Strutture Rai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Una struttura Rai è una testata giornalistica interna alla Rai, ovvero una direzione e divisione interna, creata al fine di gestire in maniera autonoma i programmi in onda sulle reti generaliste e, in particolare, tematiche. Dopo il 2000, la Rai ha riorganizzato il proprio assetto societario con la creazione di specifiche strutture, qui elencate.

Rai Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Rai Cultura - Logo 2018.svg

Rai Cultura, già Rai Educational, produce programmi culturali e storici e gestisce i seguenti canali televisivi:

Rai Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Rai Documentari logo.svg

Rai Documentari è la divisione che si occupa della produzione e della co-produzione di documentari indirizzati ai canali generalisti della Rai e alla piattaforma multimediale RaiPlay[1].

Rai Expo[modifica | modifica wikitesto]

Rai Expo Caterina Stagno.jpg

La struttura Rai Expo si è occupata di affiancare e far conoscere al pubblico l'evento Expo 2015, l'Esposizione Universale che si è svolta a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015.

Rai Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Rai Fiction - Logo 2017.svg

La struttura Rai Fiction si occupa della realizzazione di fiction televisive per i canali dell'azienda. È nata dalla divisione di Rai Cinemafiction, che produceva fiction televisive e film; la produzione cinematografica è stata poi esternalizzata e affidata alla società controllata Rai Cinema.

Rai Gold[modifica | modifica wikitesto]

Rai Gold - Logo 2019.svg

Rai Gold è la direzione rivolta alla gestione dei canali tematici dedicati a cinema e serie televisive:

Rai News[modifica | modifica wikitesto]

Rai News - Logo 2021.svg

Rai News è la testata che si occupa dell'informazione Rai e gestisce:

Rai Quirinale[modifica | modifica wikitesto]

Rai Quirinale - Logo 2018.svg

La struttura Rai Quirinale si occupa delle trasmissioni televisive dal Palazzo del Quirinale e dei principali eventi pubblici che coinvolgono il presidente della Repubblica Italiana.

Rai Radio[modifica | modifica wikitesto]

Logo of RAI Radio.svg

Rai Radio è la divisione si occupa dei canali radiofonici della Rai, quali:

Rai Ragazzi[modifica | modifica wikitesto]

Rai Ragazzi - Logo 2017.svg

Rai Ragazzi è la divisione interna che si occupa dei programmi per i canali:

Rai Sport[modifica | modifica wikitesto]

Rai Sport - Logo 2022.svg

La testata giornalistica Rai Sport si occupa della realizzazione dei vari programmi sportivi in onda su Rai 1, Rai 2, Rai 3 e (molto raramente) Rai 4, e gestisce gli eventi sportivi da trasmettere in diretta su dette reti televisive. È inoltre la struttura che gestisce il canale tematico Rai Sport, visibile su Tivùsat e sulla televisione terrestre.

Rai Teche[modifica | modifica wikitesto]

Rai Teche - Logo 2018.svg

Rai Teche è la divisione che gestisce l'archivio materiale prodotto e trasmesso della Rai nella sua storia.

Rai Vaticano[modifica | modifica wikitesto]

Rai Vaticano - Logo 2018.svg

Rai Vaticano, nata nel 1995 con il nome Rai Giubileo, si occupa della gestione dei programmi a carattere religioso riguardanti la Città del Vaticano in collaborazione con Vatican Media (già Centro Televisivo Vaticano, emittente di Stato vaticana).

Struttura Grandi Eventi[modifica | modifica wikitesto]

La Struttura Grandi Eventi è la divisione della Rai che si occupa della produzione e della copertura televisiva dei cosiddetti grandi eventi trasmessi in diretta sui canali dell'azienda pubblica, sia sportivi sia di cronaca e della storia contemporanea. Fa parte della Direzione produzione e dipende dal direttore di produzione. Tra gli eventi prodotti si annoverano il Festival di Sanremo e le più importanti manifestazioni sportive (Giro d'Italia, Campionati mondiali di calcio, Giochi olimpici estivi e invernali, ecc.).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Linee guida Direzione Documentari Rai, su rai.it. URL consultato il 29 aprile 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]