Emilio Tadini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emilio Tadini (Milano, 1927Milano, 25 settembre 2002) è stato un pittore, scultore e poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in lettere, è stato presidente dell'Accademia di Belle Arti di Brera dal 1997 al 2000.
Ha iniziato la sua attività letteraria sulla rivista Politecnico di Elio Vittorini nel 1947, pubblicando saggi, romanzi, poesie e monologhi.
Ha esposto le sue prime opere negli anni sessanta ed è stato invitato alla Biennale di Venezia nel '78 e '82.
Nel 2001 si è tenuta una sua retrospettiva a Milano. È stato critico d'arte e letteratura per il Corriere della sera.
Si spegne a Milano il 25 settembre 2002 all'età di 75 anni.
Ha detto di lui Umberto Eco: "uno scrittore che dipinge, un pittore che scrive".

Opere dell'artista[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni titoli di suoi dipinti:

Alcuni titoli di suoi saggi, romanzi e raccolte di poesie:

Emilio Tadini nei musei[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Radio Popolare

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]