Guido Ceronetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guido Ceronetti (Torino, 24 agosto 1927) è un poeta, filosofo, scrittore, giornalista e drammaturgo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

« Tutto è dispersione, lacerazione, separazione, rotolare di ruota senza carro, e questo ha nome esilio, o anche mondo »
(Guido Ceronetti, Tra pensieri[1])

Uomo di erudizione[2] e di sensibilità umanistica, ha cominciato nel 1945 a collaborare con vari giornali; la sua presenza sul quotidiano La Stampa ebbe inizio nel 1972 e continua tuttora. Nel 1970 ha dato vita al Teatro dei Sensibili allestendo, insieme alla moglie Erica Tedeschi, spettacoli itineranti con le sue "marionette ideofore".

Amico di Emil Cioran, quest'ultimo gli ha dedicato un capitolo di Esercizi di ammirazione pubblicato in Italia nel 1988. Nel 1981, all'uscita del primo libro tradotto in italiano di Emil Cioran (Squartamento), presso Adelphi, Ceronetti scrisse la prefazione definendo lo scrittore rumeno-francese "squartatore misericordioso".

Nel 1994 è stato aperto, nell'Archivio Prezzolini della Biblioteca cantonale di Lugano, il fondo Guido Ceronetti, da lui scherzosamente definito "il fondo senza fondo". Esso raccoglie infatti un materiale ricchissimo e vario: opere edite e inedite, manoscritti, quaderni di poesie e traduzioni, lettere, appunti su svariate discipline, soggetti cinematografici e radiofonici. Vi si trovano, inoltre, numerosi disegni di artisti (anche per il Teatro dei Sensibili), opere grafiche dello stesso Ceronetti, collage e cartoline. Con queste ultime fu allestita, nel 2000, la mostra intitolata Dalla buca del tempo: la cartolina racconta.

Di rilievo la sua attività di traduttore, sia dal latino (Marziale, Catullo, Giovenale, ecc.), sia dall'antico ebraico (Salmi, Qohèlet, Libro di Giobbe, ecc.). Dal 2009 è beneficiario della legge Bacchelli in quanto cittadino che ha «illustrato la Patria».[3]

È noto per essere un acceso sostenitore del vegetarismo. Alcuni suoi articoli sull'immigrazione e il Meridione, pubblicati sul quotidiano La Stampa, sono stati tacciati di razzismo da diversi intellettuali italiani.[4][5][6][7] Notevoli discussioni suscitò, altresì, un suo intervento, sempre su La Stampa, a difesa del capitano delle SS Erich Priebke[8][9]

Nel 2012 è stato insignito del premio "Inquieto dell'anno" con cerimonia avvenuta il 2 giugno 2013 nell'auditorium di santa Caterina a Finale Ligure.

Spettacoli del Teatro dei Sensibili[modifica | modifica sorgente]

  • La iena di San Giorgio, 1970
  • Macbeth
  • Lo Smemorato di Collegno
  • I misteri di Londra, 1978
  • Diaboliche imprese, trionfi e cadute dell'ultimo Faust, 1979
  • Furori e poesia della rivoluzione francese, 1983
  • Omaggio a Luis Buñuel, 1988
  • Mystic Luna Park, 1988
  • La rivoluzione sconosciuta, 1989
  • Viaggia viaggia, Rimbaud!, 1991
  • Per un pugno di yogurt, 1996
  • Papillons névrotiques, 1997
  • La carcassa circense, 1997
  • Il volto, 1998
  • Ceronetti Circus, 2001
  • M’illumino di tragico, 2002
  • Rosa Vercesi, 2003
  • Siamo fragili, spariamo poesia, 2008
  • Strada Nostro Santuario, 2009
  • La pedana impaziente, 2010
  • Finale di teatro, 2011
  • Pesciolini fuor d'acqua, 2012

Opere[modifica | modifica sorgente]

Saggistica e narrativa[modifica | modifica sorgente]

  • Difesa della luna e altri argomenti di miseria terrestre, Rusconi, 1971
  • Aquilegia, illustrazioni di Erica Tedeschi, Rusconi, 1973
  • La carta è stanca, Adelphi, 1976
  • La musa ulcerosa: scritti vari e inediti, Rusconi, 1978
  • Il silenzio del corpo. Materiali per studio di medicina, Adelphi, 1979
  • La vita apparente, Adelphi, 1982
  • Un viaggio in Italia, Einaudi, 1983, 1994, 2014
  • Albergo Italia, Einaudi, 1985
  • Briciole di colonna, La Stampa, 1987
  • Pensieri del tè, Adelphi, 1987
  • Aquilegia. Favola sommersa, Einaudi, 1988
  • L'occhiale malinconico, Adelphi, 1988
  • La pazienza dell'arrostito. Giornale e ricordi 1983-1987, Adelphi, 1990
  • D.D. Deliri Disarmati, Einaudi, 1993
  • Tra pensieri, Adelphi, 1994
  • Cara incertezza, Adelphi, 1997
  • Lo scrittore inesistente, La Stampa, 1999
  • La vera storia di Rosa Vercesi e della sua amica Vittoria, Einaudi, 2000
  • La carta è stanca. Una scelta, Adelphi, 2000
  • La fragilità del pensare (a cura di E.Muratori), Rizzoli, 2000
  • N.U.E.D.D. Nuovi Ultimi Esasperati Deliri Disarmati, Einaudi, 2001
  • Piccolo inferno torinese, Einaudi, 2003
  • Oltre Chiasso, Libreria dell'Orso, 2004
  • La lanterna del filosofo, Adelphi, 2005
  • Centoventuno pensieri del Filosofo Ignoto, La Finestra editrice, 2006
  • Due cuori una vigna. Lettere ad Artura Bersano, Il Notes magico, 2007
  • Insetti senza frontiere, Adelphi, 2009
  • In un amore felice. Romanzo in lingua italiana , Adelphi, 2011
  • Ti saluto mio secolo crudele. Mistero e sopravvivenza del xx secolo, illustrazioni a cura di Guido Ceronetti e Laura Fatini, Einaudi, 2011
  • (con Sergio Quinzio) Un tentativo di colmare l'abisso. Lettere 1968-1996, Adelphi, 2014

Poesie[modifica | modifica sorgente]

  • Nuovi salmi. Psalterium primum, Pacini Mariotti, 1955, 1957
  • La ballata dell'infermiere, Tallone, 1965
  • Poesie, frammenti, poesie separate, Einaudi, 1968
  • Poesie: 1968-1977, Corbo e Fiore, 1978
  • Poesie per vivere e per non vivere, Einaudi, 1979
  • Storia d'amore del 1812 ritrovata nella memoria e altri versi, illustrazioni di Mimmo Paladino, Castiglioni&Corubolo, 1987
  • Compassioni e disperazioni. Tutte le poesie 1946-1986, Einaudi, 1987
  • Disegnare poesia (con Carlo Cattaneo), San Marco dei Giustiniani, 1991
  • Scavi e segnali 1986-1992, Tallone, 1992
  • La distanza. Poesie 1946-1996, Rizzoli, 1996
  • Mehmet Gayuk, Il gineceo, Tallone 1998; Adelphi 1998
  • Messia, Tallone, 2002
  • Tre ballate recuperate dalle carte di Lugano: 1965, Tallone, 2003
  • Le ballate dell'angelo ferito, Il Notes magico, 2009
  • Poemi del Gineceo, Adelphi, 2012
  • Sono fragile sparo poesia, Einaudi, 2012

Drammaturgia[modifica | modifica sorgente]

  • Furori e poesia della Rivoluzione francese. Tragedia per marionette, Carte Segrete, 1984
  • Mystic Luna Park. Spettacolo per marionette ideofore, ricordi figurativi di Giosetta Fioroni, Becco Giallo, 1988
  • Viaggia viaggia, Rimbaud!, Il melangolo, 1992
  • La iena di San Giorgio. Tragedia per marionette, Einaudi, 1994
  • Le marionette del Teatro dei Sensibili, Aragno, 2004
  • Rosa Vercesi, illustrazioni di Federico Maggioni, Corraini, 2005
  • Rosa Vercesi. Testo teatrale , Einaudi, 2007

Traduzioni e versioni[modifica | modifica sorgente]

