Il pianeta del tesoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il pianeta del tesoro
Il pianeta del tesoro.jpg
Una scena del film
Titolo originale Treasure Planet
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2002
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere animazione, avventura, fantascienza
Regia Ron Clements, John Musker
Soggetto Robert Louis Stevenson (romanzo)
Sceneggiatura Ron Clements, John Musker, Rob Edwards, Ted Elliott (storia), Terry Rossio (storia)
Produttore Ron Clements, John Musker, Roy Conli, Peter Del Vecho
Casa di produzione Walt Disney Feature Animation
Distribuzione (Italia) Walt Disney Pictures
Art director Andy Gaskill
Montaggio Michael Kelly
Effetti speciali Dave Tidgwell (supervisore)
Musiche James Newton Howard, Johnny Rzeznik e Max Pezzali (quest'ultimo, solo nella versione italiana)
Scenografia Frank Nissen, Steven Olds
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Il pianeta del tesoro (Treasure Planet) è un film d'animazione del 2002 diretto da Ron Clements e John Musker.

Liberamente tratto dal romanzo L'isola del tesoro di Robert Louis Stevenson, qui trasferito in un'ambientazione spaziale fantascientifica, è considerato il 43º classico Disney secondo il canone ufficiale. È la seconda versione fantascientifica del romanzo di Stevenson, dopo il meno conosciuto sceneggiato televisivo italiano L'isola del tesoro del 1987.

In Italia venne distribuito al cinema il 20 dicembre 2002.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jim Hawkins vive con la mamma Sarah sul pianeta minerario Montressor ed è un bambino appassionato di storie sui pirati. All'inizio del film, da piccolo, prima di addormentarsi, legge con la mamma la storia del capitano Flint e del Pianeta del Tesoro. A Jim, che chiede se esiste veramente il Pianeta del Tesoro, la mamma risponde che è solo una leggenda. Passano 12 anni, nel frattempo il padre di Jim è scappato via, mentre Jim, adolescente, si comporta indisciplinatamente cacciandosi spesso nei guai coi robot-poliziotti, i quali prospettano, a lui ed alla madre, il rischio ch'egli finisca in riformatorio.

Un giorno una navicella fa un atterraggio di fortuna poco lontano; Jim corre a vedere, e fa la conoscenza di Billy Bones, un alieno gravemente ferito che porta nella locanda di famiglia; questi gli consegna l'oggetto per il quale è stato inseguito e ferito, ossia un globo metallico con linee incise, con la consegna di proteggerlo dai cyborg. Billy Bones muore e quella stessa sera giungono dei misteriosi invasori che si fanno largo con l'uso delle armi. Jim, la madre Sarah e l'amico di famiglia, l'astrofisico dottor Doppler, scappano via subito a casa di quest'ultimo senza tentare alcuna resistenza né indentificano gli aggressori, che rimarranno ignoti anche alla polizia. Jim scopre che il globo metallico è in realtà una mappa spaziale che indica il Pianeta del Tesoro, dove è nascosto il mitico tesoro del pirata capitano Flint. Il dottor Doppler ne è entusiasta e decide su due piedi di impiegare i suoi risparmi per assoldare una nave spaziale per una spedizione di ricerca; anche Jim verrà, poiché ha molto bisogno di cambiare ambiente e fare esperienze nuove.

Quando è tutto pronto per la partenza, il dottor Doppler e Jim si dirigono verso la loro nave: è la R.L.S. Legacy, comandata dalla capitana Amelia, la quale subito rimprovera al duo la loro inesperienza: la ciurma scelta dal dottor Doppler è considerata poco affidabile, definita come uno squinternato manipolo di canagliume vario, per giunta Doppler appena arrivato si mette a parlare apertamente del tesoro. Pertanto la mappa resterà sotto chiave nella cabina del capitano Amelia, mentre il giovane Jim lavorerà come mozzo per il cuoco di bordo.

Il primo ufficiale signor Arrow porta i due a conoscere il cuoco, il signor John Silver; Jim nota che è un cyborg, con buona parte del lato destro del corpo artificiale. Questi ha con sé, come se fosse un pappagallo, un blob, piccolo essere che può assumere molte forme, che si chiama Morph. Intanto la nave salpa e John Silver lascia che Jim si goda lo spettacolo; è tutto meraviglioso e Jim rimane incantato, ma quando il capitano Amelia si accorge di lui chiama John Silver perché lo rimetta al lavoro. John Silver gli fa pulire il ponte, ma non passa molto tempo che Jim riesce ad inimicarsi l'equipaggio soprattutto perché tutti i membri sono ostili, in particolare, Scroop, una specie di ragno gigante con chele da granchio che lo vuole colpire dopo che Jim lo prende in giro poiché Scroop lo ha ritenuto curioso, ma interviene Silver a fermarlo. Arriva quindi il signor Arrow a riportare l'ordine quindi Silver sgrida Jim e gli dice di non fare niente senza il suo consenso. Mentre Jim lavora sul ponte, Silver scende in cucina e s'incontra con gli altri membri della ciurma.

Passano i giorni e Jim e Silver diventano sempre più uniti; il vecchio "lupo di mare" carica Jim di lavoro ma nel frattempo gli insegna i trucchi del mestiere. Un giorno la nave si imbatte nell'esplosione di una supernova e nelle sue terribili onde gravitazionali, così tutti si allacciano a delle cime di sicurezza che Jim viene incaricato di controllare; ma quando il signor Arrow scivola da un pennone dell'albero il malvagio Scroop gli taglia la corda, dicendo poi davanti alla capitana Amelia che la cima non era stata ben fissata, facendo quindi cadere su Jim una grave accusa di negligenza con i conseguenti sensi di colpa da parte di Jim, che è molto deluso di se stesso.

Il giorno dopo Jim nel giocare con Morph finisce nella cucina proprio prima di una riunione della ciurma. I fatti sono questi: alcuni di loro, Scroop in testa, vorrebbero subito passare all'azione, ossia ammutinarsi; Silver dice di aspettare imponendo la sua autorità, e minaccia Scroop di morte nel caso avesse preso un'altra iniziativa personale come quella che ha portato alla morte del signor Arrow. Scroop ribatte sostenendo che Silver si è rammollito e che ha un debole per il ragazzo, ma Silver risponde di averlo lusingato solo per non insospettirlo. Il tutto però è interrotto: c'è terra in vista, e tutti escono. Subito dopo però Silver ritorna sottocoperta, per prendere il cannocchiale, e qui si imbatte in Jim. Silver comprende di essere stato scoperto, e cambia atteggiamento nei confronti del giovane preparandosi a colpirlo con la pistola, ulteriore accessorio del suo braccio cibernetico, ma il ragazzo riesce a sorprenderlo e a scappare, procurandogli con un affilato arnese da cucina un guasto alla gamba meccanica.

Jim corre ad avvisare il capitano Amelia e il dottor Doppler, mentre Silver da il via all'ammutinamento. Doppler, Amelia e Jim si armano e si danno precipitosamente alla fuga, nella quale si portano dietro Morph perché per scherzo aveva preso l'aspetto della mappa. Dopo un atterraggio di fortuna, che procura ad Amelia una ferita al braccio, Jim va alla ricerca di un posto per nascondersi incontrando il robot B.E.N. (Biointelligenza Elettro-Numerica), il quale gli confessa di aver lavorato con il capitano Flint. Il robot parla continuamente in modo spesso squinternato, e soprattutto non riesce a ricordare granché perché il capitano Flint gli aveva tolto la parte principale della memoria perché non ricordasse l'ubicazione del suo tesoro. B.E.N. accompagna quindi al suo rifugio Jim, Doppler, Amelia e Morph.

Silver li scova in fretta e, non sapendo che a causa dello scherzo di Morph la mappa è rimasta sulla nave, reclama la mappa da Jim che gliela nega, e anche Morph rifiuta di tornare con Silver. Quindi Jim, B.E.N. e Morph vanno di nascosto sulla nave per recuperare la mappa e disattivare i cannoni laser coi quali Silver minaccia di attaccarli, mentre Amelia rimane nel rifugio di B.E.N. con Doppler che la accudisce. Evidentemente tra loro sta nascendo qualcosa. Sulla nave Jim e B.E.N. si imbattono in Scroop che è rimasto di guardia a bordo, e dopo un combattimento caratterizzato dai guasti che B.E.N. causa alla nave stessa cercando di disattivare i cannoni laser, Jim riesce fortunosamente a scagliarlo nello spazio vuoto, facendogli fare una fine analoga a quella del signor Arrow. Jim, B.E.N. e Morph recuperano quindi la mappa e tornano al rifugio ma vengono catturati dai pirati, che avevano già catturato la capitana Amelia e il dottor Doppler. Silver ordina a Jim di condurlo dal tesoro. La mappa li porta dinnanzi ad un burrone dove Jim trova una fessure ed inserisce la sfera. Improvvisamente un immenso portale triangolare si apre dinnanzi a loro materializzando poi una sfera grafica con svariati simboli. Jim capisce infine uno dei segreti di flint; egli si spostava per l'universo servendosi del portale della sfera per trafugare i tesori e depredare le navi mercantili. Tramite ad alcuni indizi di memoria di Ben, Jim capisce che il tesoro di Flint è nascosto al centro del pianeta. Aprendo una delle porte della mappa, tutti entrano nella sala dell'immenso tesoro situata al centro del pianeta dove Jim trova il circuito di memoria di B.E.N. e gliela restituisce; B.E.N. appena riavuta la memoria ricorda il sistema di sicurezza ideato dal capitano Flint, che distrugge l'intero pianeta se qualcuno s'introduce nella sala del tesoro. I pirati riescono a fuggire, e così pure Silver con una piccola parte del tesoro, ma quando si accorge che Jim è in pericolo di vita, abbandona il tesoro e lo salva. Infine tutti riescono a fuggire, i pirati sopravvissuti vengono catturati, mentre Silver, prima di scappare chiede a Morph di rimanere con Jim per tenerlo d'occhio. Jim segue infine il consiglio di Amelia, e si iscrive all'accademia riuscendo a terminare gli studi; nel frattempo Doppler e Amelia, che evidentemente si sono sposati, hanno avuto quattro figli, tre femminucce e un maschietto. Jim guarda il cielo ricordandosi di Silver.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

James Pleiadi Hawkins[modifica | modifica sorgente]

Jim è il protagonista assoluto del film. È un diciassettenne problematico che si caccia sempre nei guai e non crede di avere un futuro. Questa difficile situazione deriva dalla mancanza di una figura paterna nella sua vita: suo padre, infatti, non era mai stato molto presente durante l'infanzia del figlio, e abbandona tra l'altro la sua famiglia per non tornare mai più, proprio sotto gli occhi di Jim. Il ragazzo si caccia spesso nei guai, in particolar modo volando col suo surf solare in zone minerarie vietate; la sua passione per il volo in zone rischiose gli causa problemi con la legge, a cui Jim sembra essere piuttosto abituato. La situazione all'inizio della storia non è delle più rosee, perché il ragazzo rischia di finire in riformatorio alla prossima infrazione. La madre non sa più cosa fare per aiutarlo, consapevole che Jim sia un ragazzo molto dotato, infatti si costruì da solo il primo surf solare quando era solo un bambino. Quando Billy Bones si schianta con la sua navetta sul pontile della locanda che gestisce sua madre, Jim riceve dal vecchio pirata in punto di morte la 'Mappa del Tesoro', un globo di metallo che può proiettare la rotta precisa al pianeta segreto dove è nascosto il Tesoro dei Mille Mondi, il suo sogno fin dalla più tenera infanzia. Da qui comincerà per Jim un lungo viaggio nello spazio in cui troverà la forza di crescere e di lasciarsi alle spalle i ricordi tetri del passato di cui si può intuire qualcosa in brevi flashbacks; la presenza di Long John Silver gli sarà indispensabile e il pirata cyborg si conquisterà la fiducia e la stima del ragazzo, che troverà in lui la figura paterna a lungo rimasta vacante. La figura di Jim è ispirata in piccola parte da quella di James Dean, e in gran parte a quella dello stesso doppiatore Joseph Levitt.

John Silver[modifica | modifica sorgente]

Silver è l'antagonista principale del film che ha un unico scopo: quello di trovare il Bottino dei Mille Mondi di Flint. È un cyborg (metà biologico e metà macchina), appunto ha una gamba meccanica, un braccio meccanico mille usi (come un coltellino svizzero molto elaborato) e una parte della testa (un occhio meccanico che può fungere da mirino e raggio x, ed un orecchio cibernetico) ed è a capo della banda dei pirati del film. Funge da cuoco sulla RLS Legacy e la sua specialità è lo stufato di Bonzabuoi. Il suo carattere è molto difficile da definire, poiché è pieno di sfaccettature. Quando è con Morph, il suo blob personale a cui è affezionato moltissimo, è dolce e premuroso. È un giocherellone (lo si può vedere quando emerge un occhio in una ciotola di stufato di bonzabuoi tenuta dal dr. Doppler e preparato da Silver e ammette che faceva parte della famiglia). È falso (quando loda il capitano dicendole che era così armoniosa che sembrava un brigantino appena ridipinto, e quando si fingeva un umile cuoco, mentre in realtà era un pirata). È una persona buona e gentile, ma che comunque impone la sua superiorità quando è con Jim e funge da figura paterna. Cercherà in ogni modo di ottenere la mappa da Jim per trovare il tesoro e quando dovrà decidere tra il tesoro e la vita di Jim sceglierà Jim salvandolo da morte sicura. Alla fine del film scapperà dalla RLS Legacy con l'aiuto di Jim per non finire in prigione per aver ammutinato la nave. Il personaggio di Silver è ispirato al suo doppiatore, Brian Murray. Anche essendo l'antagonista per tutto il film, alla fine dimostra di essere buono.

Dr. Delbert Doppler[modifica | modifica sorgente]

Il dottor Delbert Doppler è un personaggio alquanto comico nella storia. È un vecchio amico di famiglia degli Hawkins ed ha le sembianze di un cane antropomorfo, anche se gli unici elementi canini di questo personaggio sono le mani, le orecchie e il naso. Il dottor Doppler è una persona alquanto timida e controllata, che si spaventa facilmente ed ha comportamenti alquanto irriverenti e bizzarri in qualche caso, che vanno dalla totale disperazione alla perplessità e all'ingenuità. Si nota subito che è un personaggio alquanto distratto e che si spaventa facilmente. È un noto astrofisico per i suoi studi sull'universo, anche se pochi conoscono la sua fama sul pianeta Montressor. La sua abitazione opulenta si trova lontano dalla locanda Benbow, vicino ad uno dei tanti canyon di Montressor, ed è provvista di un potente telescopio. Nello spazioporto di Crescentia Doppler indossa una buffa tuta antiurto e provvista di vari congegni tra cui un casco per condizioni estreme e una macchina fotografica. Sarà assente per gran parte del viaggio (nel senso che non compare) e riapparirà durante la scena della Supernova dando un adeguato aiuto scientifico al capitano Amelia, soprattutto quando stanno precipitando nel Buco Nero. Una delle abilità nascoste di questo personaggio è di avere un'ottima mira nonostante non abbia mai maneggiato un'arma da fuoco, dei polsi ridicolmente sottili che gli permettono di liberarsi dalle corde senza fatica e buone capacità nel pilotare un mezzo come la Legacy. A prima vista sembra avere un pessimo rapporto con il capitano Amelia che lo definisce un imbecille, ma tra loro nasce l'amore col tempo, soprattutto sul pianeta del tesoro e prima, nella scena della supernova. Alla fine del film si sposerà con il capitano Amelia, dalla quale avrà quattro bambini, tre femmine e un maschio. Inoltre il dottore possiede una carrozza personale trainata da una creatura aliena chiamata Delilah. La figura del dottor Doppler è ispirata al suo doppiatore David Hyde Pierce.

Capitano Amelia[modifica | modifica sorgente]

Amelia è il severo capitano della RLS Legacy, che ha combattuto numerose guerre contro l'armata di Prokyon. Costei è una donna dalle sembianze feline, ha il naso, le orecchie, gli occhi e gli artigli da gatto, ed è molto agile nei movimenti, proprio come un felino. Fa vedere subito di avere un carattere molto duro, ma comunque addolcito dalla presenza del sig. Arrow, suo primo ufficiale, nonché fidato amico e compagno di molte battaglie. È abbastanza scontrosa nei confronti del dottor Doppler, definendolo un povero imbecille a parlare davanti alla ciurma di una mappa del tesoro, ma in verità tra loro, soprattutto durante la permanenza nel leggendario pianeta del tesoro, nascerà un rapporto di fiducia che si trasformerà poi in vero amore. L'ufficio del capitano Amelia è collocato nella parte posteriore della nave ed è ordinatissimo e arredato sontuosamente, riflettendo il carattere austero del capitano. La sua rinomata bravura nel governare una nave e il suo grande coraggio sventeranno molti pericoli durante il viaggio, da quello della Supernova, a quello della fuga nel pianeta del tesoro, in cui resterà ferita in modo serio e sarà curata dal dottor Doppler. Sarà proprio Amelia a consigliare a Jim di iscriversi alla accademia interstellare dopo averli salvati dall'esplosione del pianeta del tesoro, raccomandandolo personalmente. Nell'epilogo si sposerà col dottor Doppler e con lui avrà quattro figli: tre bambine (uguali a lei) ed un maschietto (uguale al dottor Doppler). Negli eventi successivi al Pianeta del Tesoro diventerà un Grande Ammiraglio della Marina Spaziale Imperiale (Royal Navy). Il personaggio di Amelia è ispirato in parte alla sua doppiatrice, la celeberrima Emma Thompson.

B.E.N.[modifica | modifica sorgente]

Ben (Biointelligenza Elettro-Numerica, personaggio basato sull'originale Ben Gunn), figura comica per eccellenza, è il robot che faceva parte della ciurma dello spietato capitano Flint, e fungeva da consigliere del capitano e manovratore della sua nave. Si trova sul pianeta del tesoro da più di un secolo ed è totalmente disfunzionale, con degli atteggiamenti compulsivi e maniacali, soprattutto nei confronti di Jim, poiché lo abbraccia in continuazione. Gli è stata strappata la sua unità principale di memoria dal capitano Flint in modo tale che non dicesse a nessuno della trappola esplosiva che era nel nucleo del pianeta, così che nessuno potesse rubare il tesoro dei mille mondi. Abbandonato dal capitano Flint e dalla sua ciurma di rinnegati, ha iniziato a vagabondare per il pianeta finché non ha trovato un luogo dove vivere, una specie di grande struttura di metallo a forma di uovo sopra una collina in mezzo ad una radura. Verso la fine del film, quando si scoprirà il segreto del Bottino dei Mille Mondi, Jim troverà l'unità principale di memoria di Ben che era in una delle ossute mani del cadavere del capitano Flint e a quel punto Ben ricorderà tutto e rivelerà la trappola esplosiva del pianeta, anche se è già troppo tardi. Alla fine del film, nell'epilogo, diverrà un robot cuoco alle dipendenze della signora Hawkins per aiutarla a gestire la locanda Bembow.

