Castellinaldo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castellinaldo
comune
Castellinaldo – Stemma
Castellinaldo – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Sindaco Roberto Teobaldo Costa (FI) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 44°47′00″N 8°02′00″E / 44.783333°N 8.033333°E44.783333; 8.033333 (Castellinaldo)Coordinate: 44°47′00″N 8°02′00″E / 44.783333°N 8.033333°E44.783333; 8.033333 (Castellinaldo)
Altitudine 285 m s.l.m.
Superficie 7,9 km²
Abitanti 906[1] (31-12-2010)
Densità 114,68 ab./km²
Frazioni Gatti , Boarini, San Pietro, Madonna dei Cavalli,
Comuni confinanti Canale, Castagnito, Magliano Alfieri, Priocca, Vezza d'Alba
Altre informazioni
Cod. postale 12050
Prefisso 0173
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004051
Cod. catastale C173
Targa CN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 522 GG[2]
Nome abitanti castellinaldesi
Patrono san Dalmazzo
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Castellinaldo
Sito istituzionale

Castellinaldo (Castlinàud in piemontese) è un comune di 915 abitanti della provincia di Cuneo. Fa parte della delimitazione geografica del Roero.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il paese è situato nel Roero al limitare dell'alto Monferrato a 312 metri di altezza sul livello del mare (min 193, max 334), in provincia di Cuneo, su di un lungo crinale seguendo la sponda destra del Borbore a circa 10 km da Alba in direzione nord.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel XIII secolo il paese presentava alcune caseforti di proprietà dei de Montefortino, de Vicia, Baresani, Visdomini.

Nel XIV secolo vi fu l'avvicendamento di queste famiglie con i Solaro e Pallidi. Nel 1351 una parte del feudo passò alla famiglia Malabayla di Asti, che fece erigere un castello (demolito alla fine dell’800) a levante dell’attuale castello.

Tra il 1427 ed il 1429 i Damiano acquistarono la restante parte del feudo ed eressero alcune costruzioni fortificate che in seguito vennero accorpate per dare origine all’attuale castello che fu terminato alla fine del XVI secolo.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 77 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Chiese[modifica | modifica sorgente]

Castello[modifica | modifica sorgente]

  • Castello degli Ajnaldi (di proprietà privata)

Cultura[modifica | modifica sorgente]

San Dalmazzo - 5 dicembre

Feste e fiere[modifica | modifica sorgente]

  • Madona du Ri', sagra del paese
  • San Sudario, sagra del paese
  • Non solo Arneis, sagra del vino
  • Bocce Quadre, le bocce sono dei cubi di 7 centimetri di lato, in legno di abete. Le partite vengono giocate nelle strade in salita e in discesa del paese

Persone legate a Castellinaldo[modifica | modifica sorgente]

Economia[modifica | modifica sorgente]

L' economia di Castellinaldo si basa sostanzialmente sulla viticoltura e sulla frutticoltura. I principali vini prodotti sono:Barbera d'Alba, Nebbiolo d'Alba, Roero superiore e Roero Arneis.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Notizie di storia e tradizione su Castellinaldo http://www.ilmonferrato.info/cn/cstlal/cstlal1.htm

Sito internet di Castellinaldo http://www.castellinaldo.it/

Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo