Torbole Casaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torbole Casaglia
comune
Torbole Casaglia – Stemma Torbole Casaglia – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
Sindaco Dario Giannini[1] (centrosinistra) dal 30/05/2006
Territorio
Coordinate 45°31′00″N 10°07′00″E / 45.516667°N 10.116667°E45.516667; 10.116667 (Torbole Casaglia)Coordinate: 45°31′00″N 10°07′00″E / 45.516667°N 10.116667°E45.516667; 10.116667 (Torbole Casaglia)
Altitudine 114 m s.l.m.
Superficie 13,44 km²
Abitanti 6 536[2] (30-09-2013)
Densità 486,31 ab./km²
Comuni confinanti Azzano Mella, Castel Mella, Lograto, Roncadelle, Travagliato
Altre informazioni
Cod. postale 25030
Prefisso 030
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017186
Cod. catastale L210
Targa BS
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti torbolesi o casagliesi
Patrono San Faustino e San Giovita
Giorno festivo 15 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torbole Casaglia
Posizione del comune di Torbole Casaglia nella provincia di Brescia
Posizione del comune di Torbole Casaglia nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Torbole Casaglia (Tórbole in dialetto bresciano) è un comune italiano di 6 536 abitanti della provincia di Brescia, situato nella Bassa pianura bresciana, in Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è pianeggiante, l'altezza sul livello del mare varia da un minimo di 98 m s.l.m. ad un massimo di 124 m s.l.m. si estende su una superficie di circa 13 km² e dista 10,5 chilometri dal capoluogo della provincia, Brescia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origine del nome

Il nome Torbole sembra derivi da "aquae turbulae" o "aquae turbidae", cioè acque torbide per la presenza di numerose aree paludose già dall'epoca romana. Il nome Casaglia deriva invece dalla parola latina "casalium" che significa ricovero, ospizio[senza fonte].

Il nome del paese è bipartito in quanto per secoli esso rappresentò due distinti insediamenti, Torbole e Casaglia, di cui il primo era il più antico per ordine di fondazione.[3]

Torbole, già sede di insediamenti di età preistorica, venne colonizzata dai romani a partire dal I secolo d.C. in quanto durante scavi per la costruzione di una cava d'argilla, nel 1926 è affiorato un cofanetto metallico contenente monete ascrivibili a questo periodo, sintomo di una fiorente economia che legava con tutta probabilità Torbole alla vicina Roncadelle e quindi a Brescia, città molto fiorenti.[3]

Nel VII secolo venne fondato in loco un piccolo monastero dedicato a san Martino in località Portone intorno al quale probabilmente crebbe il borgo. Nell'anno 841 le terre divennero proprietà del monastero bresciano di san Faustino Maggiore. Una bolla di papa Innocenzo III menziona Sant'Andrea nel castrum e altre due fuori: San Martino e San Cassiano; tutte dipesero dai monaci di San Faustino fino al 1768.

Nel XIII secolo il territorio fu dato in feudo ai Palazzi e nel XIV secolo successivo passò a Boccaccino di Andrista di Vallecamonica, nel 1422 al milanese Giacomo Amigoni quindi ai Cazzago. Torbole fu partecipe delle vicende militari del Quattrocento, vi furono anche le truppe di Roberto di San Severino, che abbandonò la zona dopo la pace di Bagnolo del 1484[3].

Casaglia fu invece un villaggio poco sviluppato in età romana[senza fonte] e progredito solo in epoche recenti, il tutto a causa sia della vicinanza con grandi agglomerati urbani che ne avrebbero impedito un'espansione radicale sul territorio, sia perché il territorio era occupato in prevalenza da pericolose paludi malariche. Quando nel 1880 l'abitato venne inglobato al comune di Torbole, vennero approntate delle opere di bonifica radicale che cancellarono completamente le paludi consentendo una vita più salubre e la nascita sistematica di nuovi insediamenti..[3]

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Monastero di San Martino
  • Palazzo Spazzini
  • Villa Averoldi

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Il santo patrono di Casaglia è san Filastrio, quello di Torbole è sant'Urbano.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è formato dalle località di Torbole e Casaglia, due centri abitati distinti, ciascuno con una propria parrocchia e un proprio oratorio.

Territorialmente, i due paesi erano fisicamente separati, anche se per poco meno di un chilometro, fino agli anni novanta, quando la realizzazione di una nuova piazza e della nuova sede municipale ha contribuito a legare le due entità.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia del paese è sempre stata agricola, e lo è anche adesso, grazie al territorio prevalentemente pianeggiante, lo sviluppo da parte di piccole e medie imprese ha recentemente dato una grossa spinta economica che ha così permesso un notevole cambiamento dal punto di vista artigianale ed industriale.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

  • Casaglia può essere raggiunta con i pullman che partono da Brescia per: Trenzano, Roccafranca, Rudiano, Orzinuovi, Soncino.
  • Torbole può essere raggiunto con tutti gli autobus passanti per Casaglia e gli autobus che partono da Brescia per Travagliato, Castrezzato, Berlingo-Chiari.

I caselli autostradali più vicini sono Brescia Ovest e Ospitaletto sull'Autostrada A4.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali del 15 - 16 maggio 2011 Torbole Casaglia. URL consultato il 16 maggio 2011.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2013.
  3. ^ a b c d vedi qui
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia