Coniglietto pasquale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coniglietti pasquali ricamati su una tovaglia.

Il coniglio pasquale (in inglese Easter Bunny, in tedesco Osterhase), conosciuto anche come coniglio di primavera, coniglietto pasquale o coniglio di pasqua nei paesi di lingua tedesca e negli Stati Uniti, è un coniglio fantastico che lascia doni per i bambini a Pasqua (o in primavera). Ha origine nelle culture dell'Europa occidentale, dove ha sembianze più simili ad una lepre che ad un coniglio. La lepre, animale particolarmente prolifico e le cui scatenate danze amorose si possono vedere nei prati proprio agli inizi della primavera, era nell'antica cultura europea un simbolo di questo periodo dell'anno, incentrato sulla rinascita della natura e sulla fertilità, il quale poi, con l'avvento del cristianesimo, venne più o meno a coincidere con la festività della Pasqua.

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene l'usanza del coniglietto pasquale non sia tradizionale in Italia, negli ultimi anni alcune case dolciarie hanno cominciato a proporre coniglietti di cioccolata (o anche peluche a forma di coniglietto) in alternativa o abbinati alle tradizionali uova di cioccolato. Nel 2015 è stata lanciata una versione "localizzata" della "caccia alle uova pasquali" (popolare all'estero) a Roma, Milano, Napoli e Torino con protagonista un coniglio chiamato, per l'appunto, "Pasquale"[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pasquale il mago delle sorprese in La Nazione, 27 marzo 2015, p. 38.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

festività Portale Festività: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di festività