TG3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando i TG regionali, trasmessi su Rai 3 e le sedi regionali della RAI, vedi TGR.
TG3
Logo del programma TG3
Anno 1979-1999 e dal 2000 come TG3

1999-2000 come T3

Genere telegiornale
Ideatore Sandro Curzi, Biagio Agnes e Alberto La Volpe
Rete Rai 3 e Rai 3 HD-(Tivù Sat)
Sito web www.tg3.rai.it

Il TG3 (T3 dal 1999 al 2000) è il telegiornale di Rai 3, terzo canale della Rai.

Studio e redazione hanno sede nella Palazzina C del Centro di Produzione RAI di Saxa Rubra a Roma, dal quale vanno in onda tutte le edizioni e le rubriche, eccetto l'edizione delle ore 12:00, in onda dal Centro di Produzione RAI di Milano. L'attuale direttrice della testata è Bianca Berlinguer.

Storia e direttori del TG3[modifica | modifica wikitesto]

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

Nome Periodo
Biagio Agnes 15 dicembre 1979 - 14 settembre 1980
Luca Di Schiena 15 settembre 1980 - 31 maggio 1987
Sandro Curzi 1º giugno 1987 - 1º agosto 1993
Andrea Giubilo 2 agosto 1993 - 11 settembre 1994
Daniela Brancati 12 settembre 1994 - 7 maggio 1995
Italo Moretti 8 maggio 1995 - 28 aprile 1996
Lucia Annunziata 29 aprile 1996 - 18 maggio 1997
Nuccio Fava 19 maggio 1997 - 3 maggio 1998
Ennio Chiodi 4 maggio 1998 - 2 aprile 2000
Nino Rizzo Nervo 3 aprile 2000 - 3 giugno 2001
Antonio Di Bella* 4 giugno 2001 - 30 settembre 2009
Bianca Berlinguer dal 1º ottobre 2009

Nota: i nomi evidenziati in blu sono i dirigenti che oltre a dirigere il TG3 dirigevano anche la TGR.
* Antonio Di Bella è direttore della TGR solo dal 2001 al 2002.

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente il nome esatto del TG3 è stato Testata Giornalistica Regionale, istituita dopo la nascita della Terza Rete Rai. Il Direttore è Biagio Agnes con Sandro Curzi come Codirettore. Da loro dipendono anche le redazioni giornalistiche di tutte le Sedi regionali RAI. Vi sono due edizioni, alle 19.00 ed alle 22.00, di 10 minuti dedicati all'informazione nazionale, seguiti da 20 minuti di informazione regionale. Primo conduttore nazionale è Giorgio Chiecchi, al quale si alternano inizialmente Marisa Bernabei e Carlo Brienza. In seguito Danila Bonito e Franco Poggianti entreranno a far parte della rosa dei conduttori. La lettura delle notizie è anche affidata agli speaker, fra cui Augusto Lombardi. Il Capo Redattore del Tg3 Lazio è Ruggero Tagliavini; Franco Alfano, noto al pubblico dal 1978 per aver ripreso in esclusiva per l'emittente privata romana GBR dove lavorava il corpo senza vita del Presidente della DC Aldo Moro in via Caetani, a Roma, è il primo conduttore dell'edizione regionale del Lazio. Con lui si alternano in studio Mariolina Sattanino, Lucio Marcatajo e Giulio Sciorilli Borrelli. Nella primavera 1980 Luca Di Schiena è nominato Direttore in sostituzione di Biagio Agnes che diventa Vice Direttore Generale RAI per la Radiofonia. In un primo momento, tuttavia, le difficoltà nella realizzazione del telegiornale non erano poche, soprattutto a causa della grave scarsità di mezzi concessi in quel periodo dalla RAI. La Testata per l'Informazione Regionale ha anche il compito di assicurare i contributi televisivi e radiofonici da Roma e dal Lazio alle altre Sedi regionali RAI.

La rivoluzione del 1987[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 la testata TG3 Regione (l'attuale TGR -Testata Giornalistica Regionale) è resa autonoma dal TG3 e la durata del notiziario nazionale delle 19 è di mezz'ora. È il giornalista e politico Sandro Curzi a rivoluzionare e inventare per il TG3 fisionomia e linee editoriali; sotto la direzione di Curzi (1987-1994) tale TG sarà d'ora in poi vicino al Partito Comunista Italiano contrapponendosi al TG1 democristiano ed al TG2 d'impronta socialista. Negli ultimi anni ottanta è nata anche la rubrica meteorologica del TG3 (Meteo3).

Da notare anche la attenzione agli aspetti di grafica e comunicazione. La sigla del telegiornale, realizzata nel 1986, della durata di 17 secondi, difatti viene commissionata a Mario Sasso, come designer e a Brian Eno per le musiche.[1].

Gli anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Gli anni 1990 rappresentano indubbiamente il periodo di maggior sviluppo del TG3 poiché si registra un incremento dell'ascolto.

Vengono aggiunte, per quello che concerne la programmazione, le rubriche: TG3 Nuovo Giorno, TG3 In edicola con la rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri, l'approfondimento TG3 Telesogni e TG3 Articolo 1. In seguito all'impegno della testata durante la prima guerra del Golfo, Curzi riesce ad ottenere tre nuove edizioni, rendendo il TG3 una testata quasi alla pari con le altre due: nascono l'edizione delle 14,20, con ulteriori rubriche di approfondimento, e le edizioni delle 22,30 (condotte in contemporanea da Roma e da New York) e della notte. Successivamente è varata l'edizione delle ore 12, prodotta dal Centro di Produzione RAI di Milano.

Nel 1994 la redazione subisce un grave lutto per la morte sul lavoro, in Somalia, dell'inviata Ilaria Alpi e del cineoperatore Miran Hrovatin, assassinati a Mogadiscio. Il fatto è documentato dal film Ilaria Alpi - Il più crudele dei giorni di Ferdinando Vicentini Orgnani. A dare la triste notizia ai telespettatori fu Flavio Fusi, che prima della chiusura del telegiornale fu trattenuto da forti lacrime agli occhi. Anche se Curzi si dimette, l'impronta del nuovo telegiornale rimane tendenzialmente di sinistra. A lui succede Andrea Giubilo e, dopo breve tempo, la direttrice donna Daniela Brancati, che aveva già diretto il VMGiornale di Videomusic, in cui vengono formati i giornalisti che confluiranno nella redazione giornalistica del TG La7.

Nel marzo del 1999, con la direzione di Ennio Chiodi, vengono accorpati in un'unica testata TG3 e TGR; quest'ultima raccoglie l'eredità dei telegiornali regionali. Anche il nome della testata subisce però un effimero cambiamento: da TG3 fu ribattezzata T3 (per Telegiornale 3).

Gli anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2000 la direzione del TG3 viene affidata a Nino Rizzo Nervo che sei mesi dopo (luglio 2000) ripristinerà l'originario nome della testata TG3; le edizioni regionali sono intitolate TG3 regione. In seguito a una polemica sulla messa in onda di immagini all'interno di un servizio dedicato alla pedofilia, che coinvolge anche il direttore del TG1 Gad Lerner, nel 2001 Rizzo Nervo si dimette dalla direzione, ma le dimissioni vengono respinte.

Nel giugno del 2002 torna la distinzione fra TG3 e TGR con la direzione di Antonio Di Bella e il TG3 rimane solo una testata nazionale; quella regionale sarà diretta dalla giornalista del TG1 Angela Buttiglione. Nel 2006 viene varata la nuova edizione notturna, a carattere internazionale, col nome Night news. Nel 2008 l'approfondimento di seconda serata Primo piano, a cura del TG3, viene eliminato dal palinsesto di Rai3; al suo posto, tuttavia, prende il via il nuovo approfondimento Linea Notte.

Il novembre del 2008 i giornalisti del TG3 partecipano in lutto ai funerali dello storico direttore Sandro Curzi. Ai suoi funerali partecipano anche importanti giornalisti di Rai 3, come Corrado Augias, nonché politici di entrambi gli schieramenti.

Nell'ottobre del 2009 Bianca Berlinguer sostituisce Antonio Di Bella alla direzione del TG3, mentre Di Bella diventa nuovo direttore di Rai 3.

Gli anni 2010-2014[modifica | modifica wikitesto]

Dal giugno 2010 l'ex inviato all'estero Riccardo Chartroux subentra alla direttrice Bianca Berlinguer alla conduzione dell'edizione delle 19:00, cui ha poi fatto ritorno nel mese di settembre.