  • Marziale, Epigrammi, Einaudi, 1964
  • I Salmi, Einaudi, 1967
  • Catullo, Le poesie, Einaudi, 1969
  • Qohelet o l'Ecclesiaste, Einaudi, 1970
  • Il Libro di Giobbe, Adelphi, 1972
  • Cantico dei cantici, Adelphi, 1975
  • Il Libro del Profeta Isaia, Adelphi, 1981
  • Il Libro dei Salmi, Adelphi, 1985
  • Come un talismano: libro di traduzioni, Adelphi, 1986
  • Costantino Kavafis, Tombe, Edizioni dell'Elefante, 1986
  • Giovenale, Le donne. Satira sesta, Tallone, 1987
  • Nostradamus: annunciatore nel secolo 16. della Rivoluzione che durerà dal 1789 al 1999 / profezie estratte dalle Centurie di Michel de Nostredame (a cura di), Tallone, 1989
  • Tango delle capinere, Castiglioni & Corubolo, 1989
  • Due versioni inedite da Shakespeare e da Celine, Cursi, 1989
  • Qohelet o l'Ecclesiaste, Einaudi, 1990
  • Sofocle,Edipo Tyrannos. Coro 1186-1222, Edizioni dell'Elefante, 1990
  • Sura 99. Al Zalzala (Il tremito della terra) dal Corano, (con Cristina Chaumont), Edizioni dell'Elefante, 1990
  • Il Pater noster. Matteo 6, 9-13, calligrafia di Mauro Zennaro, Edizioni dell'Elafante, 1990
  • Libro del Profeta Isaia (nuova edizione riveduta e ampliata) (a cura di), Adelphi, 1992
  • Giorni di Kavafis. 1899-1928. Poesie di Constantinos Kavafis, Officina Chimerea, 1995
  • Il Libro di Giobbe (nuova edizione riveduta), Adelphi, 1997
  • Qohélet. Colui che prende la parola, Adelphi, 2002
  • Siamo fragili, Spariamo poesia. i poeti delle letture pubbliche del Teatro dei Sensibili , Qiqajon, 2003
  • Constantinos Kavafis, Un'ombra fuggitiva di piacere, Adelphi 2004
  • Marziale, Epigrammi, La Finestra editrice, 2007
  • Giovenale, Le satire, La Finestra editrice, 2008
  • Trafitture di tenerezza. Poesia tradotta 1963-2008, Einaudi, 2008
  • Cantico dei Cantici, Alberto Tallone Editore, 2011

Cataloghi di mostre[modifica | modifica sorgente]

  • L'Atelier dei Sensibili, Dogliani 1988
  • Dalla buca del tempo: la cartolina racconta. I collages di cartoline d'epoca del Fondo Guido Ceronetti, cura di Diana Rüesch e Marco Franciolli, Archivi di cultura contemporanea, Museo Cantonale d'Arte Lugano, 2000
  • Poesia marionette e viaggi di Guido Ceronetti nelle visioni di Carlo Cattaneo, a cura di Paolo Tesi e Maurizio Vivarelli, Comune di Pistoia, 2001
  • Dare gioia è un mestiere duro: trent'anni più due di Teatro dei Sensibili di Guido Ceronetti, a cura di Andrea Busto e Paola Roman, fotografie di Mario Monge, Marcovaldo 2002
  • Nella gola dell'Eone. Ti saluto mio secolo crudele. Immagini del XX secolo. Tutti i collages di immagini dedicati al ventesimo dell'era da Guido Ceronetti, Il melangolo, 2006

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Guido Ceronetti, Tra pensieri, Adelphi, Milano p.11
  2. ^ A Ceronetti il sussidio della «legge Bacchelli»
  3. ^ Con Decreto del Presidente della Repubblica del 30 dicembre 2008 (pubblicato nella G.U. n. 54 del 6 marzo 2009) gli è stato infatti attribuito un assegno straordinario vitalizio ai sensi della legge 8 agosto 1985, n. 440.
  4. ^ Guido Ceronetti, Lanterna Rossa, la Stampa
  5. ^ Mario Andrea Rigoni, Ma non bisogna confondere il nichilismo con il razzismo, Corriere della Sera
  6. ^ Teledurruti - Guido Ceronetti abbia la dignità di rinunciare alla legge “Bacchelli”! Dopo il suo articolo apparso su La Stampa contro “l’invasione”
  7. ^ Guido Almansi, Le leggende di Ceronetti, la Repubblica
  8. ^ Guido Ceronetti, Alcune domande intorno a un ergastolo, la Stampa
  9. ^ Pierangelo Buttafuoco, La pietas di Ceronetti per Priebke, il Foglio

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alberto Roncaccia, Guido Ceronetti: critica e poetica, Bulzoni 1993
  • Giosetta Fioroni, Marionettista. Guido Ceronetti e il Teatro dei Sensibili secondo l'alchimia figurativa, Corraini 1993
  • Fabrizio Ceccardi, Il Teatro dei Sensibili di Guido Ceronetti, Corraini 2003
  • Andrea De Alberti, Il Teatro dei Sensibili di Guido Ceronetti, Junior 2003
  • Marco Albertazzi, Fiorenza Lipparini, La luce nella carne. La poesia di Guido Ceronetti, La Finestra Editrice 2008

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 110904769 LCCN: n79039678