Giovanni Dusi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Dusi (Verona, 1923Verona, 5 aprile 2003) è stato uno scrittore e partigiano italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Partecipò alla Resistenza nelle file della 30ª Brigata Garibaldi "Ateo Garemi operante sui Monti Lessini-Pasubio, di cui fu comandante, uno dei più giovani comandanti partigiani italiani[1]. Dopo il 1945 si laureò in ingegneria. Fu finalista del Premio Campiello nel 1966 con La moglie (Milano, Bompiani, 1966).

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Il gallo rosso, Venezia, Marsilio, 1973, poi Milano, Rizzoli, Bur, 1975, con introduzione di Giorgio Luti
  • I viaggi di Gulliver junior, Padova, Marsilio, 1977
  • Corte d'amore, Milano, Mondadori, 1985
  • Infedelta amorosa, Venezia, Marsilio, 1992
  • Ragione e passione. Scritti civili, Verona, Gemma Editco, 2004

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Un articolo su Repubblica