Borgo San Giacomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il quartiere della città anconetana di Osimo, vedi Borgo San Giacomo (Osimo).
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la contrada facente parte del palio di Ferrara, vedi Contrada di Borgo San Giacomo.
Borgo San Giacomo
comune
Borgo San Giacomo – Stemma
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Sindaco Giovanni Sora (LN) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 45°21′00″N 9°58′00″E / 45.35°N 9.966667°E45.35; 9.966667 (Borgo San Giacomo)Coordinate: 45°21′00″N 9°58′00″E / 45.35°N 9.966667°E45.35; 9.966667 (Borgo San Giacomo)
Altitudine 74 m s.l.m.
Superficie 29 km²
Abitanti 5 554[1] (31-10-2013)
Densità 191,52 ab./km²
Frazioni Acqualunga, Farfengo, Motella, Padernello
Comuni confinanti Azzanello (CR), Castelvisconti (CR), Orzinuovi, Quinzano d'Oglio, San Paolo, Verolanuova, Verolavecchia, Villachiara
Altre informazioni
Cod. postale 25022
Prefisso 030
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017020
Cod. catastale B035
Targa BS
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti gabianesi
Patrono san Giacomo il Maggiore
Giorno festivo 25 luglio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Borgo San Giacomo
Posizione del comune di Borgo San Giacomo nella provincia di Brescia
Posizione del comune di Borgo San Giacomo nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Borgo San Giacomo (Bórc San Giàcom in dialetto bresciano) è un comune di 5 554 abitanti[1] della provincia di Brescia. Fino al 1863 si chiamava Gabbiano (o Gabiano)[2], per tale motivo i suoi abitanti si chiamano gabianesi.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Castello Martinengo. Edificato nel 1485, si trova nella frazione di Padernello.
  • Chiesa dell'Immacolata. Edificio ecclesiale annesso al Castello Martinengo. È stata costruita tra il 1716 e il 1720.
  • Parrocchiale di San Giacomo. È una chiesa costruita fra il 1594 e il 1609, forse su progetto del Bagnadore: fu consacrata l'8 giugno 1625 dal vescovo Marino Zorzi. All'interno è presente un settecentesco altare maggiore, l'Ultima Cena ad opera di Giovanni Gandino il vecchio, la Circoncisione di Francesco Boccaccino. Tra i reperti del Cinquecento: la vasca marmorea del Battistero (1577), appartenente alla precedente chiesa, già ricordata in atti vescovile nel Trecento.
  • Chiesa di San Rocco o della Madonna del Rosario. Chiesa sussidiaria dove è custodito un crocifisso del XV secolo, opera dello Zamara.
  • Villa Emili. Costruita dalla famiglia degli Emili nel Settecento, nel secolo seguente passò alla famiglia Della Volta per poi essere acquistato, nel 1935, dal comune. Sito nella frazione di Acqualunga, è ora sede della mostra ornitologica "Fiamenghi". È una costruzione dotata di un portico e parco.
  • Villa Fé d'Ostiani Paderno. Si tratta di un edificio settecentesco a facciata simmetrica dotato di due ali, entrambe a due livelli. Il corpo centrale si alza per tre piani. È dotato di parco che digrada verso l'Oglio.
  • Chiesa di San Martino, a Farfengo. Edificio ecclesiale di epoca Romanica con rosone Centrale.
  • Mulino medievale, a Motella. È visitabile e funzionante.
  • Oratorio Giovanni Bosco, tra i più grandi e moderni della Bassa in seguito al restauro del 2005

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 932 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

India India 514 9,36%

Marocco Marocco 96 1,75%

Macedonia Macedonia 71 1,29%

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1999 2009 Giuseppe Lama lista civica Sindaco [4][5]
2009 in carica Giovanni Sora PdL-LN Sindaco [6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b ISTAT - Bilancio demografico mensile anno 2013.. URL consultato il 24-3-2014.
  2. ^ Regio Decreto 8 febbraio 1863, n. 1192
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Borgo San Giacomo 13 giugno 1999. URL consultato il 5 luglio 2013.
  5. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Borgo San Giacomo 12 giugno 2004. URL consultato il 5 luglio 2013.
  6. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Borgo San Giacomo 7 giugno 2009. URL consultato il 5 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]