato. Molto eccentrico, è un grande avventuriero sempre vittima delle sue manie e stravaganze, che possono cambiare da un momento all'altro. È molto ricco e possiede una bellissima villa chiamata Villa Rospo, di cui tutta la comunità è orgogliosa.
  • Tasso McTass: un tasso, uno dei migliori amici di Taddeo Rospo. Si occupa delle finanze di Taddeo, ma deve sempre fare i conti con i suoi debiti e le sue stravaganze. Per farlo rinsavire chiama Topus e Talpino, ma invano. Alla fine aiuta Taddeo a riconquistare la sua villa e la libertà.
  • Topus e Talpino: un ratto d'acqua e una talpa, due dei migliori amici di Taddeo Rospo. Amano prendere il tè insieme. Vengono chiamati da Tasso per far mettere la testa a posto a Taddeo, ma invano. Alla fine aiutano Taddeo a riconquistare Villa Rospo e la libertà.
  • Cirillo Belsedere: il fedele cavallo Lancashire di Taddeo Rospo, suo compagno in tutte le sue avventure. Testimonia a suo favore al processo, ma viene contraddetto da Strizzalocchio.
  • Strizzalocchio: un oste, che la comunità ha preso come esempio di onestà. In realtà è un criminale, capo di una banda di donnole. Dopo aver truffato Taddeo Rospo prende il controllo di Villa Rospo, ma alla fine riceve la giusta punizione.
  • Ichabod Crane: il maestro di scuola della valle addormentata, è alto e dinoccolato, e a causa del suo strano comportamento diviene la vittima delle burle del bullo Brom Bones, che però riesce sempre a rendere ridicolo. Inoltre, nonostante il suo aspetto allampanato, dimostra di essere un vero donnaiolo, affascinando tutte le belle dame del paese.
  • Brom Bones: il bullo della valle addormentata, capo di una banda di ragazzi. È forte e muscoloso, e nonostante i suoi scherzi è l'eroe di tutto il paese. Lui e la sua banda prendono subito di mira Ichabod Crane, ma i loro scherzi non vanno mai a segno. Alla fine del film sposa la bella Katrina Van Tassel. Sembra che il cavaliere senza testa che spaventa Ichabod alla fine del film sia in realtà lui, ma non vi è conferma di questo.
  • Katrina Van Tassel: la ragazza più bella della valle addormentata, figlia del ricco contadino Baltus Van Tassel. Fidanzata di Brom Bones, è una vera civetta e non disdegna le attenzioni di altri pretendenti, compreso Ichabod Crane. In seguito alla sparizione di Ichabod, comunque, sposa Brom.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1938, poco dopo l'uscita di Biancaneve e i sette nani, James Bodrero e Campbell Grant proposero a Walt Disney l'idea di fare un film sul libro per bambini di Kenneth Grahame Il vento tra i salici, del 1908. Bodrero e Grant sentivano che Il vento tra i salici, con i suoi animali antropomorfizzati, non poteva che essere prodotto utilizzando l'animazione. Disney era scettico e sentiva che sarebbe stato banale, tuttavia acquisì i diritti nel giugno dello stesso anno. Il vento tra i salici venne pensato per essere un singolo lungometraggio narrativo.[1]

All'inizio del 1941 uno script di base era stato completato,[2] insieme a una canzone scritta dal compianto Frank Churchill e intitolata "We're Merrily On Our Way". Anche se era stato destinato ad essere un film a basso costo (molto simile a Dumbo), Disney assunse molti animatori del prestigioso Bambi (che era quasi completo) e la produzione iniziò nel maggio di quell'anno. Entro sei mesi, 33 minuti di film erano stati animati.[3] Tuttavia la capacità dello studio nella produzione di lungometraggi era stata drasticamente ridotta, poiché la seconda guerra mondiale aveva richiamato molti dei suoi animatori nell'esercito e aveva tagliato la distribuzione sul mercato estero. Così, nel mese di ottobre 1941, Disney mise la produzione de Il vento tra i salici in attesa.[3][4]

Poi, nel dicembre 1941, gli Stati Uniti vennero coinvolti nella guerra dopo l'attacco di Pearl Harbor. Il governo degli Stati Uniti chiese poi allo studio Disney la produzione di diversi film di propaganda per contribuire a sostenere il raduno per lo sforzo bellico. Durante questo tempo, molti dei film prodotti dalla Disney erano i cosiddetti "film collettivi". Cominciando con Saludos Amigos nel 1942, Disney cessò di produrre film con una narrazione unica a causa dei loro costi elevati e della perdita di risorse dello studio causata dalla guerra.

Walt Disney e i suoi artisti ritenevano che l'animazione degli animali antropomorfizzati ne Il vento tra i salici fosse molto al di sotto degli standard di un Classico Disney. Decisero poi che Il vento tra i salici sarebbe stato meglio come parte di un film collettivo.[3]

Walt Disney ricominciò la produzione nel 1945. Molte scene de Il vento tra i salici, come Taddeo che acquista diverse auto, Topus e Talpino che visitano McTass in un sanatorio, Taddeo impegnato in una elaborata fuga dalla sua camera da letto e nell'ingannare una lavandaia per fuggire dalla prigione, non erano ancora state animate.[5] Pertanto, per condensare la storia per il film collettivo, Disney tagliò queste scene e completò l'animazione rimanente.[3]

Sotto il titolo Three Fabulous Characters cercarono di unirlo a Topolino e il fagiolo magico e The Gremlins.[6] Tuttavia, dopo che The Gremlins non si concretizzò, il titolo venne cambiato in Two Fabulous Characters. Poi Topolino e il fagiolo magico venne tagliato da Two Fabulous Characters e accoppiato con Bongo sotto il titolo Bongo e i tre avventurieri, che venne infine distribuito nel 1947.

Nel frattempo, nel dicembre 1946, la Disney aveva iniziato la produzione di un nuovo film d'animazione, un adattamento di La leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving.[6] Tuttavia, i realizzatori trovavano che La leggenda della valle addormentata non fosse abbastanza lungo per essere un lungometraggio e fosse più adatto come un film collettivo.

Infine, nel 1947, Walt Disney decise di abbinare Il vento tra i salici a La leggenda della valle addormentata con il nuovo titolo Le avventure di Ichabod e Mr. Toad.[4] Le note celebrità Basil Rathbone e Bing Crosby vennero scelte come narratori, al fine di fornire un richiamo di massa del pubblico.

Le avventure di Ichabod e Mr. Toad fu l'ultimo dei "film collettivi", e la Disney tornò ai lungometraggi singoli nel 1950 con Cenerentola, e Disney avrebbe continuato la produzione di cortometraggi indipendenti su base regolare fino alla metà degli anni cinquanta.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Data di uscita[modifica | modifica sorgente]

Le date di uscita internazionali sono state:

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Il film non è mai uscito nelle sale italiane, in quanto i due segmenti furono inizialmente distribuiti separatamente. Per la distribuzione del film, avvenuta direttamente in home video nel 2004, Il vento tra i salici venne completamente ridoppiato, poiché prima di allora era sempre stato visto in una versione ridotta, priva di molte sequenze e di tutti i numeri musicali. La leggenda della valle addormentata conservò invece il proprio doppiaggio storico, eseguito negli anni cinquanta per un episodio della serie TV Disneyland trasmesso su Rai 1.

Titolo[modifica | modifica sorgente]

Nonostante tutti i nomi dei personaggi de Il vento tra i salici siano stati tradotti, nel titolo Taddeo Rospo viene chiamato con il nome originale Mr. Toad, forse per ragioni grafiche.

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Il doppiaggio de Il vento tra i salici è stato eseguito nel 2004 dalla Royfilm e diretto da Leslie La Penna, con i dialoghi di Elisa Galletta basati su quelli del primo doppiaggio. Quello de La leggenda della valle addormentata è stato invece eseguito negli anni cinquanta dalla CDC e curato da Roberto De Leonardis.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Il film ha ricevuto recensioni positive, ottenendo il 92% di opinioni positive tra i critici su Rotten Tomatoes. Il segmento La leggenda della valle addormentata è stato particolarmente elogiato per essere spaventoso ma a misura di bambini e famiglie. Il film ha guadagnato un grande fanbase, per lo più persone che sono cresciute negli anni ottanta e novanta, quando il film veniva trasmesso in televisione durante i mesi autunnali. M. Faust di Common Sense Media ha dato al film cinque stelle su cinque, scrivendo: "Due storie classiche raccontate nel miglior stile Disney".[7]

Al Golden Globe 1950 il film ha ricevuto il premio per la migliore fotografia a colori.[8]

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

VHS[modifica | modifica sorgente]

Prima edizione[modifica | modifica sorgente]

La prima e unica edizione VHS uscì in Italia nel novembre 2003. Nella cover erano presenti diversi errori di stampa nei nomi dei personaggi.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La videocassetta presentava il film con audio Dolby Surround.

DVD[modifica | modifica sorgente]

Prima edizione[modifica | modifica sorgente]

La prima edizione DVD uscì il 1º marzo 2004. Nella cover sono presenti diversi errori di stampa nei nomi dei personaggi.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]
  • Lingue in Dolby Digital 5.1: inglese, francese, italiano e olandese;
  • Sottotitoli in italiano, inglese, francese, olandese e inglese per non udenti;
  • Contenuti speciali:
    • La folle corsa di Mr. Toad;
    • Gli scacciafantasmi;
    • Il canta con noi di Merrily;
    • Lo storybook de La leggenda della valle addormentata.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ website=
  2. ^ http://www.michaelspornanimation.com/splog/?p=1021, Wind in the Willows, Michael Barrier-comment
  3. ^ a b c d Barrier, Michael (1999) Hollywood Cartoons, Oxford University Press, UK
  4. ^ a b "The American Film Institute, catalog of motion pictures, Volume 1, Part 1, Feature films 1941-1950, The Adventures of Ichabod and Mr Toad"
  5. ^ Michael Sporn Animation – Splog
  6. ^ a b Gabler, Neal-(2006), Walt Disney: The Triumph of American Imagination, Alfred A. Knopf Inc, New York City
  7. ^ M. Faust, The Adventures of Ichabod and Mr. Toad - Movie Review in Commonsensemedia.org. URL consultato il 27 maggio 2012.
  8. ^ Golden Globe Awards http://www.goldenglobes.org/browse/film/25083

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]