Antonio Di Bella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Luca Di Bella (Milano, 16 marzo 1956) è un giornalista italiano, dal 2016 direttore di Rai News.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Franco Di Bella (direttore del Corriere della Sera dal 1977 al 1981), comincia a collaborare con la redazione regionale milanese della Rai nel 1978. Diventa in breve tempo il cronista di punta della redazione e lavora molto spesso per il Tg1. Corrispondente del Tg3 da New York e conduttore dell'edizione di mezza sera del telegiornale nei primi anni novanta, torna nel 1996 alla redazione di Milano diventandone il responsabile. Nel 1998 assume la carica di codirettore della testata Tg3-TGR, per un breve periodo unificata. Dall'agosto 2001 al 12 ottobre 2009 è stato direttore del Tg3. Durante la sua direzione, tra l'altro, nasce il programma d'approfondimento Linea Notte. Nel 2012 gli è stato attribuito il Premio America della Fondazione Italia USA.

Direzione di Rai 3[modifica | modifica wikitesto]

Dopo otto anni di direzione al Tg3 viene nominato direttore di Rai 3 dal cda della Rai il 25 novembre 2009, succedendo a Paolo Ruffini, con otto voti a favore e un voto contrario (quello del consigliere del PD Nino Rizzo Nervo). Sotto la sua direzione c'è stata la chiusura della Tv dei ragazzi di Rai 3 (atto avvenuto tramite la decisione presa dal Consiglio di amministrazione della Rai), dello storico programma Mi manda Raitre e di Cominciamo bene.

La nomina di Di Bella scatenò numerose polemiche da parte dell'area cattolica del Partito Democratico. Essa era ritenuta un atto di discriminazione politica nei confronti del suo predecessore Paolo Ruffini, in quanto i programmi ideati durante la direzione Ruffini potevano risultare scomodi al premier Berlusconi. Appena Di Bella venne nominato dichiarò di difendere i programmi ideati sotto la direzione di Ruffini (Che tempo che fa, Parla con me, Ballarò e Glob). Sotto la breve direzione di Di Bella ci furono comunque alcuni cambiamenti, come l'approdo della trasmissione radiofonica di Radio 2 Caterpillar, l'arrivo di una nuova trasmissione Vieni via con me condotta da Roberto Saviano e da Fabio Fazio, di E se domani condotta da Alex Zanardi, Zaum, Agorà condotto da Andrea Vianello, Articolotre condotta da Maria Luisa Busi e il ritorno di Pippo Baudo con Novecento e Gene Gnocchi con L'almanacco del Gene Gnocco.

Di Bella, dopo la sentenza del 28 maggio 2010 che reintegrava il predecessore Paolo Ruffini alla direzione della terza rete, dichiarò che finché il cda della Rai non l'avesse nominato suo successore lui avrebbe continuato a svolgere il suo ruolo in modo da evitare l'entrata alla direzione della rete di un terzo soggetto. L'8 giugno 2010 Paolo Ruffini venne reintegrato alla direzione di Rai 3 e il palinsesto ideato da Di Bella non subì profonde variazioni. Di Bella non ricoprì alcun incarico fino al 29 ottobre 2010, annunciando tuttavia alla trasmissione Caterpillar che sarebbe diventato corrispondente per il Tg1 da New York al posto di Giulio Borrelli (diretto verso il pensionamento).

Corrispondenza da New York[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un periodo di inattività all'interno della Rai, nell'ottobre 2010 Di Bella diventa corrispondente a New York per il Tg1 prendendo il posto di Giulio Borrelli. Da quando è a New York, ha aperto anche un profilo su Facebook dove pubblica sulla Bacheca i servizi realizzati per conto della Rai.

Ritorno a Rai 3[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 settembre 2011 il Consiglio di amministrazione della Rai ha nominato Di Bella nuovo direttore di Rai 3, prendendo nuovamente il posto di Paolo Ruffini che passerà a dirigere La7. Questa nomina, a differenza della precedente, non fu votata quasi all'unanimità, ma ricevette solo i voti dei consiglieri del PD, dell'UDC e del presidente Paolo Garimberti il cui voto, vista l'assenza del consigliere Angelo Maria Petroni, valeva per due.

Una delle sue prime dichiarazioni, fatte nelle trasmissioni di Radio2, fu di voler riportare a Rai 3 Serena Dandini e Philippe Daverio. Di Bella come direttore decise di puntare la linea editoriale della rete verso l'informazione, infatti dopo un mese dal suo insediamento è nato il programma La crisi. In ½ h, programma d'approfondimento condotto da Lucia Annunziata in onda alle 20 fino a metà dicembre.

Nel dicembre 2011 ha chiuso temporaneamente lo storico programma Mi manda Raitre, in grave flessione negli ascolti. A marzo 2012 iniziano invece a lavorare per la rete Luisella Costamagna con Robinson e Fabio Volo con Volo in diretta.

Corrispondenza da Parigi[modifica | modifica wikitesto]

Concluso il mandato di direttore di Rai 3 il 23 dicembre 2012, viene nominato corrispondente RAI a Parigi. In questa veste segue l'attentato alla sede di Charlie Hebdo e gli attentati del 13 novembre 2015, avvenuti entrambi a Parigi.

Direzione di Rai News[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 febbraio 2016 è stato nominato nuovo direttore della struttura Rai News (controllante il canale RaiNews24, il servizio Televideo e il portale web Rainews.it) da parte del consiglio di amministrazione della Rai, succedendo alla direzione ad interim di Mirella Marzoli e Giancarlo Giojelli[1]. Inoltre, dal lunedì al venerdì conduce su Rai News 24 la rubrica Telegram.

Radio[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei conduttori[2] della trasmissione di Radio 2 Caterpillar, con cui ha iniziato a collaborare quando era direttore del Tg3 anticipando qualche titolo dalla scaletta del TG3, di Primo Piano e cantando canzoni da lui composte su temi di attualità. Dopo essere stato nominato direttore di Rai 3, Di Bella ha continuato ad avere la rubrica settimanale all'interno del programma di Radio2, dando consigli di investimento e di lettura agli ascoltatori, collaborazione che continua ancora.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio Di Bella è il nuovo direttore di Rainews, primaonline.it. URL consultato il 3/02/2016.
  2. ^ Caterpillar » Chi siamo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Direttore della Testata Giornalistica Regionale Successore TGR logo.svg
Nino Rizzo Nervo 2001 - 2002 Angela Buttiglione
Predecessore Direttore del TG3 Successore TG3 logo.svg
Nino Rizzo Nervo 2001 - 2009 Bianca Berlinguer
Predecessore Direttore di Rai 3 Successore Rai 3 - Logo 2016.svg
Paolo Ruffini 2009 - 2010 Paolo Ruffini I
Paolo Ruffini 2011 - 2012 Andrea Vianello II
Predecessore Direttore della struttura Rai News Successore Logo Rainews it.svg
Giancarlo Giojelli (ad interim) dal 3 febbraio 2016 in carica