Pozzolengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pozzolengo
comune
Pozzolengo – Stemma Pozzolengo – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
Sindaco Paolo Bellini (Lista civica Insieme per Pozzolengo) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°24′25″N 10°38′02″E / 45.406944°N 10.633889°E45.406944; 10.633889 (Pozzolengo)Coordinate: 45°24′25″N 10°38′02″E / 45.406944°N 10.633889°E45.406944; 10.633889 (Pozzolengo)
Altitudine 135 m s.l.m.
Superficie 21,33 km²
Abitanti 3 455[1] (31-12-2011)
Densità 161,98 ab./km²
Comuni confinanti Cavriana (MN), Desenzano del Garda, Lonato del Garda, Monzambano (MN), Peschiera del Garda (VR), Ponti sul Mincio (MN)
Altre informazioni
Cod. postale 25010
Prefisso 030
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017151
Cod. catastale G959
Targa BS
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti pozzolenghesi
Patrono san Lorenzo
Giorno festivo 10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pozzolengo
Posizione del comune di Pozzolengo nella provincia di Brescia
Posizione del comune di Pozzolengo nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Pozzolengo (Posolengh in dialetto bresciano[2]) è un comune italiano di 3 438 abitanti[3] della provincia di Brescia, in Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È situato nella parte sud-orientale di detta provincia tra il Lago di Garda e le Colline Moreniche e si trova all'incrocio di tre province (Brescia, Mantova e Verona) e di due regioni (la Lombardia e il Veneto).

Il territorio è collinare con abbondanza di acqua. È attraversato dal torrente Redone e sono presenti torbiere, dove si sviluppa la flora e la fauna tipica dei luoghi umidi, e pozzi che, soprattutto in passato, erano sparsi su tutto il territorio comunale. A tale proposito sembra che l'antico nome del comune ("Pocelengo") stesse ad indicare appunto "paese dei pozzi"[senza fonte].

Nel 1929 alcune trivellazioni rilevarono la presenza di metano nel sottosuolo[senza fonte].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Naturale e ultima balconata sulla distesa dell'ampia zona viticola del Lugana, il borgo fu abitato fin dalla Preistoria.

Il paese fu teatro delle scorribande di: Goti, Ungari, Unni e Avari, poi degli scontri fra Guelfi e Ghibellini, fino ai Lanzichenecchi nel 1520, e al passaggio del Generale Napoleone Bonaparte nel 1796.

Intorno all'anno mille fu costruito il Castello, borgo fortificato sulla sommità del monte Fluno e nel 1510 fu edificata la chiesa parrocchiale che contiene al suo interno opere di Andrea Celesti Compianto sul Cristo, del Brusasorzi Ascensione di Cristo, la Pala sull'altare maggiore con il Martirio di S. Lorenzo di Gabriele Rottini e un organo Antegnati.

Nei resti dell'antica parrocchiale di San Lorenzo in Castro, accanto al Castello, sono presenti lacerti di affreschi trecenteschi.

Nell'Ottocento il territorio di Pozzolengo fu teatro di battaglie risorgimentali che condussero all'Indipendenza e all'Unificazione d'Italia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • castello;
  • palazzo Gelmetti, sede municipale dagli inizi del Novecento;
  • palazzo Piavoli;
  • villa Albertini;
  • palazzo Brighenti;
  • cimitero monumentale, edificato nel 1881 ad opera di Giovanni Faini;
  • torbiera Mantelli.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

  • Salame Morenico di Pozzolengo, a cui è stata attribuita la DeCO;
  • Biscotto tradizionale di Pozzolengo, è prodotto con la farina di farro;
  • Zafferano di Pozzolengo.

Persone legate a Pozzolengo[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Fanno parte del comune di Pozzolengo le seguenti località:

  • Ballino;
  • Belvedere;
  • Bosco;
  • Ceresa;
  • Pirenei;
  • Ponte Del Cantone;
  • Rondotto.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La parte settentrionale del territorio comunale è attraversata dalla linea ferroviaria Milano-Venezia. Fino al 1981[senza fonte], Pozzolengo fu servita dalla vicina stazione di San Martino della Battaglia, soppressa in quell'anno e sita nell'omonima frazione desenzanese. Quest'impianto ebbe il nome di Pozzolengo, fino al 1880[senza fonte], quando fu cambiato a causa della fama resa a San Martino della battaglia per la guerra d'indipendenza italiana del 1859.

Il comune è servito dalla linea automobilistica interurbana Desenzano del Garda-Castellaro Lagusello/Monzambano, la quale permette il collegamento con la stazione ferroviaria desenzanese, ubicata sulla Milano-Venezia. La linea è esercita dal consorzio Trasporti Brescia Nord formato a sua volta da quattro imprese di trasporto pubblico: Brescia Trasporti, SIA Autoservizi, SAIA Trasporti ed ATV (ex APTV)[5][6].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Paolo Bellini lista civica Sindaco [7]
2009 2014 Davide Vezzoli lista civica Sindaco [8]
2014 in carica Paolo Bellini lista civica Sindaco [9]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2011.
  2. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  3. ^ Bilancio demografico mensile anno 2011. URL consultato il 22 novembre 2011.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Trasporti Brescia - Chi siamo. URL consultato il 24 agosto 2012.
  6. ^ Trasporti Brescia Nord, Rete Lotto Nord (PDF). URL consultato il 24 agosto 2012.
  7. ^ Ministero dell'Interno, Elezioni comunali del 12 giugno 2004. URL consultato il 24 agosto 2012.
  8. ^ Ministero dell'Interno, Elezioni comunali del 7 giugno 2009. URL consultato il 24 agosto 2012.
  9. ^ Ministero dell'Interno, Elezioni comunali del 25 maggio 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.
lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia