Pimpi, piccolo grande eroe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pimpi, piccolo grande eroe
Piglet Big Movie.jpg
Titolo originale Piglet's Big Movie
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2003
Durata 75 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 16:9
Genere animazione
Regia Francis Glebas
Soggetto A. A. Milne
Sceneggiatura Brian Hohlfeld, Ben Gluck
Produttore Michelle Pappalardo-Robinson
Casa di produzione Walt Disney Pictures
Distribuzione (Italia) Buena Vista Distribution
Montaggio Ivan Bilancio
Musiche Carl Johnson
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Pimpi, piccolo grande eroe è un film d'animazione statunitense del 2003 prodotto dalla DisneyToon Studios, e distribuito dalla Walt Disney Pictures. È basato sui personaggi dei libri di Winnie-the-Pooh scritti da A. A. Milne. È il secondo di una serie di film cinematografici su Winnie the Pooh, dopo T come Tigro... e tutti gli amici di Winnie the Pooh (2000) e prima di Winnie the Pooh e gli Efelanti (2005), ed è il sesto film della serie considerando anche i direct-to-video. In questo film, Pimpi si vergogna di essere piccolo, dato che è convinto che i suoi amici lo tengano in scarsa considerazione, e vaga nel Bosco dei Cento Acri, inducendo i suoi amici, preoccupati, a partire alla sua ricerca.

Le tre sequenze flashback presenti nel film sono i primi adattamenti delle storie originali di A. A. Milne dai tempi di Le avventure di Winnie the Pooh e Il compleanno di Ih-Oh. Modificate per fare di Pimpi l'eroe delle storie e per conformarle alle idiosincrasie dei personaggi ritratti dalla Disney, esse mantengono tuttavia gran parte della trama originale di Milne. In questo film, Pooh cambia il nome dell'Angolo di Pooh in Angolo di Pooh e Pimpi, cosa che aveva originariamente intenzione di fare, ma il nome non suonava bene. Oltre alle canzoni di Carly Simon, sono presenti anche musiche dei fratelli Sherman.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ih-Oh, Tappo, Tigro e Pooh stanno lavorando a un piano per prendere il miele da un alveare. Si tratta di far spostare le api in un nuovo alveare (finto) convincendole che Ih-Oh sia una di loro, per poi prendersi il miele dal vecchio alveare. Pimpi se ne accorge e avvicina a loro durante il tentativo, ma gli viene detto che è troppo piccolo per aiutarli. Il piano sembra andare male, le api non ci cascano per niente, ma Pimpi riesce a deviare le api nel nuovo alveare utilizzando un imbuto e poi sigilla la valvola, intrappolandole.

Purtroppo nessuno sembra aver visto l'eroismo di Pimpi, poiché tutti si stavano nascondendo dalle api. Pimpi, sentendosi trascurato, se ne va tristemente. Poi Pooh, Tappo, Tigro e Ih-Oh iniziano a scappare dalle api dopo aver rotto il falso alveare, e arrivano a casa di Pimpi. Dopo aver trovato il libro con i disegni di Pimpi, tutti notano che il maialino non è fra loro, e presupponendo che sia stato spaventato o rapito dalle api, decidono di provare a cercarlo. A loro si unisce Ro, e i cinque amici si mettono alla ricerca di Pimpi. Nella ricerca si aiutano con il quaderno dei ricordi di Pimpi, in cui il maialino ha disegnato le avventure che ha condiviso con i suoi amici. I personaggi utilizzano le immagini per raccontare le storie in esse rappresentate.

Una delle storie raccontate è una spedizione per trovare il Polo Nord, in cui Pimpi utilizza un lungo bastone per salvare Ro, che è caduto nel fiume. Il suo eroismo è però trascurato quando dà il bastone a Pooh per cercare di acchiappare Ro, che è stato catapultato in aria durante il tentativo di salvataggio. Christopher Robin arriva nel momento in cui Ro viene preso da sua madre, e poi accredita a Pooh la scoperta del Polo Nord, o meglio, il Palo Nord (il bastone che tiene nelle sue zampe). Tornando al presente, agli amici dispiace di non aver condiviso le lodi con Pimpi.

Un'altra storia raccontata è la costruzione della casa nell'Angolo di Pooh. Qui a Tigro viene l'idea di costruire una casa (capanna) a Ih-Oh e Pimpi e Pooh gli si uniscono per l'impresa. Tigro e Pooh fanno la maggior parte del lavoro, mentre Pimpi, involontariamente, si mette di mezzo. La casa che costruiscono è un disastro, ma Tigro e Pooh vogliono informare Ih-Oh della fine dei lavori. Purtroppo, la casa è tenuta insieme da Pimpi, che alla fine molla la presa e fa crollare la casa. Tigro e Pooh vanno a comunicare a Ih-Oh la cattiva notizia, ma Pimpi arriva da loro dicendo che la casa è a posto. Si scopre che il maialino ha ricostruito la casa completamente da solo e anche bene, ma questo viene ancora trascurato e il luogo rimane indicato solo come Angolo di Pooh, dal momento che Pooh dichiara che "lo avrebbe chiamato Angolo di Pooh e Pimpi, se Angolo di Pooh non suonasse bene, invece suona bene, essendo piccolo e molto simile a un angolo, perciò si chiamerà l'Angolo di Pooh e basta".

Tornando al presente, una lite tra Tappo e Tigro si conclude con la rottura del libro e la sua caduta nel fiume. Senza la loro guida, gli amici tornano a casa di Pimpi e, dopo qualche tempo, iniziano a disegnare nuove immagini di Pimpi e le sue avventure, alcune delle quali sono nuove. Poi, ancora una volta gli amici decidono di trovare il maialino scomparso e tornano a cercarlo. Strada facendo si imbattono in varie pagine dell'album, galleggiate fino a valle, per poi individuare il resto del libro, sospeso su un vecchio tronco cavo e rotto, sopra una furiosa cascata. Pooh cerca di recuperarlo, ma cade in un buco nel tronco. Gli altri cercano di raggiungerlo, ma la cordata formata dagli amici è troppo corta. Quando si chiedono chi possa aiutarli, Pimpi appare all'improvviso e aiuta a trainare Pooh verso la salvezza proprio mentre il tronco crolla.

Ih-Oh, Tappo, Ro e Tigro sono ora in piedi sul bordo del burrone, vicino alla cascata, ma il tronco all'interno del quale sono rimasti intrappolati Pooh e Pimpi è caduto lontano nelle acque sottostanti. I sopravvissuti si mettono a piangere, e a loro si uniscono Pooh e Pimpi, che sono riusciti a fuggire. Felici, gli amici portano Pimpi a fargli vedere i loro disegni nuovi, tra cui uno grande del maialino vestito come un cavaliere dall'armatura scintillante. Il giorno dopo gli amici organizzano una festa, e a un certo punto Pooh la interrompe e porta Pimpi a casa di Ih-Oh, dove ha cambiato il cartello e ci ha scritto Angolo di Pooh e Pimpi, "il minimo che possono fare per un maialino piccolo piccolo che ha fatto cose grandi grandi!".

Home-video[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni mesi dopo l'uscita cinematografica, il film è stato pubblicato in DVD e VHS. La VHS conteneva come bonus una pubblicità dell'attrazione "The Many Adventures of Winnie the Pooh" a Walt Disney World, così come il DVD, che aveva anche altri contenuti speciali. Il film è stato l'unico lungometraggio cinematografico di Winnie the Pooh presentato in widescreen su VHS piuttosto che in 4:3 pan-and-scan, poiché anche la VHS di Winnie the Pooh e gli Efelanti è stata presentata in quest'ultimo formato. Non è stata annunciata nessuna uscita in Blu-Ray del film, ma il DVD è stato ristampato due volte, nel 2010 per la collezione "Winnie & i suoi amici" e nel 2012 per quella definitiva su Winnie the Pooh, sempre con gli stessi contenuti speciali.

Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione originale tutte le canzoni sono cantate da Carly Simon ad eccezione di 'The More It Snows (Tiddely-Pom)', che invece è cantata da Jim Cummings e John Fiedler. Carly Simon è stata accompagnata da Ben Taylor in 'Winnie the Pooh' e 'Comforting to Know' (in quest'ultima viene accompagnata anche da Renee Fleming). In 'Sing Ho, for the Life of a Bear (Expotition March)', Carly Simon è stata accompagnata da Kath Soucie e Jim Cummings.

Le canzoni del film sono:

  • Winnie the Pooh
  • If I Wasn't So Small (The Piglet Song)
  • A Mother's Intuition
  • Sing Ho, for the Life of a Bear (Expotition March)
  • The More It Snows (Tiddely-Pom)
  • With a Few Good Friends
  • The More I Look Inside
  • Comforting to Know

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Pimpi, piccolo grande eroe è arrivato al 7º posto nel suo weekend di apertura, guadagnando 6 milioni di dollari. Il film ha incassato 23 milioni sul mercato interno[1] - la metà dell'incasso di T come Tigro... e tutti gli amici di Winnie the Pooh[2]—and $63 million worldwide,[1] - e 63 milioni in tutto il mondo, rendendolo un moderato successo al box office.

Il film ha ricevuto generalmente critiche positive, ottenendo un punteggio "Certified Fresh" del 72% da Rotten Tomatoes. Il critico cinematografico Stephen Holden del New York Times ha chiaato il film "un'oasi di gentilezza e arguzia".[3] Nancy Churnin del The Dallas Morning News ha affermato che Pimpi, piccolo grande eroe era "uno degli eleganti piaceri nel processo", nonostante la sua convinzione che "la Disney sembra mungere i suoi classici".[4] Paolo Mereghetti, pur criticando l'ovvia morale e la debolezza dell'intreccio-cornice, ha lodato la sceneggiatura dei singoli segmenti e la qualità dell'animazione, sottolineando il riallacciamento con le atmosfere del primo film della serie.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 la Disney ha pubblicato Piglet's Big Game per PlayStation 2, Nintendo GameCube e Game Boy Advance insieme a un gioco su CD-ROM anch'esso intitolato Piglet's Big Game. Quest'ultimo è stato sviluppato dal Doki Denki Studio e consiste nell'aiutare Pimpi ad assistere la preparazione di un "Very Large Soup Party".[5] Nella loro recensione, Edutaining Kids hanno lodato diverse funzionalità tra cui l'aspetto dell'avventura / esplorazione (anziché utilizzare uno schermo principale, il gioco è lineare) e molte delle attività (come la miscelazione dei colori, che hanno detto che offre un'incredibile varietà di sfumature), ma hanno osservato che è troppo breve e che Kanga e Roo sono assenti.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Piglet's Big Movie 2003 in boxofficemojo.com, 29 maggio 2003. URL consultato il 6 marzo 2009.
  2. ^ The Tigger Movie 2000 in boxofficemojo.com. URL consultato il 6 marzo 2009.
  3. ^ Stephen Holden, Film in Review; 'Piglet's Big Movie' in The New York Times, 21 marzo 2003. URL consultato il 6 marzo 2009.
  4. ^ Nancy Churnin, Piglet's Big Movie in The Dallas Morning News, 18 marzo 2003. URL consultato il 6 marzo 2009.
  5. ^ Disney Piglet's Big Game (CD-ROM), Children’s Software Online. URL consultato il 6 agosto 20097.
  6. ^ Children's Software Review: Disney: Piglet's Big Game, Edutaining Kids.com, aprile 2009. URL consultato il 5 agosto 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]