In autunno 2010 Alessandra Carli e Cristiana Palazzoni sono subentrate rispettivamente a Nadia Zicoschi (passata al TG2), a Maria Rosaria de Medici (che assume la conduzione di Fuori Tg) e a Luca Mazzà (passato a Rai Sport).

Scene immaginarie del TG3, interpretate da giornalisti reali nel ruolo di se stessi, sono inserite in questi anni in diversi film: L'ultimo terrestre di Gianni Pacinotti (2011), con Maria Cuffaro; Habemus Papam di Nanni Moretti (2011), con Maurizio Mannoni; To Rome with love di Woody Allen (2012), con Cristiana Palazzoni.

Nel 2013 Jari Pilati è subentrato alla conduzione dell'edizione delle 12.00 da Milano, mentre Tatiana Lisanti, Sara Segatori e Maria Grazia Fiorani rispettivamente nelle edizioni delle 19.00, in sostituizione di Giuliano Giubilei, nel frattempo divenuto vicedirettore e conduttore di Linea Notte, Tg3 Minuti e di mezzasera. Lucia Goracci invece è passata a Rai News 24. In autunno viene nominato vicedirettore Maurizio Ambrogi, fino a quel momento capo della redazione politica, che viene affidata ad Alessandra Carli, la quale lascia dunque la conduzione dell'edizione pomeridiana.

A partire dall'edizione delle ore 19:00 di domenica 25 maggio 2014, il TG3 ha iniziato a produrre i propri servizi in tecnica digitale, convertendo la trasmissione al formato 16:9 ed adottando (a quattro anni di distanza dall'ultimo rebranding, avvenuto il 24 maggio 2010) una grafica completamente rinnovata e studi ristrutturati, di forma circolare e dotati di un nuovo apparato di schermi ledwall.

Edizioni attuali[modifica | modifica wikitesto]

TG3 Minuti[modifica | modifica wikitesto]

In onda tutti i giorni alle ore 11:10 con una durata di 3 minuti. Viene trasmesso dal Centro di Produzione RAI di Saxa Rubra a Roma. Attualmente è condotto da:

TG3 delle 12.00[modifica | modifica wikitesto]

In onda tutti i giorni alle ore 12:00 con una durata di 20 minuti. Viene trasmesso dal Centro di Produzione RAI di Milano. Attualmente è condotto da:

In questa edizione vengono anche trasmessi i servizi sportivi di Rai Sport. Per tale motivo viene chiamata da alcune guide TV TG3 Sport, facendo credere che sia un telegiornale sportivo a cura del TG3.

Dal 25 maggio 2014, data del restyling, lo studio di Milano da cui viene trasmessa questa edizione è esattamente una copia dello studio romano utilizzato per le altre edizioni.

TG3 delle 14.20[modifica | modifica wikitesto]

In onda dal lunedì al sabato alle ore 14:20 con una durata di 25 minuti e la domenica alle ore 14:15 con una durata di 15 minuti. Viene trasmesso dal Centro di Produzione RAI di Saxa Rubra a Roma. Attualmente è condotto da:

TG3 LIS[modifica | modifica wikitesto]

In onda dal lunedì al sabato alle ore 14:55 con una durata di 5 minuti. Questa edizione è per i sordi in lingua dei segni italiana. Viene trasmesso dal Centro di Produzione RAI di Saxa Rubra a Roma. Attualmente è condotto da:

TG3 delle 19.00[modifica | modifica wikitesto]

È l'edizione principale del tg in onda tutti i giorni alle ore 19:00 con una durata di 30 minuti. Viene trasmesso dal Centro di Produzione RAI di Saxa Rubra a Roma. Attualmente è condotto da:

Alcune sere questa edizione è condotta direttamente dal direttore Bianca Berlinguer, questo accade soprattutto in occasione di giornate dove ci sono notizie particolarmente importanti, che meritano un commento da parte del direttore o quando ci sono ospiti di rilievo da intervistare in diretta. Nelle stesse situazioni, ma molto raramente questa edizione viene condotta dal vicedirettore Giuliano Giubilei.

TG3 Linea Notte[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: TG3 Linea Notte.

In onda dal lunedì al venerdì a mezzanotte con una durata di 60 minuti ( in estate in seconda serata, con un orario che oscilla dalle 23.00 alle 23.30). Questa edizione è un vero e proprio programma di approfondimento, dove le notizie importanti della giornata sono commentate da ospiti in studio, solitamente esponenti politici e giornalisti. Oltre alle notizie politiche, che sono al centro di questa edizione, viene anche presentata una notizia culturale e una notizia dall'estero che viene raccontata da Giovanna Botteri, corrispondente Rai da New York. Viene trasmesso dal Centro di Produzione RAI di Saxa Rubra a Roma. Il programma viene condotto da:

in mancanza di Mannoni, o in occasioni particolari, lo conducono anche

Il conduttore è in piedi nello studio del TG3, e viene coadiuvato da altri giornalisti della testata, in particolare:

seduti alla postazione che solitamente è del conduttore dell'edizioni classiche del TG3, leggono le notizie più importanti e gli ultimi aggiornamenti.

invece, fanno la rassegna stampa leggendo le prime pagine dei quotidiani da un touch screen.

In onda dal 2008, questa edizione del TG3 nasce dall'accorpamento del TG3 Mezzasera e di Primo Piano

TG3 Flash Mezzasera e Notte[modifica | modifica wikitesto]

Il sabato e la domenica Linea Notte non va in onda e viene sostituita da due edizioni flash del TG3, una alle 23.30 e l'altra alle 00.30 circa. Queste edizioni sono trasmesse dal Centro di Produzione RAI di Saxa Rubra a Roma e sono condotte dallo stesso giornalista che in settimana ha letto le notizie a Linea Notte, quindi si alternano:

Nomi delle edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1994 al 1999 ogni edizione aveva un proprio nome ufficiale, che appariva nel corso della videosigla su una banda di colore verde (nelle edizioni straordinarie la barra era di colore rosso).

  • TG3 ore dodici (il nome è stato riutilizzato dal 2000 al 2003, seppur non appariva nella videosigla ma veniva visualizzato nello schermo dello studio)
  • TG3 pomeriggio (edizione delle 14:30)
  • TG3 (l'edizione delle 19:00 non aveva nome)
  • TG3 ore 22:30
  • TG3 nuovo giorno (edizione della notte)

Dal 1999 con il cambio della videosigla, i nomi delle edizioni sono stati aboliti. Solo alla fine degli anni 2000, con l'introduzione delle edizioni flash TG3 LIS e TG3 Minuti, sono stati riutilizzati i nomi delle edizioni, seppur solo per le edizioni flash. Il nome "nuovo giorno" è stato ripreso dal canale Mediaset TGcom24 per l'edizione notturna del notiziario.

Rubriche attuali[modifica | modifica wikitesto]

Tg3Web[modifica | modifica wikitesto]

Il Tg3 propone su internet sia contenuti televisivi sia esclusivi per il web. La Redazione Internet è composta da Giancarlo Agostinelli, Patrizia Anastasi, Riccardo Corbò, Pierardo Davini, Pasquale Martello e Alfredo Trenca. Si occupa dei contenuti multimediali della testata. Cura il sito che offre la possibilità di vedere il Tg3 in diretta mentre si lavora sul pc; rende possibile rivedere il telegiornale subito dopo la trasmissione; consente di rivedere ogni singolo servizio. Permette di consultare l’archivio del Tg3 e delle rubriche. Mette in rete immagini, interviste e servizi esclusivi che è possibile vedere solo sul sito internet della testata. Rende possibile interagire con la redazione e crea una comunità di attivi fruitori dell’informazione del Tg3 che va oltre gli orari di messa in onda e costituisce un canale sempre aperto.

Le rubriche esclusive per il web:

  • Tg3 Note a margine
  • Tg3 Tech
  • Tg3 Tech Books
  • Tg3 Comics
  • Tg3 Ludus
  • Tg3 La Vignetta
  • Tg3 Videochat

Il Tg3 è inoltre il primo telegiornale Rai su Facebook come numero di fan. La pagina Facebook del Tg3 è costantemente aggiornata dalla redazione, con video del telegiornale, sondaggi, articoli esclusivi e interazioni ai commenti del pubblico.

Rubriche soppresse[modifica | modifica wikitesto]

  • TG3 Primo Piano
  • TG3 Articolo1
  • TG3 presenta Agri3
  • TG3 Punto Donna
  • TG3 Cifre in chiaro
  • TG3 Shukran
  • TG3 presenta Sport Tre (di competenza di Rai Sport dal 1997)
  • TG3 Italie
  • TG3 Derby

Attuale organigramma[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Sasso. Dalla pittura all'elettronica. URL consultato il 4 settembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]