Jostein Gaarder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jostein Gaarder (Oslo, 8 agosto 1952) è uno scrittore norvegese, che ha raggiunto la fama internazionale con il romanzo filosofico Il mondo di Sofia.

Jostein Gaarder

Gaarder ha studiato filosofia, teologia e letteratura. È stato professore di filosofia per dieci anni prima di dedicarsi alla professione di scrittore. Vive a Oslo con la moglie e i due figli.

Il suo primo libro è stato pubblicato nel 1986, divenendo ben presto uno dei più noti autori del suo paese, ma il successo internazionale è arrivato agli inizi degli anni novanta con il romanzo Il mondo di Sofia. L'opera, pubblicata in Norvegia nel 1991, è stata tradotta in una quarantina di lingue; in Italia è stata pubblicata nel 1994, ed ha vinto il Premio Bancarella nel 1995.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Accuse di antisemitismo[modifica | modifica wikitesto]

Jostein Gaarder pubblicò nell'agosto 2006 l'articolo "Il popolo eletto da Dio" presso uno dei principali quotidiani norvegesi, l'Aftenposten[1]. L'articolo fu scritto in relazione alla guerra del Libano del 2006 e condannava alcuni aspetti della politica Israeliana e del Giudaismo; oltre a ciò lo scrittore norvegese si schierò contro il riconoscimento dello stato di Israele nella sua forma attuale.

L'articolo venne accusato di essere promotore di concetti antisemiti, in particolare nella descrizione del Giudaismo come "un'antica religione di un popolo in guerra", contrapponendola all'idea "Cristiana" che "il regno di Dio è nella compassione e nel perdono". Gaarder si è difeso dalle accuse di antisemitismo, e ha cercato di chiarire che lui non voleva offendere nessuno. Sostenne, infatti, che egli scrisse l'articolo in uno stato di indignazione morale per il numero di morti in Libano. Queste sue dichiarazioni, come l'articolo stesso, suscitarono comunque reazioni discordanti.[senza fonte]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NO) Versione originale dell'articolo "Guds utvalgte folk" sul sito dell'Aftenposten

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 54345762 LCCN: n94041978