Morph[modifica | modifica sorgente]

Morph (o Morphy) è un piccolo blob malandrino salvato da John Silver sul pianeta Proteus I (è la versione fantascientifica del pappagallo di Silver nel libro originale), ed ha la capacità di trasformarsi in qualunque cosa di massa uguale, quindi può riprodurre un qualsiasi oggetto o una versione in miniatura di una persona. È un gran giocherellone ed è molto affezionato a Silver e in seguito anche a Jim, di cui diventerà compagno di giochi sulla Legacy. Ha una vocetta buffa che ripete una o due parole dette da una persona in continuazione e qualche volta prende in giro anche i personaggi, per esempio al capitano Amelia ripetendo in continuazione "Dame di porto, dame di porto, dame di porto" velocemente. È sempre stato dalla parte dei buoni, poiché è capace di provare solo emozioni verso le persone e non capisce cosa sta succedendo realmente. Per scherzo Morphy si trasforma in una copia della mappa del tesoro facendo uno scherzo a Jim, che crede di aver preso la vera mappa durante l'ammutinamento, la stessa mappa che Silver bramava tanto. Alla fine del film, come regalo di addio, Silver dona Morphy a Jim in modo che gli tenga compagnia. Morph nell'epilogo diverrà un membro della famiglia Hawkins.

Scroop[modifica | modifica sorgente]

Scroop è un alieno dall'aspetto simile a un ragno gigante antropomorfo con chele da granchio, all'inizio alleato di Silver e facente parte della sua ciurma, in seguito nemico di Jim. Scroop si rivela subito l'antagonista secondario del film. Quando il coraggioso Jim lo provoca, Scroop cerca di farlo fuori, venendo fermato da Silver.

Durante il viaggio, fa precipitare in un buco nero il signor Arrow, che lo aveva rimproverato più volte a causa del suo comportamento nella ciurma, tagliando la sua cima di sicurezza e fa in modo di far ricadere la colpa della morte di quest'ultimo su Jim slegando la cima di sicurezza del signor Arrow e accusando il ragazzo, che era stato incaricato di controllare le cime, di non averlo fatto. Scroop andrà incontro al proprio destino durante la lotta con Jim sulla nave: infatti, quando B.E.N. disattiva la gravità artificiale, rimane impigliato nella bandiera dei pirati e scompare nello spazio profondo. Il suo capitano, John Silver, non lo sopporta per via del suo carattere da piantagrane e lo malmena spesso, in particolare quando scopre che lui ha mandato il signor Arrow nel buco nero, minacciandolo della stessa fine se avesse fatto un'altra barbaria come quella. Quando poi Scroop viene espulso via nello spazio da Jim, John Silver non è affatto dispiaciuto per la sua fine e non accusa Jim di ciò.

Sig. Arrow[modifica | modifica sorgente]

Il signor Arrow è il primo ufficiale nonché braccio destro del Capitano Amelia sulla RLS Legacy. Sembra un uomo di roccia dai lineamenti molto marcati, più alto e robusto degli altri membri dell'equipaggio. Ha sempre un aspetto fiero e dignitoso e mostra un temperamento molto autorevole, in linea col capitano Amelia che mostra di apprezzare moltissimo. Il capitano Amelia lo considera una persona coraggiosa, leale e forte, che le ha salvato la vita durante gli scontri con l'Armata di Prokyon. Durante il tempo libero gioca a carte col capitano Amelia e la aiuta a riordinare il giornale di bordo e la cabina. Il signor Arrow non tollera in alcun modo che gli ordini del capitano non vengano eseguiti puntualmente, e subito appare in contrasto con Scroop. Muore durante l'esplosione di una stella che diventa buco nero per mano di Scroop che taglia la sua cima di sicurezza facendolo precipitare inesorabilmente nel buco nero e scomparire per sempre. In suo onore il capitano Amelia reciterà una brevissima elegia funebre davanti all'equipaggio della Legacy. Il signor Arrow riappare nei contenuti speciali della versione DVD del Pianeta del Tesoro come guida per esplorare la RLS Legacy.

Sarah Hawkins[modifica | modifica sorgente]

Sarah è la madre di Jim Hawkins ed è una donna forte e determinata, che ha dovuto crescere da sola suo figlio Jim ed ha messo su una locanda per guadagnarsi da vivere. Qualche anno prima delle vicende narrate nel film, quando Jim aveva dodici anni, suo marito decide di abbandonarla insieme al figlio e questo è un duro colpo per la signora Hawkins, che ora deve cavarsela da sola, con le sue forze e con l'aiuto del benevolo dottor Doppler, vecchio amico di famiglia. Sarah è molto delusa dal comportamento di suo figlio Jim che si caccia in continuazione nei guai e tenta in ogni modo di educarlo come può, sapendo anche che sta vivendo un'età difficile, quella dell'adolescenza. Per lei sembra tutto perduto quando perde anche la locanda Bembow, incendiata e distrutta da misteriosi individui in cerca della mappa del tesoro. Quando il figlio decide di partire per trovare il tesoro del capitano Flint, lei è molto riluttante a lasciarlo andare, ma grazie alle veementi parole del dottor Doppler acconsente alla partenza del figlio che in questo modo cercherà di farsi perdonare. Il personaggio di Sarah riappare alla fine del film, quando Jim ritorna dal viaggio e grazie ad una parte del tesoro avventurosamente recuperata da Silver, riesce di nuovo a ricostruire la locanda Bembow e infine a vedere la realizzazione dei sogni di suo figlio, che diventerà un ufficiale all'accademia interstellare. Il personaggio di Sarah è ispirato a quello della doppiatrice, Laurie Metcalf.

Billy Bones[modifica | modifica sorgente]

Billy Bones è un alieno simile ad una tartaruga (apostrofato da Silver come "vecchia salamandra") atterrato vicino alla locanda Benbow per sfuggire ad un cyborg in cerca della mappa del tesoro che lui custodisce gelosamente. Verrà soccorso da Jim Hawkins che lo porterà sino ala locanda di sua madre, ma le ferite riportate da Billy Bones sono molto gravi e questi muore dopo aver donato la mappa a Jim e dopo avergli detto di stare attento al cyborg. Di questo personaggio si conosce ben poco, forse era uno dei pochi a conoscenza del segreto di Flint e molto probabilmente aveva rubato la mappa agli scagnozzi del cyborg (che in seguito si rivelerà essere il cuoco della nave, John Silver) in modo tale che essi non trovassero mai il bottino dei mille mondi.

La ciurma[modifica | modifica sorgente]

La ciurma viene definita così: "Uno squinternato manipolo di canagliume vario". La ciurma è composta da quindici alieni di ogni genere, tra questi ci sono il Signor Strozzabolina, il Signor Onus, Scroop ed il Signor Flatula.

Nathaniel Flint[modifica | modifica sorgente]

Il capitano Flint è il personaggio mitico della storia sui pirati del passato. Rispetto al libro di Stevenson ha cambiato solo l'aspetto ma il ruolo e il nome sono rimasti gli stessi.

Nell'animazione Disney è presentato come alieno dalle tre paia di occhi e con fauci di varano.

Personaggi minori[modifica | modifica sorgente]

Nello spazioporto di Montressor, Crescentia, sono presenti due alieni che indicano la strada a Jim e a Doppler per il molo dove è attraccata la RLS Legacy: uno in cima ad una scala e l'altro che la regge. Questi personaggi sono le caricature dei due registi del film.

Luoghi[modifica | modifica sorgente]

L'azione del film si svolge principalmente in questi luoghi:

  • Montressor: è il pianeta in cui inizia la storia principale. Questo è caratterizzato da un ambiente arido e da un paesaggio aspro (canyon à gogo). Le attività più importanti sembrano essere l'estrazione mineraria, in secondo piano le locande come postazioni scalo per i viandanti. Importante notare che il nome potrebbe essere la deformazione e unione dei termini francesi mont e ressort, traducibile letteralmente come "monte molla", ovvero la molla che permette a Jim di fare la sua spedizione, il balzo che gli cambierà la vita. Nella versione francese si chiama Montdragor.
  • Lo spazioporto di Montressor (Crescentia): è lo spazio porto del pianeta Montressor, ben visibile da lontano dalle finestre sia della locanda che della casa di Doppler come una luna crescente (da qui il nome Crescentia)
  • La RLS Legacy: Una Nave da Ricognizione Pesante di proprietà del Capitano Amelia. Il nome della nave spaziale nel film, la RLS Legacy è stato scelto in onore dello scrittore de L'Isola del Tesoro, Robert Louis Stevenson.
  • L'Eterium: è la materia dove navigano i vascelli spaziali.
  • Il Pianeta del Tesoro: è il corpo celeste artificiale costruito interamente da Nathaniel Flint per custodire il suo tesoro e il sistema per azionare il portale.

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Personaggio Versione inglese Versione italiana Versione francese Versione franco-canadese Versione tedesca Versione spagnola Versione latino-americana
Jim Hawkins Joseph Gordon-Levitt Emiliano Coltorti David Hallyday Martin Watier Robert Stadlober Roger Isasi-Isasmendi Noé Velázquez
Jim Hawkins (bambino) Austin Majors Jacopo Castagna Gwènael Sommier Laurent-Cristophe De Reuelle Moritz Günter Olivia Caneda Ignacio Loaiza Gánem
John Silver Brian Murray Renato Mori Jacques Franz Vincent Davy Jochen Striebeck Paco Hernández Humberto Vélez
Dr. Delbert Doppler David Hyde Pierce Danilo De Girolamo Bernand Alane Alain Zouvi Thomas Fritsch José Padilla Mario Filio
Capitano Amelia Emma Thompson Cristiana Lionello Michèle Laroque Elise Bertrand Suzanne von Borsody Alba Sola Rona Fletcher
B.E.N. Martin Short Maurizio Crozza Lorànt Deutsch Sèbastien Dhavernus Mirco Nontschew Josema Yuste Jesús Barrero
Sig. Scroop Michael Wincott Luca Ward Pascal Renwick Benoit Marleau - Enrique Serra Frediani Miguel Angel Ghigliazza
Sarah Hawkins Laurie Metcalf Franca D'Amato Ninou Fratellini Hèlene Mondoux Carin C. Tietze Victoria Pagés Claudia Garzón
Sig. Arrow Roscoe Lee Browne Carlo Baccarini Igor De Savitch Yves Corbeil Wolfgang Hess José Ángel Juanes Germán Robles
Billy Bones Patrick McGoohan Gianni Musy Patrick Messe Hubet Fielden Hans Teuscher Julio Núñez Sebastián Llapur
Morph Dane A. Davis - - - - - Rubén Trujillo
Sig. Onus Corey Burton Vittorio Stagni - Manuel Tadros - Eduardo Gutiérrez Ricardo Tejedo
Sig. Flatula (non doppiato) (non doppiato) (non doppiato) (non doppiato) (non doppiato) (non doppiato) (non doppiato)
Narratore Tony Jay Sergio Fiorentini Jean Topart Edgard Fruiter - Clausio Rodríguez Héctor Lama Yazbek

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il film ha avuto un discreto successo (molto buono in Europa, soprattutto in Germania), ma i risultati di vendita non sono stati tra i migliori: su 140 milioni di dollari a produrlo ne sono stati guadagnati 109 milioni nelle sale di tutto il mondo. Il mezzo-fiasco ha fatto sì che la Disney smettesse per anni di realizzare film d'animazione con tecnica classica, aprendosi all'animazione 3D.[2]

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Serie televisiva[modifica | modifica sorgente]

Poco prima dell'uscita del film nei cinema, Thomas Schumacher, l'allora presidente della divisione d'animazione della Disney, menzionò la possibilità di un sequel Direct-to-video e di una serie televisiva, di cui erano già stati creati degli storyboard e alcune sceneggiature.[3]

Videogioco[modifica | modifica sorgente]

La storia delle avventure di Jim Hawkins continuano nel gioco della Disney Il Pianeta del Tesoro Battaglia su Prockyon.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il pianeta del teosor @ ScreenWEEK in screenweek.it, 29 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Sujit Chawla, Weekend Box Office (December 6–8, 2002) in Box Office Guru. URL consultato il 15 aprile 2012.
  3. ^ (EN) Jennifer H. Tomooka, Future TREASURE PLANET projects could be in the works in Mania, 16 ottobre 2002. URL consultato il 15 aprile 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]