Luigi Ballerini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo psicanalista, vedi Luigi Ballerini (psicoanalista).

Luigi Ballerini (Milano, 1940) è uno scrittore e poeta italiano.

Vita e opere[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Ballerini vive tra New York e Milano. Ha insegnato letteratura italiana moderna e contemporanea presso l’Università della California di Los Angeles (UCLA).


Ha pubblicato raccolte di poesie, antologie di poesia italiana ed americana, testi critici, traduzioni.

Ballerini ha tradotto in italiano numerosi testi di autori americani tra cui: Herman Melville, Henry James, William Carlos Williams, James Baldwin, Kurt Vonnegut.

La sua edizione de Gli indomabili di Marinetti è stata pubblicata da Mondadori nel 2000, seguita da quella di Mafarka il futurista nella primavera del 2003.

È stato curatore di mostre di arte contemporanea italiana, tra cui Scrittura visuale in Italia al Finch Museum di New York e alla Galleria civica d'arte moderna Torino (1973) e Spelt from Sybil's Leaves alla Power Gallery di Sydney (1984). È intervenuto in numerose conferenze: The Disappearing Pheasant I (New York, 1991) e The Disappearing Pheasant II (Los Angeles, UCLA, 1994).

Nelle sue pubblicazioni ha più volte collaborato con artisti tra cui: Paolo Icaro (La parte allegra del pesce, 1984 e Leggenda di Paolo Icaro, 1985), Eliseo Mattiacci e Remo Bodei (La torre dei filosofi, 1986), Angelo Savelli (Selvaggina, 1988), Marco Gastini (Una più del diavolo, 1994 e Navi di terra e di mare, 1999), Vademecum per il Carro solare di Eliseo Mattiacci (2004).

Nel 1992 ha ricevuto il premio Feronia per la poesia.

Come storico dell’arte culinaria ha curato l’edizione di Science in the Kitchen and the Art of Eating Well di Pellegrino Artusi, mentre il suo Maestro Martino: The Book of the Culinary Art è stato pubblicato nel 2004. Collabora a Gastronomica e al programma Gambero Rosso.

È padre dell'attore Edoardo Ballerini.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte di poesie[modifica | modifica wikitesto]

  • eccetera. È' (Guanda,1972)
  • Che figurato muore (Scheiwiller,1988)
  • Che oror l'orient, prefazione di Giuseppe Pontiggia (Lubrina,1991) poesie bilingui, in italiano e in dialetto milanese
  • Il terzo gode con un saggio di Remo Bodei (Marsilio Editori,1994)
  • Stracci shakespeariani con introduzione di Filippo Bettini (Quasar,1996)poesie bilingui, in inglese e in italiano
  • Uscita senza strada con introduzione di Francesco Muzzioli (Edizioni della Battaglia,2000)
  • Uno monta la luna (Manni,2001)
  • Cefalonia 43 e altre poesie (Mondadori,2005). Di Cefalonia viene realizzata nel 2007 una riduzione teatrale ad opera di Marco Rebeschi, regista e attore, messa in scena e prodotta da Lo Sguardo dell'Altro di Modena.

Antologie di poesia italiana e americana[modifica | modifica wikitesto]

  • La rosa disabitata (Feltrinelli, 1981)
  • Shearsmen of Sorts (Forum Italicum, 1992)
  • The Promised Land (Sun & Moon, 1999)
  • La sacra Emilia e altre poesie (Marsilio, 1999), antologia delle poesie di Gertrude Stein

"Nuova Poesia Americana - Los Angeles a cura di Luigi Ballerini e Paul Vangelisti" (Mondadori, 2005) "Nuova Poesia Americana - San Francisco - a cura di Luigi Ballerini e Paul Vangelisti" (Mondadori, 2006) "Nuova Poesia Americana - New York - a cura di Luigi Ballerini, Gianluca Rizzo e Paul Vangelisti" (Mondadori, 2009)(

Saggi critici[modifica | modifica wikitesto]

  • La piramide capovolta (Marsilio, 1975) saggio sulla letteratura e la poesia d'avanguardia
  • Colui che vede Amore (Olschi, 2004), su Guido Cavalcanti
  • La legge dell'ingratitudine, testo di teoria della poesia

Testi di arte culinaria[modifica | modifica wikitesto]

  • curatore di Science in the Kitchen and the Art of Eating Well, Pellegrino Artusi
  • Maestro Martino: The Book of the Culinary Art (University of California Press, 2004)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 90776616