Rai Sport 1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rai Sport Satellite)
Rai Sport 1
Rai Sport 1 2010.svg
Paese Italia Italia
Lingua italiano
Tipo sportivo
Target individui 35-64 anni[1]
Versioni Rai Sport 1 576i (SDTV)
(data di lancio: 1º febbraio 1999)
Rai Sport 1 HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 14 settembre 2015)
Nomi precedenti Rai Sport Satellite (1999-2008)
Rai Sport Più (2008-2009)
Rai Sport + (2009-2010)
Canali affiliati Rai Sport 2
Rai 1
Rai 2
Rai 3
Rai News 24
Gruppo Rai Sport
Editore RAI
Direttore Carlo Paris (dal 2014)
Sito raisport.rai.it
Diffusione
Terrestre
RAI
RAI Mux 2
Rai Sport 1 (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 57 SD

RAI Mux 4
Rai Sport 1 HD (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 557 HD
Satellite
Tivùsat
Hot Bird 13C
13.0° Est
Rai Sport 1 (DVB-S - FTA/FTV)
11804.20 V - 27500 - 2/3
Canale 21 SD

Hot Bird 13C
13.0° Est
Rai Sport 1 HD (DVB-S2 - FTV)
10930.00 H - 30000 - 2/3
Canale 112 HD
Sky Italia
Hot Bird 13C
13.0° Est
Rai Sport 1 (DVB-S - FTA[2])
11804.20 V - 27500 - 2/3
Canale 227 SD
Via cavo
Naxoo
(Svizzera)
Rai Sport 1
Canale 222
Streaming
RAI Rai Sport 1 Rai.tv
IPTV
IPTV di Telecom Italia Rai Sport 1 (n.d. - LDTV)

Rai Sport 1 è un canale televisivo tematico italiano edito dalla Rai, curato da Rai Sport e dedicato allo sport. È disponibile nelle zone coperte dal RAI Mux 2.

È stato il primo canale Rai a trasmettere in formato panoramico 16:9, ed anche il primo ad essere totalmente convertito a tale formato.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Rai Sport Satellite iniziò le trasmissioni il 1º febbraio 1999.[3] La prima denominazione del canale faceva riferimento al fatto che era visibile esclusivamente via satellite, sia in analogico che in digitale, in chiaro. Il canale fu anche noto con il nome abbreviato Rai Sport Sat. Inizialmente trasmetteva solo dalle 16 alle 24.

Già dal 2004, con l'avvio delle trasmissioni digitali terrestri italiane, Rai Sport Sat fu ricevibile anche via etere, ma solo in digitale. Il 10 maggio 2008, avvenne cambiamento di nome da Rai Sport Satellite a Rai Sport Più, in previsione dell'avvio della fase di switch off delle trasmissioni analogiche terrestri. La nuova denominazione portò anche un restyling della programmazione inaugurato con il Giro d'Italia 2008 (per il quale vennero prodotte varie ore al giorno di trasmissioni con rubriche e dirette delle tappe, in parziale sovrapposizione con la programmazione di Rai 3). Oltre al Giro, Rai Sport Più ebbe un ruolo di primo piano al fianco dei tradizionali canali Rai in altre importanti manifestazioni, fra cui il campionato europeo di calcio 2008, i giochi olimpici di Pechino 2008, la Confederations Cup 2009, il Campionato europeo di calcio Under-21 2009 ed i giochi olimpici invernali di Vancouver 2010. In questi due anni Rai Sport Più, così come altri canali Rai, cambiò un paio di volte il proprio logo e nel settembre 2009 mutò anche la grafia del nome in Rai Sport +.

Il 18 maggio 2010 una profonda ristrutturazione di tutti i canali Rai, portata avanti in previsione del completamento dello switch off analogico poi avvenuto nel 2012, ha comportato per il primo canale sportivo Rai un ulteriore cambio di denominazione in Rai Sport 1; lo stesso giorno nasceva il secondo canale sportivo, chiamato Rai Sport 2.

Il 16 aprile 2012 Rai Sport 1 ha subito un profondo restyling, divenendo molto simile ad un canale sportivo "all news".

Dal 14 settembre 2015 Rai Sport 1 è disponibile anche in alta definizione sul canale 557 del digitale terrestre, presentando anche grafiche e sigle rinnovate e in HD.

Loghi storici[modifica | modifica wikitesto]

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h* di Rai Sport 1[4][modifica | modifica wikitesto]

Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Media anno
2010 0,27% 0,33% 0,17% 0,13% 0,33% 0,21% 0,33% 0,47% 0,19% 0,18% 0,19% 0,21% 0,25%
2011 0,30% 0,26% 0,21% 0,18% 0,55% 0,34% 0.62% 0,49% 0,42% 0.24% 0,19% 0,27% 0,34%
2012 0,34% 0,34% 0,27% 0,21% 0,33% 1,58% 0,54% 0,38% 0,37% 0,23% 0,33% 0,40% 0,42%
2013 0,41% 0,46% 0,30% 0,26% 0,70% 0,74% 0,85% 0,89% 0,54% 0,31% 0,28% 0,41% 0,50%
2014 0,48% 0,35% 0,31% 0,29% 0,32% 0,89% 0,59% 1,15% 0,59% 0,58% 0,32% 0,41% 0,50%
2015 0,47%[5] 0,40% 0,41% 0,36% 0,97% 0,57% 1,33% 1,41% 0,42% 0,33% 0,20%

*Giorno medio mensile su target individui 4+

Programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Il canale, insieme alla gemella Rai Sport 2, trasmette cronache sportive o dirette riguardanti le più svariate discipline, compresi gli sport minori che non trovano spazio sugli altri canali della TV di Stato. Sono in diretta competizioni internazionali trascurate dalle reti generaliste, come i meeting di atletica, e i Mondiali e gli Europei di nuoto. La programmazione prevede ampio spazio anche per il calcio: gli incontri minori della Coppa Italia, la Lega Pro, la Serie D, e i massimi campionati di calcio femminile e calcio a 5. Fra gli altri sport vi sono il basket con la nazionale, la Legadue e il massimo campionato di pallacanestro maschile, il ciclismo con il Giro d'Italia e le classiche, il campionato italiano di hockey su ghiaccio e vari match di pugilato. Dal 2008 viene trasmessa la Coppa del Mondo di sci alpino, mentre dal 2010 nel palinsesto compare anche il Campionato Italiano Rally.

Spesso Rai Sport 1 integra la programmazione di eventi sportivi trasmessi sui canali generalisti, proponendo ulteriori approfondimenti rispetto all'evento trasmesso da Rai 1, Rai 2 o Rai 3. Ciò accade ad esempio in occasione del Giro e del Tour de France, oppure per importanti incontri di calcio per i quali viene trasmesso il prepartita e/o il postpartita (gare della Nazionale italiana, incontri di Coppa Italia, Supercoppa italiana). Dalla stagione 2009-10 Rai Sport 1 trasmette le trasmissioni speciali dedicate ad occasionali gare del campionato di calcio di Serie A (anticipi del venerdì, posticipi del lunedì, anticipi del martedì e posticipi del giovedì nei turni infrasettimanali, recuperi), trasmissioni spesso presentate come puntate speciali di Sabato Sprint (rubrica facente parte del palinsesto di Rai 2). Sempre dalla medesima stagione Rai Sport 1 trasmette anche, il sabato sera, la seconda parte di Sabato Sprint, che approfondisce i temi trattati nella prima parte in onda regolarmente su Rai 2. Dal 2010-2011 sul primo canale sportivo Rai vengono trasmesse in chiaro le repliche delle più importanti gare della Serie A, dopo almeno una settimana dalla loro disputa.

La programmazione notturna (fino alle 7:00 del mattino) solitamente è basata sulle repliche dei programmi in onda durante il giorno, fatta salva la possibilità di trasmettere eventi in diretta, a causa dei fusi orari, in occasione di competizioni sportive internazionali.

Programmi di Rai Sport 1[modifica | modifica wikitesto]

  • TG Sport Rassegna stampa tutti i giorni alle 7.30
  • Ogni domenica Dai e Vai e approfondimento a Prepartita e post-partita di Basket alle 20.30
  • Ogni lunedì Processo del lunedì L'istruttoria alle 22:00
  • Ogni martedì Rai lega pro alle 19.15
  • Dal martedì al venerdì Zona 11 pm alle 23:00
  • TG Sport alle 14:30, alle 19:00 e alle 24:20.

Eventi sportivi di cui Rai Sport detiene i diritti[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Pallacanestro[modifica | modifica wikitesto]

  • Serie A (ogni domenica sera una partita di Regular Season in diretta esclusiva).

Pallanuoto[modifica | modifica wikitesto]

Rugby[modifica | modifica wikitesto]

Motori[modifica | modifica wikitesto]

Eventi Multisportivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Rio 2016 (tutte le competizioni in diretta esclusiva).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rai Pubblicità si riposiziona su un target più adulto, 35-64 anni (era 25-54). Ecco le novità per tv, cinema ed Expo (INFOGRAFICA)
  2. ^ Alcuni programmi sono FTV visibili solo con smart card Tivùsat.
  3. ^ Zaccaria ha presentato il nuovo canale satellitare, gratuito e in chiaro Rai in gol dal satellite Insieme al calcio anche gli sport minori - la Nuova Sardegna dal 1999.it» Ri...
  4. ^ Dati Auditel
  5. ^ AUDITEL CANALI TEMATICI FREE, GENNAIO 2015: CALO NETTO PER RAI PREMIUM, IN SALITA FINE LIVING E LAEFFE, DAVIDEMAGGIO.it - La TV dietro le quinte

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione