Rai Kids

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Rai Kids
Logo
Logo
StatoBandiera dell'Italia Italia
Fondazione27 aprile 2010
Sede principaleTorino[1]
GruppoRai
Persone chiave
  • Luca Milano (direttore)
SettoreTelecomunicazioni
Prodottiprogrammi per bambini

Rai Kids, precedentemente conosciuta come Rai Ragazzi, è una struttura della Rai nata il 27 aprile 2010, con sede a Torino.

Si occupa dell'offerta Rai per bambini e ragazzi e gestisce i due canali digitali gratuiti Rai Gulp e Rai Yoyo.

La struttura è diretta da Luca Milano con vicedirettrice Mussi Bollini (con delega alla produzione interna e agli eventi).

Da giugno 2017 è confluita in Rai Ragazzi anche la struttura di produzione di cartoni animati e serie TV per ragazzi che in precedenza faceva parte di Rai Fiction. Tramite Rai Ragazzi, la Rai è il principale editore italiano di contenuti audiovisivi per l'infanzia e uno dei principali in Europa, ha favorito con un budget dedicato la nascita in Italia di un'industria di produzione di cartoni animati indirizzati esclusivamente ad un target di pubblico di bambini in età scolare e pre-scolare ed è divenuta il motore delle principali società e studi italiani di animazione televisiva, come ad esempio la Rainbow con la serie animata Winx Club.

Sotto la direzione di Massimo Liofredi i due canali per i ragazzi della Rai subiscono una profonda trasformazione e un notevole incremento di ascolti. In particolare Rai Yoyo risulta il canale più visto nell'intera giornata fra i Canali tematici Rai e nei confronti dei competitor su ogni piattaforma televisiva, con uno share medio dell'1.85% e 170.000 ascoltatori e, arrivando ad essere dalle 8.45 e alle 10.15, quello con il più alto numero di share 8.38 e 372.000 telespettatori, mentre anche l'altro Canale, Rai Gulp, continua a registrare una crescita costante di ascolto. Questo grazie al grande lavoro effettuato sul palinsesto estivo nell'arricchimento dell'offerta con la selezione e l'inserimento dei migliori prodotti di acquisto e di produzione per il target dei Canali, oltre, ad una sempre maggiore presenza sul web. Grazie a questi risultati la direzione Rai Ragazzi e Liofredi hanno ottenuto diversi e importanti riconoscimenti, tra cui l'Eutelsat Awards 2014 (categoria bambini) per il canale Rai Yoyo e, nel 2005, il Premio Speciale "Lo Zecchino d'oro" consegnato dall'Antoniano di Bologna a Liofredi per "la passione con cui per sette anni è stato al nostro fianco nella realizzazione e nella promozione dello Zecchino d'Oro e per la fiducia e la rilevanza che continua ad assegnare alla nostre produzioni televisive e ai nostri cartoni animati, rendendosi in prima persona portatore dei valori che contraddistinguono da sempre il nostro operato".

Al magazine #Explorers, in cui dei ragazzi raccontano direttamente le loro città, hanno partecipato anche giovani insigniti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il titolo di Alfiere della Repubblica.[2]

Tra il 2019 e 2020, Rai Ragazzi co-produce con KR1 i programmi Missione Spazio Reloaded e Space to Ground entrambi con Linda Raimondo[3], docu-drama sul mondo dell'esplorazione spaziale che vede tra gli altri la partecipazione di astronauti italiani fra i quali Luca Parmitano con clip girate all'interno della Stazione spaziale internazionale da Parmitano stesso. Questi programmi si inseriscono nel solco tracciato da Gulp Extra il nuovo contenitore televisivo documentaristico sul mondo della scienza e dello spazio di Rai Gulp erede a sua volta del magazine Extra andato in onda dal 2016 al 2017[4][5] e nel filone di nuovi programmi per giovani come ad esempio Rob-O-Cod, quest'ultimo prodotto in collaborazione con Rai CRITS.

Dal 2022, in seguito a una riorganizzazione dell'assetto societario e il debutto delle direzioni di genere, Rai Ragazzi diventa Rai Kids.

La serie viene in occasione di Durante il Lucca Comics & Games 2022[6] viene presentata ufficialmente nella giornata di sabato 29 ottobre[7] la nuova serie animata Dragonero. I Paladini, facente parte dell'Universo cinematografico Bonelli, tratta dal fumetto Dragonero Adventures (prequel per ragazzi del fumetto Dragonero) e prodotta da Rai Kids, PowerKids e NexusTV.

Dal dicembre del 2023 è iniziata l'idea della nuova serie animata TV del 2023 prodotta da Pseudo Cartoons, Rai Kids e KidsMe s.r.l Space Friends - Vicini, troppo vicini! Ideata dalla Martano.

  • Gianfranco Noferi (2010-2011) (interim)
  • Massimo Liofredi (2011-2017)
  • Luca Milano (dal 2017)

Produzioni televisive

[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati

[modifica | modifica wikitesto]
  1. ^ Nepote: "A Torino la sede e la direzione di Rai Ragazzi"
  2. ^ a b da Yol, e, PALINSESTO RAI 2020 – la TV dei ragazzi, serie tv, cartoni animati, su Rai yoyo Rai ragazzi. Torna Jams 3, Topo Gigio, Rob-o-cod la programmazione dei computer è una gara appassionante, su Musica est spettacolo e intrattenimento, 16 luglio 2020. URL consultato il 1º dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Linda Raimondo: cielo stelle e spazio nel mio futuro, su Fondazione Leonardo - Civiltà delle Macchine. URL consultato il 1º dicembre 2020.
  4. ^ Ufficio Stampa - RAI GULP: EXTRA, su ufficiostampa.rai.it. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  5. ^ Dimensione spaziale Radiocorriere TV, numero 6 - anno 86 13 febbraio 2017, pag 49
  6. ^ videointervista a Luca Enoch e Massimo Dall'Oglio "Un DRAGONERO TUTTO NUOVO!"
  7. ^ Dragonero Experience a Lucca!
  8. ^ Produzione | Enanimation | Animazione | Italia, su Enanimation. URL consultato il 1º dicembre 2020.
  9. ^ Il film in animazione Francesco in prima tv, su RAI Ufficio Stampa. URL consultato il 1º dicembre 2020.
  10. ^ Ufficio Stampa - Homepage, su ufficiostampa.rai.it. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  11. ^ a b c Questo programma andava inizialmente in onda su Rai 3.
  12. ^ Rai Gulp - Programma - Extra, su rai.it. URL consultato il 30 novembre 2020.
  13. ^ "Extra" di Rai Gulp debutta raccontando gli "star trekkers" italiani, su afnews.info, 30 settembre 2016. URL consultato il 30 novembre 2020.
  14. ^ Rai Kids a Cartoons on The Bay, su RAI Ufficio Stampa. URL consultato l'8 febbraio 2023.

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione