Sergio Givone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sergio Givone (Buronzo, 11 giugno 1944) è un filosofo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato a Torino con Luigi Pareyson,[1] ha insegnato a Perugia, Torino e Firenze,[1] dove attualmente è ordinario di estetica alla Facoltà di Lettere e Filosofia. Nel 1982-83 e nel 1987-88 è stato Humboldt-Stipendiat presso l'Università di Heidelberg.

Particolarmente significativi sono i suoi lavori su Dostoevskij, riletto alla luce del problema del nichilismo europeo. Da questa riflessione nasce anche la sua ricerca sulla storia del nulla e sulle implicazioni in un nuovo pensiero tragico.

Di interesse anche la sua opera narrativa, in cui forte è ancora il richiamo filosofico e l'impronta della letteratura russa.

Collabora assiduamente col quotidiano la Repubblica.

Il 4 giugno 2012 è stato nominato assessore alla Cultura del Comune di Firenze

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fonte: Enciclopedie on line, riferimenti in Collegamenti esterni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 93491062